lunedì 25 maggio 2009

Masturbazione: è peccato?

Chi mi segue dall'apertura di questo spazio sa di come io ho già in passato trattato di questo tema in collegamento diretto con quello della porno-dipendenza. Mio malgrado, sento di dover ritornare sull'argomento, sia per via di commenti dissenzienti e giustificatori, sia per il dilemma eterno che trovo in moltissimi forum e social network.

L'altra volta parlai prendendo spunto dal Vangelo e dalle Lettere degli Apostoli, in particolare le Lettere di San Paolo. Numerosi erano i riferimenti, seppur indiretti, sulla mortalità del peccare contro la carne, tempio dello Spirito Santo. Riporto ora solo una frase esemplificativa di San Paolo: ""Così dunque fratelli, noi siamo debitori, ma non verso la carne per vivere secondo la carne; poiché se vivete secondo la carne, voi morirete; se invece con l'aiuto dello Spirito voi fate morire le opere del corpo, vivrete.""  

Visto e considerato che le altre volte ragionaii tramite questi riferimenti, oggi mi voglio mettere in gioco io personalmente, affinchè capiate quanto grave sia il peccato masturbatorio e sopratutto le sue conseguenze. Vi parlo, iniziando con una confessione: come molti di voi sapranno io prima ero peccatore come chiunque altro. E purtroppo anche io mi sono macchiato di questo peccato. Solo dopo aver trovato Gesù, ho cominciato a rendermi conto che era sbagliato quel comportamento. Purtroppo questa società non aiuta in questo senso perchè tutta la massa di dottori e scienziati vedono la masturbazione come naturale volgersi degli eventi e minimizza sui sensi di colpa, dando la colpa di ciò alla famiglia e ad una società troppo perbenista. Ed è quello che tuttora potete trovare girovagando in Internet alla ricerca di una risposta per il dilemma. 

Ebbene capìì che il mondo si sbagliava e che la masturbazione era un peccato agli occhi e alla santità di Dio. Per non parlare del fatto che nel compiere l'atto mi vergognavo nel pensare a cosa avrebbe pensato Gesù; mi sembrava di tradirlo, di tradire il Suo amore per me. E ora viene il secondo problema legato a questo dilemma: la dipendenza. Una volta constatato che era sbagliato, impegnai tutte le mie forze per combattere la tentazione, ma sono caduto una infinità di volte. Il desiderio e la tentazione erano fortissimi e nemmeno il pensiero di Gesù riusciva a fermarmi. Mi sentivo schiavo e non riuscivo a uscirne. La lotta è stata durissima, ma con la preghiera e la forza di volontà sono pian piano cominciato a migliorare e a resistere. Bisognava solo soffocare la voce nella mia mente che mi seduceva e il gioco era fatto.

La cosa più grave di questo peccato era che mi allontanava da Dio in una maniera incredibile. Infatti il mio rapporto con Lui si incrinava e non riuscivo più a pregare. Ho dovuto ammettere il mio peccato prima di poter riuscire a pregare in maniera completa. Devo anche aggiungere che Gesù mi ha aiutato ad individuare questo peccato. Vedete c'è stato un momento in cui avevo ceduto: durante la mia lotta, un giorno mi resi conto che forse sbagliavo e che magari gli altri avevano ragione a dire che era naturale. Bene quella notta ebbi un sogno, l'unico della mia vita con simili emozioni e sentimenti. Il sogno me lo ricordo più o meno così: ero al computer e d'un tratto la finestra della camera mia si apre ed appare un soggetto bianchissimo e splendente, il cui volto era impossibile da vedere. Questa figura mi disse: Lascia tutto e seguimi. Io lasciai tutto e lo seguì e non so come, ma mi ritrovai in un posto che definire magnifico è a dir poco riduttivo. Una grande distesa di erba, con alberi fioriti e ruscelli e ponticini e un cielo splendente. Credetemi era meraviglioso e le sensazioni che provai furono di una gioia indescrivibile e irripetibile. Questa figura mi disse poi che tutto quello che vedevo l'avrei potuto avere. Ma ad un tratto si alzò una figura nera su di un nero cavallo. Nel frattempo la figura mi disse: Perchè mi segui? E mentre lo ascoltavo vidi il cavaliere nero venire velocemente verso di me alchè mi sono svegliato. E' stato un risveglio diverso: avevo emozioni e qualcosa di indescrivibile che ho provato solo per pchi secondi. Vi giuro che non ho mai provato nulla di simile. Allora capìì che Gesù mi aveva riaperto gli occhi: io avevo ceduto al male, ma Gesù mi ha subito ripreso per i capelli. E devo ringraziarlo infinitamente per tutto questo. 

Insomma penso che la morale l'abbiate capita: masturbarsi è un peccato molto serio e grave anche perchè vi porta a ribellarvi a Dio. Credetemi, molte volte nella mia testa ho avuto pensieri orribili dettati da quel momento in cui cedevo al peccato. Se non fosse peccato, avrei mai potuto concepire simili pensieri e avrei mai potuto perdere il legame con Dio? E poi gesù stesso dice che il male rifugge la luce: voi ve la sentite di compiere quest'atto alla luce del sole?

Insomma, oggi mi sono voluto mettere in gioco, ho voluto che le mie esperienze e il mio passato servissero ad aiutare tutti coloro che oggi vivono nel dubbio (e credetemi: sono parecchi!). Spero di non aver urtato nessuno e spero che capiate finalmente questo male. Perchè finchè non ammetterete che è sbagliato, satana vi divorerà e controllerà e vi porterà alla ribellione a Dio. Ve lo dico per esperienza personale. Un saluto e un abbraccio di fede in Cristo Gesù. 


NASCE UN NUOVO SITO DI AIUTO CONTRO LA PORNODIPENDENZA E LA MASTURBAZIONE, NELLA VIGNA DEL SIGNORE:
LIBERI DALLA PD


350 commenti:

  1. ciao angel e scusa se è un pò che non ci sentiamo , ma una serie di problemi tra cui anche qualcuno spirituale mi ha tenuto lontano dai miei "doveri spirituali " . Come sicuramente ai notato sono stato tanto anche senza scrivere sul mio blog . Ora tutto è passato e la mia meditazione e le ulteriri prove che ho dovuto superare mi anno umilmente avvicinato ancora di più al compito affidatomi da Dio . Voglio ringraziarti ancora per tutto ciò che scrivi e con l'umiltà con cui lo fai . Il tuo sogno , la tua visione che ai raccontato ho potuto vederla e ti assicuro che le tue senzazioni sono più che giuste . Credo che anche su di te il Dio abbia un progetto particolare e tu umilmente non devi fare altro che affidarti e se sarà sua volontà tutto si compierà . Grazie ancora per tutto quello che fai e che il Dio ti porti in gloria . ciao.

    RispondiElimina
  2. Non preoccuparti, avevo notato la tua breve assenza anche sul tuo blog, ma sapevo che avevi bisogno di un pò di tempo per avvicinarti ancora di più a Dio e mi fa un piacere immenso sapere che ci sei riuscito. Ti ringrazio per le tue parole e se Dio ha davvero uno scopo per me, mi renderò umile e cercherò di eseguire sempre la Sua volontà, conscio che non c'è nulla di più grande del servire il nostro Dio.
    Dio ti benedica e ti renda sempre più Suo messo e faro per chi ha bisogno di aiuto. un abbraccio

    RispondiElimina
  3. sabato 27 ho cantato per la santa cresima nella mia parrocchia...e cantavamo canti sullo sprito santo!!!!il fuoco di Dio che scende su di noi e sinceramente mi vergogno profondamente purtroppo anchio ho tentazioni di "carne" faccio anche dei sogni di grande peccato e ho tanta paura vorrei vincere sul peccatto ma Satana nn molla mai voglio liberarmi dal male e cè solo una medicina spirito santo alimentare sempre il fuoco dell'amore di Dio che discerne nella nostra anima la purificazione dell'anima e fondamentale per incontrare il nostro Signore grazie che mi aprite gli occhi e basta con i sensi di colpa voglio operare senza falsità nel nome del Signore grazie che mi fate aprire gli occhi e il cuore Avete la luce di Dio in voi ancora grazie per me oggi siete stati una provvidenza del Signore

    RispondiElimina
  4. Io ringrazio te, caro anonimo per la considerazione e per avermi fatto capire l'importanza di comunicare. Prega, e non ti arrendere: io so cosa si prova; so quanto è dura, ma bisogna avere fede in Dio e forza di volontà. Il resto verrà da se. Ricorda che satana ha perso contro Gesù, quindi la vittoria è nelle nostre mani. Resta con la tua mente verso il Signore e cerca di sfuggire a tutto ciò che può portarti in tentazione. Mi raccomando, se ti serve conforto o qualche parola di coraggio, non temere di tornare qui.Un saluto e un abbraccio di forza.

    RispondiElimina
  5. Ciao...io vorrei fare un paio di domande...
    Perche tutti i dottori psichologi e tanti altri dicono che la masturbatzione e normale, se poi nn e cioe voglio dire perche nessuno di loro nn crede in Dio?
    Dio essite veramente ? io sono un credente almeno l ero xo perche nn succedono piu miracoli o qualche dovada che exista ancora?
    E piu o meno sono daccordo che la masturbazione e sbagliata anche se faccio fatica a smettere xke tutti dicono che e normale e allora .....

    graie in anticio x le risposte.

    RispondiElimina
  6. Salve a tutti!
    Quando si puo dire che si crede in dio? Dentro di me io ci credo, ma come posso sapere se e cosi quando guardare una donna e dire quanto e bella, e si e sposati e gia un peccato? Io penso che e impossibile essere senza peccati, nessuno di noi puo esserlo.Solo il nostro signore lo era.Tutto cio che si fa, e un peccato. La gelosia,bestemiare,masturbarsi,sesiderare un'altra donna,non andare a messa,dire bugie..etc. Oggi la vita ti costringe quasi a fare delle cose che non vuoi. Fare sesso con mia moglie e un peccato?cosa e piu grave, tradire mia moglie oppure masturbarsi?...
    Queste sono le cose che penso, io ho fede, perche ci sono cose che nella vita senza l'aiuto del signore non ce l'avrei mai fatta. Per mi chiedo, quali peccati il signore riuscira a perdonarmi?

    Buona vita a tutti,e che il signora ci perdoni tutti. Saluti.

    RispondiElimina
  7. In risposta al primo anonimo, ti posso dire che i dottori di oggi ritengono che sia normale perchè compiuta da tutti e quindi giustificabile. Ma ciò secondo una cultura lontana da Dio. Tu quando lo fai ti senti in colpa? E cosa sono i sensi di colpa se non Dio che ci dice ciò che è giusto e ciò che è sbagliato? La coscienza ci è stata data proprio per questo. E poi legata alla masturbazione c'è il peccato della lussuria, del desiderare la donna quasi come se fosse un oggetto. Tutte cose sbagliate.Inoltre ti posso dire che molte volte Gesù e gli apostoli hanno condannato indirettamente questa pratica, parlando dei desideri della carne che portano solo alla morte. Tu desidera Dio e vivrai. So che è difficile, perchè ci passo anche io. Ma dobbiamo avere fiducia e se qualche volta cadi, non buttarti giuù, ma confessa a Dio il tuo peccato e rialzati perchè anche Gesù è caduto sotto la croce, ma si è sempre rialzato.
    Ma i miracoli accadono ogni giorno: noi diamo per scontato l'esistenza, ma essa è già dono di Dio. E poi i miracoli avvengono molte volte, specie a Lourdes e Medugorjie, dove si dice che la Madonna faccia sentire il suo spirito. In quei luoghi la fede rinvigorisce. Spero di esserti stato d'aiuto e se hai qualche altro dubbio, chiedi pure. Un saluto

    RispondiElimina
  8. Riposta al secondo anonimo: chi è senza peccato scagli la prima pietra. Ricordi queste parole? E ricordi quanti gettarono la pietra? Gesù sa che noi siamo peccatori ed è per questo che è venuto. Secondo te, perchè è morto sulla croce? Lui è morto per lavare i nostri peccati perchè purtroppo il male è dentro di noi ed è molto forte. Certo noi dobbiamo sforzarci di non commettere sempre peccati, come la masturbazione. Se sei sposato, a cosa serve masturbarsi? Pensa a tua moglie e non preoccuparti perchè ogni atto che fai con lei è lecito perchè c'è il vincolo del matrimonio. Non a caso Paolo diceva di combattere l'incontinenza sposandosi. L'importante è fare l'amore con la propria moglie, donandosi a vicenda. Il tradimento è una cosa molto grave così come la masturbazione. Sono comportamenti non da Dio che ha donato il sesso per procreare e per unire un uomo con la sua donna. Altrimenti si diventa pervertiti e iniqui dinanzi a Dio.
    So che la vita di oggi ci porta a peccare, ma noi dobbiamo resistergli e rimanere saldi in Dio e Gesù; non seguire gli altri, ma te stesso e il tuo cuore. Buona fortuna e se hai altre domande io sono qui. Un saluto

    RispondiElimina
  9. Caro Angel
    Ti ringrazio per la tua risposta. Lo so che siamo tutti peccatori. Ma come gia chiesto, in quale momento si puoi dire che si ha fede, e si crede in dio? Quando non fai tutto questo?
    Le prostitute da dio non veniva guardata male,ansi tutt'altro. Percio avvolte mi chiedo che cosa dio mi perdonare? e che cosa non mi perdonera? avvolte ti senti cosi indifeso.
    Il sesso e una cosa bella, ed qualcosa che ha creato dio, ci sono situazioni con la propria compagna avvolte dove non puoi o non vuole, e questo per settimane, e questo non vuol dire che ce qualcosa che non va nel raporto, magari non si ha la voglia al momento. Allora non capisco perche sia un peccato masturbarsi?magari si soddisfa il suo bisogno. Sarebbe molto peggio tradire la propria donna, oppure farla abordire quando si sa che e incinta. Scusami caro angel, ma questo forse e una cosa che per me rimarra sempre un punto interogativo. Io non la faccio piu da 2-3settimane perche so che e un peccato...

    Grazie ancora e tante belle cose
    Saluti

    RispondiElimina
  10. quello che dice angelo vero.
    posso assoluttamente confermare perche ci sono passato migliaia di volte anche io. quando si prega, si va alla messa e si confessa si riceve lo spirito santo.quando faccio preghiere continuamente giorno per giorno, sento dentro di me insistenti avversita, sentimenti contrari a Dio, desideri di mollare le pratiche religiose e quindi...sbagliare. e dura lottare con la carne. ho sperimentat anche io una grande dolcezza nel mio cuore tante volte. non possiamo avere la presunzione di dire che siamo forti o resistenti, non e vero, bisogna scapare semplicemente come dice nella bibbia: chi si avvicina al fuoco si brucia.mi ritengo molto indegno delle tante grazie date a me, e chiedo di aver la forza di vincere su peccato. L'unione di un uomo ed una donna e bella, ma deve essere benedetta da Dio. il demonio conosce troppo bene le nostre debolezze e ci attaca proprio li. dobbiamo avere il coraggio di sputarli in faccia ma non possiamo fare da soli. Siamo carne.la soluzione e la preghiera continua perche da essa viene il guardiano, lo spirito santo. pregate per me...

    RispondiElimina
  11. Il secondo anonimo ha detto cose giustissime che praticamente rappresentano per intero il mio pensiero. La masturbazione è peccato perchè si cede alla carne e poi perchè si pecca contro il proprio corpo, tempio dello Spirito Santo: questo è ciò che viene ribadito soprattutto nelle lettere apostoliche che vi invito a leggere. Caro primo anonimo, sono tanti i peccati che Dio ci perdonerà, ma noi dobbiamo avere fede, credere in Lui e chiedere il suo perdono. Se tu ti arrendi allora è come se avessi ceduto a satana; invece devi lottare anche se dura, perchè se lotti prima o poi Gesù ti aiuta insieme agli angeli. Cmq già il fatto che tu senti la masturbazione come peccato è un sintomo di come essa sia sbagliata.Comunque visto l'importanza del tema, sposto un pò più su l'argomento, così se avete altre cose da chiedere potete farlo tranquillamente.

    RispondiElimina
  12. Vi comunico che invece di spostare il tema, l'ho linkato a fianco. In alto a sinistra, sotto l'immagine grande, troverete scritto in rosso IL PECCATO DELLA MASTURBAZIONE. Cliccate sopra e avrete accesso qui. Così chi volesse scrivere può farlo liberamente senza andare a ricercare l'articolo. Un saluto e a presto

    RispondiElimina
  13. Giusto ? Sbagliato ? semplicemente biologico! come è possibilite che siate qui a parlare di una pratica personale e necessaria in questi termini? l'astinenza provoca dolore FISICO, in questo senso intendo che è biologicamente normale... Non capisco dov'è il peccato e come la masturbazione possa allontanarci da Dio ... L'uomo è ciò che esprime, è come si comporta nei confronti di se stesso e del prossimo ed un sacco di altre cose. Trovo profondamente sbagliato l'approccio, ma lo dico con la massima civiltà e rispetto sia chiaro. Vorrei solo discuterne... Saluti
    Ingrid

    RispondiElimina
  14. Cara Ingrid, chi ti dice che l'astinenza provoca dolori fisici? Io la sto praticando ora, ma non ho dolori fisici. L'unico dolore è semmai mentale, perchè è la nostra mente che ci spinge. Credimi, io ho detto tutto ciò per esperienza personale e non perchè l'ha detto qualcuno. In più è una pratica molto amorale perchè comporta quasi sempre pensieri peccaminosi se non la concupiscenza di immagini o persone, con conseguente uso e consumo di pornografia.
    Tu ti sentiresi di farlo, sapendo che Gesù è accanto a te, in ogni momento? Non provi vergogna? Io quando lo facevo, me ne vergognavo profondamente e alla fine sentivo la relazione con Dio divenire flebile e quasi lontana. Da lì ho capito tutto, per non parlare del sogno di cui ho parlato nell'articolo. E poi la Bibbia e il Vangelo sono pieni di riferimenti indiretti. un saluto e a presto, se vorrai.

    RispondiElimina
  15. Bhe è noto da anni che la masturbazione previene il tumore alla prostata. E non a chiacchiere, ma con studi scientifici.
    Per i riferimenti al vangelo, bha non capisco come ancora si legga roba del genere, scritta millenni fa. Secondo quel libro dovremmo essere al centro del sistema solare, quando sappiamo che non è così! Giusto per fare un esempio eh...

    Gassosa

    RispondiElimina
  16. Gesù ha detto che stiamo al centro del sole? Me lo devo essere perso...

    RispondiElimina
  17. Anche il sesso previene il tumore alla prostata. Allora che fai? Vai a prostitute così previeni il tumore?
    Attenzione, perchè potresti sì prevenire una malattia (anche se non basta fare quello lì per prevenire, perchè prevenzione è mangiare sano, evitare fumo e fare controlli periodici), ma potresti perdere la tua anima. E cosa è più importante? L'anima o il corpo?

    RispondiElimina
  18. "Gesù ha detto che stiamo al centro del sole? Me lo devo essere perso..."
    Prima di parlare, io studierei un pochettino. Il pensiero cristiano del mondo è basato su quello aristotelico/tolemaico che ha la terra al centro.

    Riguardo alla prevenzione. Certo, masturbarsi, non previene il tumore, semplicemente aiuta. Giusto chi ha sottilineato che anche l'alimentazione sana aiuta (ed anche molto).
    Volevo sottolineare semplicemente come una pratica che avete completamente scomunicato, aiuti il corpo scientificamente parlando.
    L'anima? Sarebbe meglio accertarsi della sua stenza prima di farci condizionare da un libro scritto millenni fa.
    La fede è un concetto MOLTO personale, non certo che si può trasmettere da papa->sacerdoti->fedeli.
    Come fa la Chiesa a predicare ai fedeli un Dio che lei stessa non ha ancora conosciuto del tutto? (La vedo dura poi conoscere un ente immateriale situato in un luogo all'interno/esterno dall'universo. Oppure aveva ragione un certo filosofo che collocava Dio nel nostro cervello, ipotesi più che vera nell'ormai 3° millennio)

    RispondiElimina
  19. Prima di parlare, io studierei un pochettino. Il pensiero cristiano del mondo è basato su quello aristotelico/tolemaico che ha la terra al centro.

    E chi te l'ha detto questo? un filosofo? Gesù non ha mai parlato di nulla di tutto questo. Qual è la tua fonte?

    RispondiElimina
  20. Beati quelli che pur non vedendo crederanno! Quanto vere sono queste parole. Voi per credere volete vedere con i vostri occhi e magari anche toccare, così come fece Tommaso ai tempi dell'apparizione di Gesù.
    Se Dio era solo nella nostra testa non avremmo avuto Gesù, non avremmo avuto persone sante i cui cadaveri restano intatti al contrario degli altri. Non avremmo avuto miracoli provati solo dalla fede e nè io avrei potuto spiegare tutto ciò che mi è capitato da quando ho trovato Dio. Rifletti e prova a ragionare più con il cuore che con la testa.

    RispondiElimina
  21. Ragionare dal latino razionem, ragione. La ragione è una facoltà della mente non del cuore.
    Certo i cadaveri rimangono intatti. Come Padre Pio? Ha più cera sul viso dell'intero museo di New York, e non detto da me, ma dai giornali e restauratori che hanno compiuto il lavoro.
    Se una persona mi dice che fuori c'è un zerbino parlante, io prima esco, realizzo che è vero con i sensi e poi ci credo.
    Non capisco perchè dovrebbe essere diverso per quanto riguarda Dio. Prima mi accerto che esiste e poi ci credo. E fino ad ora unica testimonianza da cui posso attingere per comprendere se è esistito veramente è un libro sacro di 3000 anni fa. Se credo alla bibbia, che è solo un documento scritto con nessun altra testimonianza, perchè non credere anche all'iperuranio di Platone, anch'esso descritto in libri di millenni fa.
    Certo miracoli...come sostanze tissotropiche alias sangue di San Gennaro? Oppure "alzati e cammina"?
    Un giorno un uomo mi disse che aveva fatto volare un maiale, sarà vero anche quello?
    Del resto anche di questo fantomatico signore che fa volare i maiale si narra in un libro, come si tratta in un libro un altro fantomatico quanto carismatico signore con le stigmate al posto sbagliato =D
    Informarsi per credere.

    RispondiElimina
  22. La mia fonte di informazione non è solo la Bibbia, ma ciò che provo ogni volta che il mio sguardo si pone sulla croce e ogni volta che mi raccolgo in preghiera. io da quando sono tornato a Dio ho visto la mia vita cambiare: da buio, delusioni e sconfitte, ora la mia vita vede gioia, felicità e vittorie. A chi credi sia dovuto questa inversione?
    I miracoli sono anche questi, ma se un giorno vorrai verificare di persona, ti consiglio di provare ad andare a Lourdes e capirai tutto, come altri increduli prima di te. Un saluto

    RispondiElimina
  23. ma masturbarsi anche senza essere sposati e poi pentirsi è peccato?

    RispondiElimina
  24. Caro anonimo, la tua coscienza è la voce che devi ascoltare, non la mia. Se tu ti senti in colpa, ci sarà un motivo: ricordati che il senso di colpa ci fa capire quando facciamo qualcosa di sbagliato. Dopotutto la coscienza la si può definire come la voce di Gesù e chi meglio di Lui può dirti ciò che è giusto e ciò che è sbagliato?

    RispondiElimina
  25. Nome:mauro.Provvidenziale trovare questo sito;ho letto dall'inizio la discussione,vorrei arricchire il discorso con queste 2 riflessioni:1)la prima citazione dal Vangelo:"la Carne ha desideri contrari allo Spirito(chiamato anche Anima,forza vitale, intelligenza innata).per dire che Assecondare l'istinto ed il desiderio stabilizza una forte abitudine corporea!!!Da cui non è semplice staccarsi,(rinunciare) come bene sappiamo!!
    2) mi piace condividere con voi L'immagine dello spirito del male paragonato ad un cane legato,che non può sbranarti se gli stai a debita distanza senza preoccupartene troppo però della sua presenza!!Questo per dire che nn dobbiamp aver paura di lui se viviamo vicini al Signore.
    Concludo dicendo che la mia coscienza non mi crea sensi di colpa ma è vero che mi sento incoerente nel praticare l'autoerotismo cercando la gioia lontano dalla fonte della stessa ,da DIO. Grazie e visto che "siamo tutti sulla stessa barca" vi raccomando una preghiera che ricambio ora!Notte a tutti

    RispondiElimina
  26. Preghiera sicuramente ricambiata. Fa piacere vedere sempre più persone accorgersi dell'inganno del nostro nemico. Spero e prego perchè sempre più persone come te Mauro, preferiscano la vera gioia, quella che solo la comunione piena con Dio ci può donare. Io ho provato sulla pelle che compiere quel peccato comporta inevitabilmente un distacco da Dio: ecco perchè la masturbazione non può essere una cosa da Dio, ma contro Dio. Grazie del tuo contributo e che Dio ti dia la forza per resistere.

    RispondiElimina
  27. grande per fortuna c'è gente che ama veramente Dio e rispetta i comandamenti questo mi fa sentire meno solo anche se solo nn l sono mai...GRAZIE DI CUORE...

    RispondiElimina
  28. So quanto importante è sentirsi meno soli e condividere le proprie sofferenze con gli altri; però dobbiamo sforzarci di ricordare che, come hai detto tu, noi non siamo MAI soli. Ti saluto e che Dio ti benedica.

    RispondiElimina
  29. anche io ho problemi con la masturbazione e mi sono accorto di essermi allontanato dalla preghiera dal cercare Dio, dall'avere speranza.

    RispondiElimina
  30. Anonimo, la speranza è l'ultima a morire. Credimi, so benissimo ciò che provi. E' dura perchè non riesci a smettere, ma se hai fede, se hai forza di volontà, piano piano ce la farai. Purtroppo le catene di questo peccato sono dure da spezzare anche perchè le tentazioni in questa società, sono ovunque e non ci aiutano. Ma devi essere tu più forte: quando senti di cadere, rivolgiti a Dio e prega. Se senti il peccato incalzare, distraiti e nella tua mente pensa a Gesù e chiamalo. So che può sembrare poco, ma invece ti aiuta tantissimo. Il cammino non è facile: ci vuole molto tempo, ma alla fine ti sentirai giorno dopo giorno più libero e in pace con te stesso e con Dio. Ma la scelta spetta a te: chi vuoi servire? Dio o Mammona? Fammi sapere e se hai bisogno di aiuto, io sono qui, sempre: scrivi, dimmi tutto e io cercherò di darti supporto al mio meglio. Ricordati solo questo: vale più il piacere di pochi istanti o un piacere eterno? Vale più una piccola sofferenza ora, o la sofferenza eterna? Sii forte

    RispondiElimina
  31. Hola Angel:

    Le tue parole a riguardo di questo tema sono molto forte , decise e chiare. Grazie per mettere a nudo la tua debolezza che a questo punto inizia a essere FORZA. Avere paura di ammettere o di riconoscere il proprio peccato ci allontana da Dio. La lussuria è, insieme alla invidia una delle catene più seducente che riduce l’anima povera di luce, d’azione , morsa e divorata da una condizione carnale.

    Amate Dio, Desiderate Dio;cercatelo fino al punto di piangere , non con le parole …amatelo senza il corpo (consegniamoli l’anima). Noi non potremmo mai amarlo come Lui ci ama,ma possiamo chiederli di insegnarci ad amarlo.

    Grazie

    Saludo yanisa

    RispondiElimina
  32. Grazie a te Yanisa perchè sai sempre dire delle cose splendide che raramente si sentono in giro. Dio ti ha davvero chiamato a sè.

    Grazie ancora e un saluto anche a te

    RispondiElimina
  33. Caro Angel,
    io sono vedova da diversi anni e grazie a Dio vivo il mio stato in totale castità. E' l'unione intima con la Persona di Gesù che mi aiuta a superare tutte le tentazioni carnali e a vivere secondo il Vangelo. Il sesso ha senso soltanto all'interno di un vero rappporto d'amore tra due persone che, nel Signore, hanno deciso di condividere la loro vita donandosi l'uno all'altro. Io mi sono donata a Gesù e da Lui ricevo gioia e amore...
    Comunque, una cosa sulla masturbazione la voglio dire: posso capire un ragazzo che ricorre a questa pratica, anche se non lo giustifico, ma non riesco a capire le persone adulte, magari anche sposate che vivono la loro sessualità in modo così infantile e disordina! sicuramente hanno qualcosa che non va.
    Grazie Angel per aver trattato questo argomento.

    RispondiElimina
  34. Marina, mi dispiace molto per la perdita di tuo marito e mi fa piacere che tu abbia avuto una tale forza e fede per superarla. Molti dinanzi alle perdite perdono la loro fede perchè non riescono a capire la perdita, tu invece l'hai rafforzata e per questo sei d'esempio per tutti noi.
    Il tuo pensiero è esatto, ma questo male purtroppo è come una droga: quindi anche a livello adulto, una volta iniziato, diventa un ossessione, soprattutto se collegato all'uso continuo di materiale pornografico. L'unica cosa da fare è avere forza di volontà e pregare nei momenti di tentazione. Un saluto e un abbraccio.

    RispondiElimina
  35. salve angel vorrei esporre il mio problema che a quanto vedo non sono l'unica!....anche io ho di questo problema cioè la masturbazione,è da piccola che ci sono caduta senza sapere come,oggi ho 26 anni...pensa un po te!!!il fatto è che solo qualke anno fa ebbi il coraggio di confessare tale peccato in chiesa,e solo il pensiero mi dava un tale senso di vergogna,e anche tutt oggi però dopo averlo fatto mi sentivo bene.il fatto è che quando penso di esserci quasi riuscita a non farlo piu ecco ke ci ricado...e non immagini quante volte è successo ,sapessi quanto skifo e sensi di colpa che provo verso di me,per cio che faccio.io lo desidero infinitamente non caderci piu,ma visto che ci ricado non sono poi cosi forte....cerco disperatamente l'aiuto di Dio,e proprio ieri che è successo ancora mi sento nuovamente uno skifo.cosa posso fare per uscire,io prego...ma evidentemente non abbastanza e assiduamente...non so cosa fare,il pensiero di avere la mia anima nel peccato mi fa stare malissimo.Anche quando non ci penso affatto,cioè non la cerco io la determinata situazione,basta un’immagine o un film che mi trovo a vedere,mi viene quella cosa a cui la maggior parte delle volte non riesco a resistere...fortunatamente non sempre però!cosa posso fare?sin da quando ho iniziato ho sempre saputo che in fondo era peccato ma piu di tanto non ci davo peso,però da quando lessi che era peccato e anche grave mi convinco sempre piu che non voglio dare la mia anima a satana,solo che a quanto pare lui è piu forte di me!! ci sarà mai speranza per me?premetto che io sono fidanzata felicemente.ho cosi paura che il Signore un giorno non possa perdonarmi...e forse me lo merito!!!!l’unica cosa che posso fare ora è confessarmi,ma se dopo dovesse risuccedere non voglio sprecare un sacramento cosi importante ! l’ho offeso cosi tante volte e ripetutamente ,anche dopo le confessioni che non mi meraviglio se non voglia saperne di me,e che la mia anima sia perduta per sempre.spero piu di ogni altra cosa che nella sua misericordia e mi dico anche, che se per ottenere il suo perdono debba prima bruciare all’inferno…bèh!!ben venga,purchè dopo non mi neghi il suo volto!!ciao e grazie per cio che mi dirai

    RispondiElimina
  36. Sei praticamente la mia fotocopia vivente! Non credere che sia facile resistere a questa tentazione: io sono caduto un infinità di volte, ma non mi sono mai voluto arrendere. Se combatti e ti rialzi subito, senza pensare alla caduta, vedrai che resisterai sempre un giorno di più, fino a quando ti sentirai più libera e leggera. Io non ho medicine ovviamente, posso solo dirti di pregare con tutto il cuore e di confessare il tuo peccato a Dio, il quale non ti condanna se vede che tu combatti. Lo so perchè anche io a volte dico che non posso essere salvato: ma subito dopo mi accade qualcosa che mi fa capire che Gesù ancora crede in me. L'altro giorno, per esempio, mi è capitato di provare un senso di sconfitta, sentivo di non poter essere perdonato più; ma senza accorgermene, mi sono ritrovato con le mani congiunte come se stessi per pregare! Questi sono piccoli segni che ci fanno capire che Gesù è accanto a noi e lotto con noi. Ecco perchè quando senti lo stimolo, pensa a Lui o al tuo fidanzato (perchè anche verso di lui non è positivo). Evita le tentazioni: se c'è una scena erotica, cambia canale!
    Comunque non ti arrendere, non darti per sconfitta e lotta sempre, come se fosse una vera battaglia dalla quale dipendesse la tua vita. Leggi il Vangelo quando ti senti oppressa e stai per cedere e chiama il tuo fidanzato, così che la tua mente si liberi.
    La tua anima non è perduta: satana te lo vuole far credere, ma non è così: finchè c'è vita c'è speranza e se DIo ti sta dando ancora la vita è perchè crede immensamente in te: tu lo vuoi deludere? COmunque io sono qui: se hai bisogno, scrivi e ti aiuterò. Un abbraccio e lotta.

    RispondiElimina
  37. grazie Angel per cio che mi hai detto,già è qualcosa non essere l'unica che ha di questi problemi...devo trovare dinuovo il coraggio per andare a confessarmi..perchè credimi...ce ne vuole di coraggio,io di solito mi confesso a Pasqua per sentirmi bene almeno alla resurrezione di Cristo.Me lo disse anche il prete con cui ho trovato il coraggio di confessarmi che non è un peccato tanto semplice da sconfiggere,e infatti lo sto tastando su di me...certo...non è l'unico peccato che ho commesso e commetto,ma questo è maledettamente brutto,difficile,disgustoso se poi ci pensi bene,e che ti fa innescare una serie di tentazioni a catena,fra pensieri e roba varia,insomma io credo sia il peggiore in assoluto.Purtroppo il mondo attorno non ti aiuta tanto.Mi sento una peccatrice incallita senza una via d'uscita!anch per questo ogni volta che devo confessarmi è un umiliazione continua,pensando al prete cosa possa pensare di me....ma questo penso che è il minimo come punizione che il Signore vuole mandarmi...cioè l'umiliazione nel confessare di queste cose..e mi sta bene!!!credimi morirei all'istante purchè non commettere piu di questo peccato!sai a volte penso la punizione purificatrice che mi spetti un giorno...se non sarà l'inferno,beh...ne avrò di lavoro da fare...ma meglio questo!!!!scusami ma io sono molto credente in queste cose,e penso sempre al dopo morte.vorrei tanto essere come te,cioè essere riuscito finalmente a non peccare piu di questo peccato,quanto t'invidio.Spero solo che Dio possa e voglia aiutarmi perchè da sola credo proprio di non potercela fare,e non sai ieri quanto l'ho pregato e scongiurato di aiutarmi!grazie ancora per le tue parole confortanti,a presto ciao...annalisa

    RispondiElimina
  38. Annalisa non mi invidiare perchè anche io lotto ogni giorno. Purtroppo il peccato non lo si può mai sconfiggere del tutto, o meglio la sua tentazione. Le tentazioni ci accompagneranno, ma se saremo forti resisteremo e quando imparerai a resistere, esse non ti avranno più in loro potere. La Bibbia diceva scaccia l'iniquità ed essa si allontanerà da te; diceva anche: Dio non lascia che siamo tentati mai oltre le nostre forze; il che vuol dire che noi abbiamo la forza per dire di no. Anche la forza di volontà è molto importante.
    Non ti preoccpuare di ciò che pensa il prete, ma di ciò che pensa Gesù: lui già sa tutto di te: tu devi avere solo il coraggio di ammettere il tuo peccato, e ti sentirai più libera. Sappi che anche io trovavo difficile confessare questo peccato, ma mi confortava il pensiero che dinanzi a me ci fosse Gesù e non un uomo.
    Fai bene a pensare alla vera vita, ma non temere: se vivrai secondo Gesù e lotterai per Lui, io sono sicuro che il giudizio verso di te non sarà troppo duro. Noi tutti infatti siamo peccatori e pecchiamo: ma è proprio per questo che Gesù è venuto da noi per darci la sua vita. Altrimenti perchè avrebbe accettato il suo destino, se non ci fosse state bisogno?
    Tu sei già sulla buona strada perchè ammetti di essere peccatrice e mostri una fede che ben pochi hanno: molti invece pensano di essere perfetti e migliori degli altri: non sanno invece che proprio loro subiranno il castigo peggiore. Dobbiamo essere umili e riconoscere di aver bisogno della misericordia di Dio: tu lo stai già facendo!
    Non ti arrendere mai, anche se cadi. Rialzati e pensa che stai lottando per avere la vita, quella vera ed eterna. Io sono qui e non esitare a scrivermi: ti aiuterò sempre perchè so quanto duro è il cammino. Abbi fede e Dio ti aiuterà!

    RispondiElimina
  39. ciao Angel,sono sempre io...Annalisa...sai,stasera ho trovato il coraggio (dinuovo)di confessarmi,dovevo farlo!ovviamente mi sento libera,ma non mi sento soddisfatta del tutto,forse sarà per il fatto che oramai sono talmente tante le volte che ho confessato questo peccato,che per me è quasi diventata una routine...ma stavolta spero proprio di romperlo questo circolo vizioso una volta e per tutte.Come hai detto tu io sono piu forte,e arriverà pure il momento che finirà tutto ciò,ha detto il parroco che probabilmente dopo il matrimonio è meno probabile ricaderci ancora,o forse per niente,beh!di matrimonio a me non se ne vede neanke l'ombra,perciò spero che a me possa accadere prima.Grazie comunque per le tue parole di conforto,e anche se io non ho avuto la fortuna di fare un sogno come il tuo,oppure qualche situazione simile,so comunque che Dio mi ha ascoltata cosi come Padre Pio,o la Madonna.Certo avere la fortuna di ricevere certezze quasi tangibili che qualcuno lassù ti abbia ascoltato come hai avuto tu,aiuterebbe ancora di piu ad essere piu sicuri e piu certi,ma come dire....ci accontentiamo lo stesso,tanto...Lui c'è e ci sarà sempre!!!ciao angel a presto

    RispondiElimina
  40. Annnalisa sono contento che tu abbia avuto il coraggio di confessare il tuo peccato e questo è già un buon inizio. Però non ti scoraggiare subito e non sminuire il perdono di Dio. Ora tu sei libera e tutto spetta a te: devi avere la forza di resistere alla tentazione, scacciandola dalla tua testa; sai, io molte volte, riesco ad uscire dalla tentazione, o invocando il nome di Gesù o pregando o leggendo il Vangelo oppure andando su youtube per vedere qualche video su Gesù e su Dio (ce ne sono alcuni molto belli!). Altre volte invece immagino la vita dopo la morte e penso che io per una mia debolezza rischio di passare l'eternità lontano dal Paradiso che Gesù mi ha in qualche modo mostrato. Infatti: vale più una piccola sofferenza ora o una sofferenza eterna dopo?
    Cerca anche di non rimanere vicino a fonti di tentazione e se ami il tuo fidanzato, pensa a lui come tuo marito, come se vi foste già sposati. L'importante è non arrendersi mai.
    Per il resto devo dirti che nemmeno io so perchè ho avuto la fortuna di quel sogno: posso solo dirti che se quella notte non avessi sognato quel meraviglioso sogno, oggi non sarei qui ad aiutarti perchè avevo ceduto all'inganno. Dio agisce sempre in modi diversi: io ho avuto un sogno, tu hai trovato qualcuno con il tuo stesso problema che ora ti può aiutare con la sua esperienza personale. Vedi che Dio opera sempre in noi? Tu rivolgiti sempre a Lui chiedendo aiuto e lui non te lo negherà. Vivi la tua vita agendo come agirebbe Gesù: Lui ci ha detto di seguire Lui e non la carne. Inoltre pensa sempre che quando vinci una tentazione, il maligno diventa più debole e soprattutto lo fai rosicare ancora di più! E non contempo procuri gioia immensa nel Cielo, a chi ti ama veramente e farebbe di tutto per salvarti. Ora ti saluto con un abbraccio forte e mi raccomando: resisti e come sempre torna qui se hai bisogno e non ti negherò aiuto. A presto

    RispondiElimina
  41. Angel...sai ieri per un certo momento mi era venuto in mente il pensiero che Dio mi stesse aiutando tramite te,o almeno mi volesse dire qualcosa ed è una bella sensazione,come se mi si fosse rivelato lui a me....in ogni modo devo ammettere che mi ha sempre aiutato,in piccole cose,ma lo ha fatto!!!è stato solo un caso che io sono venuta su questo sito e ti ho diciamo "incontrato" ed è stato un bene perchè mi sento un po meglio quando parlo con te.Per carità io non sminuisco la confessione che ho fatto,era solo che non mi sentivo quella soddisfazione che avrei dovuto sentire,ma probabilmente era per il fatto che ti detto ieri.comunque approfitterò...se non do fastidio...della tua gentilezza e delle tue parole sempre confortanti!!ciao Angel buona giornata

    RispondiElimina
  42. Come già detto io sono sempre qui, anche perchè poterti aiutare è come poter fare qualcosa di concreto per Gesù: quindi non è un fastidio, ma un enorme piacere per me. Ora ti saluto, augurando anche a te una buona giornata benedetta dal Signore.

    RispondiElimina
  43. scusami Angel sono dinuovo io,mi devi scusare se ti riscrivo dinuovo ma un dubbio mi sta assalendo...nella confessione ho confessato di essere ricaduta in peccato ancora,ma come le altre volte però non ho specificato i modi,cioè,di cosa magari mi servivo,tipo film,o altro.ma dovevo forse dirlo questo,o basta aver aver parlato solo dell'atto in sè?il prete però mi ha detto ovviamente di stare lontana da tentazioni appunto come i film,ecc!spero basti solo quello che ho sempre detto,sai,è già abbastanza umiliante aver dovuto confessare ciò,però dire quest'altro credo che "morirei"!voglio sperare che il Signore le abbia prese per buone queste confessioni e non sia stato tutto inutile!scusami ma l'unica persona con cui ne sto parlando(a parte il prete)sei solo tu,e vedo in te qualcuno che probabilmente può aiutarmi...lo spero proprio!!scusami ancora se ti assillo..annalisa

    RispondiElimina
  44. Non ti preoccupare: ti ho detto che non mi assilli affatto, anzi mi fa piacere aiutarti.
    Per quel che ti posso dire penso che non sia utile specificare il come, perchè il peccato è sempre e solo lo stesso. L'importante è il saper ammettere il proprio errore e di confessarlo. Certamente il prete ha ragione perchè comunque devi stare lontana da fonti di tentazioni che ti possono solo portare a peccare di nuovo.
    Non pensarci troppo e prova a vivere libera dal tormento della dipendenza. Un caro saluto e come sempre: io sono qui!

    RispondiElimina
  45. grazie angel non sai che sollievo mi dai!!!hai ragione te,sono io la piu forte,e il male non puo vincere su di me...la mia anima dovrà appartenere solo a Dio e a nessun'altro.grazie veramente di cuore!

    RispondiElimina
  46. buonasera Angel....e buon ferragosto!!....Annalisa

    RispondiElimina
  47. Buon ferragosto anche a te Annalisa!

    RispondiElimina
  48. Sono disposta ad ammettere che la masturbazione possa essere un errore. Ma se avviene ogni tanto, se le sensazioni che procura sono piacevoli, perché una persona deve pensare che la pagherà in eterno se non si ravvede? Io sono una di quei peccatori. Perché devo vivere con questo timore, dal momento che non vi so rinunciare? Ho sempre fatto a meno dell'apice del piacere perché con mio marito esiste comunque una comunicazione anche sessuale bellissima. Ma col tempo il mio corpo pretendeva sempre più quel culmine che lui non sa regalargli. Ero diventata irritabile, insoddisfatta. Con questo gesto ora sonpo placata. Peccato o no, quando serve, so che facendolo arrivo a quella parte di soddisfazione che mi manca. Come offendo Dio in tutto questo. A chi faccio male? Non sono una dipendente del sesso, non accetto la prospettiva che sarò condannata se non ne faccio a meno. Le pulsioni non si possono sempre tacitare, soprattutto se per natura sono molto forti. E vi assicuro che le mie sono travolgenti, fin da ragazza.

    RispondiElimina
  49. ""Così dunque fratelli, noi siamo debitori, ma non verso la carne per vivere secondo la carne; poiché se vivete secondo la carne, voi morirete; se invece con l'aiuto dello Spirito voi fate morire le opere del corpo, vivrete.""
    Secondo te cosa San Paolo voleva dire con queste parole?
    Io non posso dirti se sarai condannata o meno perchè non sono io il tuo arbitro e giudice; ma mille riferimenti ci sono nel Vangelo e nelle Lettere degli Apostoli. Queste testimonianze ci dicono che la carne è forte, ma deve essere battuta con la forza dello Spirito, per avere la vera vita. Non è una giustificazione il dire che le pulsioni sono troppo forti. Tu ti lasci guidare troppo dal tuo corpo e poco dal tuo spirito: invece se vuoi seguire GEsù devi imparare a invertire: soffoca le pulsioni e cerca la spiritualità. In più hai un marito, quindi parla con lui dei tuoi problemi e cercate di risolverli all'interno della coppia. MA ricordati questo: se senti anche il minimo dubbio, il minimo scrupolo circa quello che fai, allora Gesù ti sta dicendo che è sbagliato. Prega e avrai la risposta.

    RispondiElimina
  50. Ciao Angel. Ho letto il tuo articolo con molto interesse perchè anke io ho questi "problemi". Mi sento di dire che inanzitutto sono d'accordo con te e volevo chiederti delle domande che possono sembrare (e penso che lo siano) stupide per uno con una fede così salda come te da parte di uno come me che si è appena avvicinato alla fede e che ha tanta strada da compiere. Ti volevo chiedere che se dopo aver commesso il peccato, se io sono pentito di quello che ho fatto il Signore mi punirà in o sarà misericordioso con me?Con punire intendo sia in questa vita e nell'altra. Grazie anticipate e ancora scusa per la domanda sciocca. Ti volevo anche dire che tu sei riuscito ad aprirmi gli occhi e almeno a tentare di smetterla di peccare. Quindi te ne sono grato. Che il Signore ti benedica. Mick

    RispondiElimina
  51. Ti ringrazio io per la tua considerazione verso di me, ma ti prego non esaltarmi perchè non sono nulla. Sono come te e nulla più. Entrambi abbiamo il coraggio di ammettere i nostri errori e questo è già un gran bel passo in avanti, visto l'ostinazione a giustificare una pratica sbagliata. LA tua domanda è giusta e non affatto stupida: vedi, ma nemmeno io sono capace di risponderti. Posso solo dirti che GEsù ci ha detto che Dio è Padre e come i padri perdonano tanto più il Padre Eterno perdonerà di più. Quello che ti posso dire è che la misericordia di Dio è davvero infinita, ma noi dobbiamo dimostrare di meritarla e di non abusarne o darla per scontata. Se tu ora ammetti i tuoi peccati e chiedi perdono sinceramente, Lui ti perdonerà. Però tu devi ora darti da fare: perchè ora che sai che è male quello che compi, lo devi sconfiggere. Non è facile, perchè molte volte ti senti legato come uno schiavo, ma Gesù può liberarci da queste catene. Per te valgono gli stessi consigli che ho dato per altri, come Annalisa: evita le tentazioni, prega nel momento più difficile e duro e cerca di non pensarci più. E' dura, potrai cadere, ma l'importante è rialzarsi sempre: dopotutto anche Gesù sotto il peso della croce è caduto: ma si è sempre rialzato. Non lasciare che la tua mente ti porti a giustificare il tuo errore e soprattutto quando penserai di farlo per l'ultima volta, sappi che non sarà mai così: non immagini nemmeno quante volte ho detto: "questa è l'ultima volta, ora smetto". Satana è ingannatore abile e feroce: per cui ora che lo sai non credergli, ma ascolta la voce della tua coscienza: Gesù si annida lì e ti libererà se tu lo vorrai. Come sempre, io sono qui e, se hai bisogno, scrivi. Ti saluto e ti auguro che Dio possa darti la forza necessaria per sconfiggere questo male.

    RispondiElimina
  52. Grazie mille. Le tue parole mi danno molto conforto e ti ringrazio ancora. Mick

    RispondiElimina
  53. Ciao Angel, sono entrato in questo sito puramente per caso e credo che sia stato un segno in quanto avevo chiesto a Dio di aiutarmi. sono un ragazzo di 17 anni che ha veramente trovato Dio da circa un anno. Sono riusvito a diminuire moltissimo i miei peccati ma la masturbazione non riesco proprio a evitarla anche se cio avviene raramente. Alcune volte chiedo aiuto a Dio e riesco a salvarmi ma altre volte non lo faccio pensando che tanto mi perdonerà. so che così peggioro la situazione ma in quei momenti non riesco a ragionare. Quando sono vicino a Dio non cado in tentazione anzi, delle volte piango di gioia o di dolore per piccole cose. Mi puoi dare un consiglio su come smettere del tutto di masturbarmi? ( probabilmente non leggerò presto la tua risposta perchè uso poco Internet).

    RispondiElimina
  54. Ciao Angel, volevo dirti che ho letto la risposta che mi hai dato un pò più su. Ho fatto come tu mi hai detto, ho parlato con mio marito.
    E siamo arrivati alla conclusione che non può fare nulla per aiutarmi. Avere un marito non dà per scontato che si arrivi a soluzione. La sessualità femminile è molto più complessa di quella maschile per una serie di ragioni che non sto qui ad elencare, e anche avendo trovato il bandolo della matassa, il mio, di marito, ha dichiarato di essere uno che perde facilmente il filo se lo si impegna troppo, e non riesce a stare lì a provare e riprovare fino a trovare la giusta ricetta per noi. Angel, non scambiarlo per poco amore perché fuori da questo lui è una persona assai devota che non mi ha mai tradito e mi supporta e sostiene in mille modi. Ma per il sesso è poco portato.
    Cosa faccio? Non si possono costringere le persone.
    E ho capito anche di non essere pronta ad abbandonare, per ora, il mio peccato.
    Cosa dire? Tu riporti un passaggio che parla addirittura di morte. Pare un ricatto morale.
    Alla fine io non ho nessuna garanzia che siano davvero parole di Dio, sono uomini quelli che hanno vergato queste parole.
    Sono convinta che Dio non sia tanto contento, ma so anche che Lui non usa gli stessi parametri degli uomini, per giudicare. Ho troppa stima di Lui per pensarLo così. Non posso credere che per lui sia peggio masturbarsi in solitudine ogni tanto, che cercarsi l'amante come invece quasi tutte fanno. Io spero che vorrà aspettarmi per quel momento che saprò dire no. Se e quando ci riuscirò.
    Per quanto resista e preghi, se non scatta nella testa alle fine lo prenderei solo in giro, Dio. Ed è l'ultima cosa che voglio fare.

    RispondiElimina
  55. All'anonimo ragazzo di 17 anni dico innanzitutto che è un piacere sapere che alla tua età tu sia riuscito a trovare Dio. Il che vuol dire che Dio ti ha voluto cercare con insistenza e alla fine tu ti sei arreso a Lui. Per la masturbazione, devi lottare. Non è facile, nessuno ha mai detto che lo sia. MA il fatto che tu quando stai accanto a Dio resisti, significa che la forza noi ce l'abbiamo per liberarci di questo male. Lo so che in quei momenti non si ragiona, perchè satana ci porta all'inganno e sono quasi sicuro che tu senta sempre dentro di te qualcuno che ti dice che è l'ultima volta. Ma quell'ultima volta non arriva mai. Tu conosci il tuo peccato, il che è già tantissimo: sai come affrontarlo e in più ami Dio realmente. Per smettere sai già cosa fare: quando vedi di non ragionare più, avvicinati alla Croce e prega Gesù dentro di te: ricorda come ti senti quando non pecchi. Perchè è vero che Dio è misericordioso, ma non dobbiamo pensare che la SUa misericordia sia scontata, anche perchè un simile pensiero potrebbe portarci a compiere mille misfatti peggiori.
    Per cui continua così, dai tempo al tempo e soprattutto non lasciare che sia la tua mente e il tuo corpo a vincere: prendila come una battaglia: tu stai affrontando, faccia a faccia, il maligno. Davvero vuoi perdere contro di lui, rinunciando alla beatitudine eterna e alla gioia presente, per un momento breve di piacere?
    Mi raccomando, per qualsiasi cosa, io sono sempre qui. Un saluto e un augurio di coraggio: che Dio ti dia la forza per resistere.

    RispondiElimina
  56. All'anonimo sposata dico questo: tu stessa stai giudicando te stessa. Quel piccolo scrupolo che ti ha portata a scrivermi è la risposta al tuo dilemma.
    La strada verso Dio non è facile, e bisogna saper rinunciare a qualcosa, per ottenere la beatitudine eterna, non credi?
    Comunque l'ultima parola spetta a te: il libero arbitrio di Dio vale ovviamente anche per te. Se vuoi parlarmi ancora, sono qui. Un saluto a te

    RispondiElimina
  57. Scusa angel se ti faccio una domanda stupida siccomme mi sono avvicinato a Dio da poco e sono molto confuso. Inanzitutto volevo ringraziarti per il tuo post che mi ha aiutato molto. Allora la domanda è: io diciamo che un giorno avevo iniziato l'"atto impuro" pero diciamo che alla fine non lo ho portato a termine perchè ho cominciato a ragionare ed ho capito che era unaa cosa inutile e che dopo averla fatta mmi avrebbe solo fatto star peggio. Ho commesso peccato oppure no? Grazie anticipate e che Dio ti benedica.

    RispondiElimina
  58. Tu mi chiedi l'impossibile. Posso io giudicare la tua condotta? Solo tu sai se stai peccando o meno, perchè è Gesù che te lo fa capire. Ma ti posso dire che, avendo smesso, significa che tu hai capito che stavi compiendo un male agli occhi di Dio e lo spirito di Gesù che sicuramente è dentro di te, ha preso il sopravvento. Quindi ti posso dire che avrai sicuramente reso felice Gesù con il tuo gesto. Mi raccomando: cerca sempre di fare la stessa cosa, però anche prima che cominci. Pensa queste cose, pensa a Gesù che anche se tu non lo vedi, ti sta guardando. E vedrai che il peso diventerà sempre più leggero: basta solo dire NO, appena ti viene in mente il desiderio o l'inganno. Spero di esserti stato d'aiuto: a presto e come sempre, io sono qui.

    RispondiElimina
  59. Ciao Angel, sono il diciassettenne, ti ringrazio per ciò che mi hai detto. sono certo che mi sarà di grande aiuto. Mi ha fatto grande piacere leggere ciò che mi hai scritto. Mi chiamo Simone, non so perchè non ti ho detto il mio nome visto che da quando sono entrato in questo sito mi sono sentito come accolto in una famiglia. Ho letto del sogno che hai fatto riguardo al paradiso e devo dirti che una cosa simile è successsa pure a me. Stavo leggendo l'Apocalisse e quando ho letto che si salveranno 144000 persone ho chiesto se avevo qualche possibilità di salvarmi se l'Apocalisse avvenisse ora. Aprendo la Bibbia a caso le prime parole che ho letto sono state :"tribù di Beniamino" e sono stato colto da una grande felicità. Grazie ancora per tuto ciò che hai fatto per me. Ah,Se hai tempo e se ti va cerca "testimonianza di Gloria POLO" su Internet e se sai lo Spagnolo vai sul sito www.gloriapolo.com, è una testimonianza incredibile! non ci vuole neppure tanto a leggere tutto! che Dio ti Benedica.

    RispondiElimina
  60. Grazie le tue parole mi danno infinito conforto.

    RispondiElimina
  61. Salve, sono un ragazzo di 23 anni. Io credo molto in Gesù Cristo, anzi per me Lui viene prima di tutto e di tutti. Il mio unico ostacolo in questo cammino di santità è la masturbazione. Sebbene ora la pratico molto di rado, non mi va che ciò accada; Divide da Dio, stronca il cammino che ogni volta cerco di intraprendere. Sto cercando di smettere, oltre che per amore di Cristo, anche perchè desidero diventare diacono nei prossimi dieci anni e non posso permettermi di rimandare a domani i miei esercizi spirituali contro questa pratica bestiale che è la masturbazione. Sono una persona molto innamorata di Gesù Cristo e della Chiesa Cattolica, sono cattolico praticante e sono appassionato nell'evangelizzare. Se non fosse per la masturbazione, ora chissà quanti progressi spirituali avrei fatto. Molti dicono che non è peccato, semplicemente perchè gli piace pensarla così, dal momento che ne sono schiavi. Invece non solo è un peccato, ma è anche grave. Spezza la carità, l'umiltà, la serietà, molte volte offusca la mente e non permette di discernere il bene dal male, non permette di vedere la Verità. Come si può ancora dire che non è peccato? Devo dire che è la prima volta che ne parlo così esplicitamente in pubblico. Ho trovato queste pagine il "luogo" più adatto su cui parlare di questo argomento. Per un cattolico afflitto da questo problema, è confortante trovare qualcuno, anch'egli cattolico che ha superato questo problema. Anzi, ti ringrazio, perchè pubblicando questa pagina, non solo stai evangelizzando, ma stai aiutando altri fratelli come me che cercano di superare questo terribile problema. Oltre che aiutarci a vicenda, non possiamo fare altro che pregare il Signore, che ci liberi da queste afflizioni e ci sostenga in ogni tentazione. E' nostro dovere fare una crociata contro il sesso e dalle perversità da esso scaturite. C'è gente che farebbe di tutto per il sesso, anzi è il peccato dominante ai giorni nostri. Indurisce i cuori, li allontana dalla Chiesa, da Cristo. Il sesso non deve essere un piacere, una droga per sorvolare i problemi, ma un atto d'amore fra marito e moglie. Purtroppo la gente abusa di questo dono di Dio, donatoci per generare la vita. Quanto mi batto il petto per tutte le volte che ho commesso atti impuri. Penso che se riuscissi a superare questo problema, sarebbe molto più facile santificarsi. Quando non cado in tentazione, riesco a compiere delle opere stupende, quando invece mi masturbo, non sono capace di comportarmi allo stesso modo. Per me è di vitale importanza che io smetta. Oltre a chiederti consigli su come superare questo problema, chiedo anche di pregare per me. La preghiera è l'unica arma efficace per combattere ogni male e l'unico ponte che ci permette di giungere alla patria celeste. Pregate anche che diventi un buon diacono, quando sarà il giorno che il Signore ha stabilito. Fratelli, santifichiamoci. Solo così possiamo godere dell'Amore del nostro amato Gesù e un giorno gioire davanti al Volto Santissimo del Padre, per glorificarLo in eterno. Tutto quello che desidero è fare la gloria di Dio, santificarmi e aiutare a santificare, salvarmi e aiutare a salvare. Pregate perchè possiamo un giorno essere veri cristiani. Che il Signore Dio mi perdoni e perdoni tutti quelli che praticano la masturbazione. Ci dia la forza di superare questo grande male e ostacolo. Noi ora vogliamo superare questo male, ma oltre a volerlo possiamo e per amore di Cristo dobbiamo superarlo.

    Sia lodato Gesù Cristo nei secoli dei secoli.

    Amen.

    RispondiElimina
  62. Innanzitutto ci tengo a salutare Simone (grazie del tuo pensiero, e soprattutto del fatto che ti senti in famiglia) e l'anonimo che mi ha ringraziato. Poi voglio parlare al ragazzo di 23 anni. Vedi, tu mi somigli molto (a parte la tua grande vocazione per diacono); anche io ho provato e provo le tue stesse sensazioni. Quando si compie un peccato, qualunque esso sia, si sente sempre incrinarsi qualcosa nel rapporto con Dio. Quello della masturbazione è uno dei più duri proprio perchè crea dipendenza e allontana da Dio in maniera molto più vasta: tanto è che molte volte è dura tornare a Dio e chiedere il suo perdono. La masturbazione ha un potere enorme perchè lega al peccato e satana se ne approfitta, contaminando il nostro cuore e la nostra mente. Molte volte, quando compievo l'atto, sentivo dentro di me crescere il male e addirrittura la bestemmia sentii nella mia testa. Allora capìì la gravità del mio peccato e decisi di lottare per vivere per e con Gesù. Io non ho ricette, ma solo una cosa posso dirti: foza di volontà e preghiera sono le linee direttrici. Bisogna imparare a dire NO, a resistere: perchè una volta che resisti, il suo potere diminuisce mentre aumenta lo spirito di Gesù. Pregando Gesù le pene si allieviano e una nuova forza sentirai dentro di te. Dobbiamo avere fede e lottare giorno dopo giorno per avere Gesù dentro di noi.
    Pregherò per te, per me e per tutti coloro che vivono questo peccato: pregherò affinchè un giorno possiamo dire: Grazie Gesù di averci restituito la libertà!
    Come sempre, anche per te, io sono qui per qualsiasi cosa. Se senti la tentazione salire, scrivimi, che magari ti sentirai meglio. Un saluto e a presto.

    RispondiElimina
  63. Carissimo Angel, sono il ragazzo di 23 anni. Ti ringrazio molto per il tuo sostegno morale. Io vorrei che molte persone capissero quanto sia grave questa pratica. Anche io in giro ho letto delle giustificazioni, del tipo che previene malattie alla prostata, problemi psichici eccetera... Niente di più assurdo. Perchè se si ha fede in Gesù Cristo, nessun male può assalire l'uomo. E se arriva la malattia, Cristo aiuta a viverla con gioia, come croce redentrice. E' come quando un alcolista dice che il vino fa bene al cuore... Il vizio, di qualunque natura esso sia, spinge a giustificare l'atto, per non accettare l'idea del male alla quale si va incontro, per godersi con più tranquillità le pratiche di cui si è vittime. Per quanto riguarda l'azione del maligno, come ben sappiamo è un angelo decaduto che ha conservato la sua intelligenza e si serve proprio di quest'ultima per ingannarci con modi che noi nemmeno immaginiamo. Se conoscessimo bene tutte le sue tecniche, saremmo in grado di prevenirle. E' come quando si cammina di giorno su un terreno sassoso: C'è la luce e i sassi si vedono e si evitano. Quando è notte e regna il buio, i sassi non si vedono e si cade. Per questo è di vitale importanza conoscere la Verità. Solo guardando in faccia al nemico, puoi parare i suoi attacchi e respingerli. Ovviamente il terreno è la nostra vita, i sassi le insidie del demonio, la luce è Cristo che ci aiuta a vedere e ad evitare il male, la notte e il buio sono la tentazione e il malvagio e i sassi i peccati a cui andiamo incotnro. Chi vive una vita spirituale sana, tutte queste cose le comprende bene. Ma i nostri fratelli lontani da Cristo, ogni cosa che accade la fa passare come frutto del caso e tutti i nostri pensieri invece, come istinti ereditati dall'uomo primordiale. Invece il demonio, come ci hanno insegnato i santi e la Chiesa, è menzognero, assume forme diverse, si fa passare per i nostri pensieri, quando invece è la sua voce che sussura alla nostra mente le cose che ci farebbero gola o comodo. Anche se, è dovere precisare che non tutte le tentazioni sono frutto del nostro nemico spirituale. Anche la concupiscenza ci tenta. I nostri pensieri e desideri sbagliati che abbiamo avuto nella vita passata lontana da Cristo, a volte insorgono. Ho letto qualche frase di San Pio da Pietrelcina (a cui sono tanto devoto e devo a lui e alle sue preghiere la mia grande conversione del cuore che ebbi dall'età di 17 anni in poi), che parla di pulsioni da sopportare per amore dell'Amato (Gesù). Di seguito una delle sue frasi: "Sii amante e praticante della semplicità e dell'umiltà, non curarti dei giudizi del mondo, perché se questo mondo non avesse qualcosa da dire contro di te, non saresti veramente servo di Dio.
    L'umiltà e la carità vanno di pari passo. L'una glorifica mentre l'altra santifica. L'umiltà e la purezza dei costumi sono ali che elevano fino a Dio e quasi divinizzano. Perciò sii sempre e in tutto umile, serbando sempre gelosamente la purezza del tuo corpo e del tuo cuore."

    Beh che dire, spiega alla perfezione come ci si debba comportare per essere veri cristiani. Tornando al nostro comune nemico; Non dimentichiamoci che lui fece sembrare appetibile la mela ad Eva e l'ha condotta in errore. Questo succede anche con noi uomini dei giorni nostri. Sono cambiati i tempi, ma non le sue tattiche di seduzione. Fa apparire appetibile una donna, quando invece le donne sono nostre sorelle e non dovremmo, anzi non dobbiamo comportarci in quel modo verso di loro. O anche i seni, sono semplicemente la via di nutrimento del bimbo e il demonio invece li fa apparire come oggetto del desiderio. Con questo ci si rende pienamente conto, come offusca la mente dal percepire le cose come realmente sono.

    RispondiElimina
  64. Purtroppo molta gente nega la sua esistenza e questo è l'inganno per eccellenza. Tolta la consapevolezza che il male esiste, ci si lascia andare nei peccati più perversi, pensando che tanto l'inferno non esiste e Dio è misericordioso e ci conduce direttamente in paradiso. Nulla è di più sbagliato e anzi, queste dichiarazioni non solo sono menzognere ma sono anticristiche secondo il mio parere, dal momento che vanno contro la parola di Cristo che ha parlato di inferno, di demonio, di condanna per gli empi e premio per i giusti. Ho letto in giro che dei vescovi negano l'esistenza del demonio... Questo non è credere il Vangelo, dal momento che parla esplicitamente di demonio, di esorcismi di Cristo sugli spiriti immondi. Il male esiste, l'inferno esiste ed esiste anche la condanna per i peccatori. Dobbiamo sempre ricordarcelo. Che sia un monito, uno stimolo che ci induca a non cadere nelle trappole del male. Credere in Cristo vuol dire prima di tutto credere alla Sua Parola e quindi al Vangelo. Non si può omettere ciò che è stato detto dal Signore, perchè quello che è stato detto dal Signore è Verità, perchè Cristo è la Verità e ci illumina con la Sua Parola e ci aiuta a discernere il bene dal male. Se mi sono dilungato fin qui, è solo per aiutare gli altri nostri fratelli che vivono questo problema, a rendersi conto che il male c'è e genera confusione nella nostra vita spirituale. Allo stesso tempo rifletto anche io su queste cose. E' bello parlare fra fratelli cattolici. Aiuta sè stessi e gli altri a rendersi conto della Verità che è Gesù Cristo.

    Carissimi saluti a te Angel e ad altri fratelli che visitano queste pagine.

    Cristo sia con noi ora e sempre.

    Amen.

    Nota: Ho diviso il commento in due parti perchè non me lo lasciava pubblicare interamente.

    RispondiElimina
  65. Amico mio, hai detto delle cose vere, molto belle e significative. Mi hai davvero colpito con questo tuo pensiero a tal punto da chiederti il permesso di poter pubblicare in prima pagine il tuo pensiero, in modo da aiutare coloro che, anche per sbaglio, giungono nel mio spazio. Se tu mi dai il permesso, lo faccio, altrimenti lo lascio qui per chi, come noi, lotta contro questo male.
    A parte questo, devo dire, che tu sei realmente toccato da Gesù perchè le tue parole sono davvero sinonimo di cristianità. Perciò combatti il tuo male affinchè tutto questo sia per te fruttifero e non vada buttato a mare. Perchè ogni volta che pecchiamo, perdiamo qualcosa e recuperarla è estremamente difficile. Grazie delle belle parole e resto in attesa della tua risposta sul mio quesito. Un caro saluto

    RispondiElimina
  66. Caro Angel, per me è solo un onore se pubblicassi la mia riflessione per aiutare i fratelli. E' un servire Dio e aiutare il prossimo, per cui ti do il consenso di pubblicarla. Viviamo tempi difficili ed è ora che la gente inizi ad aprire la coscienza su ciò che sono i fatti: La maggior parte della società è lontana da Cristo; Ecco i crocifissi tolti dalle scuole, ecco i divorzi, le violenze, l'odio razziale. Se non è opera del demonio questa... Dobbiamo aprire gli occhi; Ciò non significa vivere nell'angoscia se si è sempre in allerta. Vivere in Cristo è prima di tutto gioire della pienezza della vita, pienezza che non tutti sperimentano a causa del loro ateismo. Per cui non dobbiamo scoraggiarci di vigilare continuamente e se cadiamo dobbiamo rialzarci subito, come quando cade il sacchetto della spesa; Dobbiamo recuperare tutto quello che è possibile recuperare e non a rimuginare su quanto abbiamo perso, è solo tempo sprecato. E' opera del nemico scoraggiarsi alla prima caduta. Dobbiamo armarci di santa pazienza, prima di tutto per sopportare noi stessi e le nostre miserie. Non è facile per un cristiano sopportare le proprie debolezze, quando desidera la perfezione spirituale che non è altro che fare la Santissima Volontà di Dio nostro Padre. Per cui forza e coraggio sempre, come diceva Padre Pio. La Divina Misericordia a cui sono fortemente devoto, ce la dona Gesù stesso e ci aiuta a riemergere più forti di prima. A me piace ricordare tanto San Pietro. E' simile a noi cristiani pellegrini. Penso non sia un caso che Gesù lo abbia scelto come pietra su cui fondare la Sua Chiesa, per aiutarci a non scoraggiarci, perchè se Pietro è caduto più di una volta, vediamo poi che è diventato un grande santo e anche noi possiamo farcela. Pietro ha rinnegato Gesù, come chissà quante volte abbiamo fatto anche noi, quasi si opponeva al disegno di salvezza della croce e fu allora che Gesù gli disse: Lungi da me Satana, perchè tu non pensi secondo Dio ma secondo gli uomini. Ha dubitato quando Gesù camminò sulle acque e lo invitò ad andare verso di Lui: Stava per annegare, come quando noi stiamo per annegare per i nostri dubbi e peccati. Ma Gesù gli stese il suo braccio e lo riportò sulla superficie, come quando fa con noi. Quel brano del Vangelo, di Gesù che cammina sulle acque, è molto significativo e mi sento in dovere di pubblicarlo di seguito:

    Subito dopo ordinò ai discepoli di salire sulla barca e di precederlo sull'altra sponda, mentre egli avrebbe congedato la folla. Congedata la folla, salì sul monte, solo, a pregare. Venuta la sera, egli se ne stava ancora solo lassù. La barca intanto distava già qualche miglio da terra ed era agitata dalle onde, a causa del vento contrario. Verso la fine della notte egli venne verso di loro camminando sul mare. I discepoli, a vederlo camminare sul mare, furono turbati e dissero: "È un fantasma" e si misero a gridare dalla paura. Ma subito Gesù parlò loro: "Coraggio, sono io, non abbiate paura". Pietro gli disse: "Signore, se sei tu, comanda che io venga da te sulle acque". Ed egli disse: "Vieni!". Pietro, scendendo dalla barca, si mise a camminare sulle acque e andò verso Gesù.
    Ma per la violenza del vento, s'impaurì e, cominciando ad affondare, gridò: "Signore, salvami!". E subito Gesù stese la mano, lo afferrò e gli disse: "Uomo di poca fede, perché hai dubitato?". Appena saliti sulla barca, il vento cessò. Quelli che erano sulla barca gli si prostrarono davanti, esclamando: "Tu sei veramente il Figlio di Dio!".

    RispondiElimina
  67. Anche a noi Gesù dice: "Coraggio, sono io, non abbiate paura". E noi come Pietro chiediamo al Signore di andare da Lui, per camminare insieme a Lui sulle acque della Santità. E quando il Signore ci chiama, noi gli andiamo incontro, ma ecco le prime difficoltà della vita ci spaventano come il vento spaventò Pietro, ed anneghiamo nel peccato, come Pietro annegò in mare e gridiamo come lui: "Signore, salvami!". E Gesù ci stende la mano come fece con Pietro e ci dice: "Uomo di poca fede, perché hai dubitato?" e il turbamento come il vento smette di soffiare e ci ripone sulla barca destinata alla salvezza. Ecco, il Signore ci invita ad avere Fede e non annegheremo nel peccato e cammineremo sulle acque della santità. Ho parlato della Divina Misericordia poco fa non a caso: La Divina Misericordia è la mano che ci fa uscire dalle acque tumultuose dei nostri errori.

    Ho anche io da farti una richiesta:
    Se non l'hai già fatto, potresti parlare ai fratelli della Divina Misericordia sul tuo sito. Tra l'altro, piccola curiosità, nel giorno in cui il carissimo Papa Giovanni Paolo II canonizzò Santa Faustina Kowalska, per puro caso mi trovai a Roma (per chi non lo sapesse Suor Faustina ebbe le apparizioni di Gesù che le parlò della Sua Divina Misericordia). Quando ci penso mi viene da sorridere affettuosamente, anche perchè fu la prima volta che andai a Roma. Per me è un bel segno.

    Beh, ancora una volta mi sono dilungato, spero di non avere annoiato nessuno. Come ho già detto ieri ho una grande passione nell'evangelizzare.

    Ti abbraccio e abbraccio tutti i fratelli.

    Con affetto fraterno,
    Mik (il 23enne).

    RispondiElimina
  68. Caro Mik, mi sorprendi sempre di più. Dici delle cose bellissime, sai evangelizzare in una maniera incredibile. E credimi non potresti annoiare nessuno. Le tue parole sembrano meglio delle parole di un prete. Davvero Dio ha bussato alla tua porta, perchè altrimenti non avresti potuto parlare in questo modo. Tu hai una fede più grande della mia, perciò non devi temere di non farcela ad uscire dal tuo peccato: sono sicuro che ce la farai, perchè DIo è con te.
    Ti ringrazio di darmi la possibilità di condividere il tuo pensiero con gli altri viaggiatori del sito e ti prometto che preparerò anche un post sulla Divina Misericordia, perchè è davvero un ancora di salvezza.
    Ora ti saluto e ti auguro ogni bene possibile sul tuo cammino verso Dio. E per ogni cosa, io sempre sono qui, per parlare e per aiutare. Un caro saluto

    RispondiElimina
  69. Carissimo Angel, ti ringrazio per aver accolto la mia richiesta per la diffusione del culto della Divina Misericordia voluto da Gesù. Per cui non sono io che faccio la richiesta, è Cristo che ha voluto donarcela, io posso solo aderire alla Sua Volontà e aiutarLo nel far conoscere la Sua Divina Misericordia. Tra l'altro la scorsa Pasqua, ovvero di quest'anno, è stato il periodo in cui ho vissuto delle angosce brutali interiori ed è stato allora che ho conosciuto la Divina Misericordia. Guardacaso si celebra la domenica dopo Pasqua. Penso non sia stato un caso. Da quella volta ho ripreso il mio cammino con più Fede e coraggio di prima. Ad ogni modo, non pensare che la mia fede sia più grande della tua. Hai avuto il coraggio di evangelizzare in queste pagine apertamente, cosa che io non ho saputo fare in questi anni. Tutto quello che possiamo fare per migliorarci è essere saldi nella Fede e osservare il Vangelo. Non mi sento tuttavia di prendermi il merito delle mie parole. Il merito è sempre e solo di Dio che ci dona la Fede e la forza di lavorare nella Sua vigna. Oltretutto io ho imparato dai santi e dai sacerdoti, quelli bravi però, perchè ahimè, non tutti hanno quel carisma di illuminare le coscienze. La mia non vuole essere una critica verso alcuni pastori, però ho notato delle cose in alcuni parroci che non mi sono piaciute. Tutto quello che posso fare è pregare affinchè loro possano avere passione, non solo sull'Altare, ma anche fuori, fra la gente, nell'evangelizzare. Tra l'altro, facciamo quello che loro dicono, non quello che loro fanno. Molti sono bravi a predicare, ma non a praticare la Parola. Come disse Gesù: "Fate quello che dicono, ma non fate quello che fanno." Perchè quello che dicono di Gesù è vero, quello che fanno alcuni, quindi non tutti, è sbagliato. Io nella mia parrocchia, vedo gente che fanno la comunione senza confessarsi... E il mio parroco molte volte si è scansato dal confessarmi dicendo che era stanco... Ecco, questo è un atteggiamento assolutamente sbagliato. Il Santo Curato D'Ars (San Giovanni Maria Vianney) e San Pio da Pietrelcina, hanno speso la loro vita nel confessionale. Loro erano santi e se facevano questo è perchè sapevano dell'importanza della confessione. Purtroppo c'è sempre poco coinvolgimento da parte di qualche sacerdote. Sono cose che, anche se mi dispiace dirlo perchè la mia non vuole essere una critica verso i parroci che io stimo ed amo fraternamente per aver speso la loro vita per Cristo, ma si devono dire, non per condannarli, ma per pregare per loro. A me hanno insegnato che non si può ricevere il corpo di Cristo senza confessarsi e un parroco secondo il mio parere (che penso sia giusto), deve saper ammonire queste cose e invogliare i fedeli alla confessione settimanale. Tra l'altro Gesù inviò gli Apostoli fra i popoli con umiltà, senza portare nè bisaccia, nè due tuniche, nè denaro etc... E invece molti ministri vivono nel lusso, invece di donare i loro beni ai fratelli bisognosi, come si usava fare nelle prime comunità cristiane (leggasi gli Atti degli Apostoli).

    RispondiElimina
  70. Comunque questo è un altro argomento e in parte ho voluto sfogarmi perchè certe cose mi danno fastidio. Se poi sono in errore su certe cose, che il Signore mi illumini e mi faccia comprendere, ma sono cose sotto gli occhi di tutti. Gli Apostoli scendevano per le strade per evangelizzare, invece i ministri se ne stanno nelle loro sedi e aspettano che quei pochi fedeli vadano in Chiesa, incurandosi di quelle povere anime che si perdano per strada nelle bestemmie, nelle droghe, nelle ubriachezze e via dicendo. E' facile puntare il dito e dire: "Eccoli là i pagani, non vanno a messa." Ma il dovere di un sacerdote non è forse quello di scendere in piazza e fare amicizia con la gente e pian piano condurli in Chiesa? E' così che si dovrebbe fare. I giovani, noi giovani, abbiamo ancora il cuore caldo per ricevere lo Spirito di Dio. Ma se si lasciano i cuori di questi fratelli indurire fin da ora, che ne sarà quando saranno nell'età adulta? Ci vorrebbe solo un miracolo di conversione per loro. Ringraziamo il nostro Papa Benedetto, di nome e di fatto che ha aperto questo anno sacerdotale. Preghiamo davvero per tutti quei sacerdoti che vivono nell'errore e che sappiamo svolgere con serietà ed efficacia il loro ministero sacerdotale. Quante volte ho desiderato dire queste cose al mio parroco, ma siccome lui ha quasi 30 anni di sacerdozio, penso che mi risponderebbe col dire: "Chi sei tu per dire cosa devo fare, che sei un semplice fedele, a me che ho quasi trent'anni di mandato?". E allora dato che sono anche molto giovane e potrei dare l'idea di peccare di superbia, ho preferito tacere. L'unica cosa che attualmente posso fare per lui e per altri è pregare. Per il resto è un ottimo sacerdote, anche se qualche peccatello di omissione a mio parere lo ha (per i motivi sopra detti). E' per questo motivo che desidero diventare diacono, per parlare saggiamente ai fedeli, per illuminare le loro coscienze e non a sottovalutare i sacramenti che Cristo ci ha donato mediante la Sua Santa Chiesa. Il sacerdote non posso e non me la sento di farlo. Non posso perchè non ho studiato abbastanza nella mia vita e dovrei studiare per 10 anni e non voglio perchè ho la vocazione del matrimonio. Poi se proprio il Signore vuole che io faccia il sacerdote, mi ci farà diventare.

    Preghiamo, preghiamo davvero per i nostri pastori.

    Ti abbraccio e abbraccio tutti i fratelli.

    Pregherò anche io per te.

    Mik

    RispondiElimina
  71. Mik, la tua passione è grande. Dici delle cose giustissime e purtroppo reali. I farisei di cui parlava Gesù purtroppo esistono ancora oggi, tanto è che confessarsi è diventato un problema, perchè non trovi mai il parroco nel confessionale. Anche se io penso che non si debba abusare della confessione perchè altrimenti perderebbe il suo significato e diverrebbe solo un modo per sentirsi a posto con la coscienza. Il perdono di Dio va meritato con la vita che facciamo ogni giorno, con le nostre opere. Come diceva Gesù: Questo popolo mi adora con le labbra, ma il suo cuore è lontano da me!
    Mi piacerebbe che i preti fossero come Don Zeno, creatore della Comunità di Nomadelfia. Un uomo che ha davvero capito che la pratica e le opere umane erano la Via verso Cristo e non le apparenze e formalità.
    PEr quanto riguarda la Divina Misericordia, visto il tuo grande atttaccamento, vorresti scrivere tu il post? Se vuoi lo scrivi qui e io lo pubblico subito a tuo nome in prima pagina. Perchè è giusto che chi ha maggior vicinanza e esperienza parli, affinchè gli altri possano imparare. E come io metto la mia esperienza personale in gioco, anche tu, se ti va, potresti fare lo stesso. Il tutto sempre se per te non è un peso o semplicemente non ti va.
    Riguardo alla vocazione, anche io come te, mi sono posto il dubbio: diventare sacerdote. Però, poi ho semplicemente capito che non era quello che Gesù voleva da me e un giorno, quando ho chiesto un piccolo segno, questo è arrivato e ho capito cosa fare. E comunque, per servire Gesù, non si deve per forza essere sacerdoti: come si dice, le vie del Signore sono infinite. Un giorno, forse, potremo avere la possibilità di servire Dio fino alla fine.

    RispondiElimina
  72. Volevo aggiungere una cosa; Perchè masturbarsi preoccupandosi di prevenire il tumore alla prostata e quindi preoccuparsi del corpo e di non preoccuparsi dello spirito? Meglio avere un tumore alla prostata che perdere la propria anima nel peccato. Dov'è la Fede? Se si ha Fede in Gesù Cristo, non verrà nessun tumore alla prostata e se viene, come ho già detto ieri, il Signore aiuterà a vivere il dolore. Qui sta l'inganno: Per paura di ammalarsi nel corpo, si compiono le opere della carne e invece si fa ammalare lo spirito. Questo è riferito per tutti coloro che si preoccupano della malattia e continuano a praticare la masturbazione. Se io personalmente ogni tanto la pratico è solo per debolezza umana e ci sto riuscendo pian piano a superarla. E' solo questione di tempo. Non giustifichiamo il peccato fratelli, vi prego... Ringraziate Dio (e anch'io Lo ringrazio) che ci ha dato un testimone che si può vivere senza masturbazione. Se non vi basta la testimonianza di Angel, allora in cuor vostro desiderate praticarla, perchè è un piacere fisico da cui non riuscite a distogliervi. Quello che piace alla carne, non piace allo spirito e viceversa e quello che fa bene alla carne, non fa bene allo spirito e viceversa. Ecco perchè la carne e lo spirito sono in continuo conflitto e ce lo insegna la nostra santissima religione cattolica. Si trovano tantissime scuse pur di giustificare il nostro male, perchè piace praticarlo. Anche io trovavo scuse a me stesso pur di continuare a godere di questo piacere fisico. Ma se si vuole davvero smettere, non ci sono scuse che tengano. Per cui se davvero amate Gesù Cristo, e anche io Lo amo, dobbiamo superare questo problema. E dico "dobbiamo" perchè io ci sto combattendo tutt'ora... Non è che io dico agli altri: "Fai questo" e io poi non lo faccio. Sono nella vostra stessa condizione e ammetto i miei errori e desidero uscire da questo male. Combattiamo insieme e preghiamo. Gesù disse: "Dove ci sono due o tre riuniti nel mio nome, io sono in mezzo a loro." Ecco, se preghiamo insieme, la nostra preghiera sarà più efficace di quanto sia individuale. Preghiamo perchè possiamo superare il male della masturbazione e che altri fratelli possano superarlo. Ricordiamoci che il male muta forma. Si nasconde nella pornografia e ci tenta mediante essa... e noi poveri sciocchi ci lasciamo tentare dal male. Forza e coraggio fratelli, possiamo farcela nel Santissimo Nome di Gesù Cristo.

    Mik

    RispondiElimina
  73. Carissimo Angel, condivido tutto quello che hai detto. Se ti va, potremmo sentirci su un qualsiasi mezzo di comunicazione (MSN?) e ne parleremo con più calma, dal momento che accetto di scrivere il post sulla Divina Misericordia. E' un grande onore per me, mi sento chiamato dal Signore attraverso la tua richiesta e quindi accetto di occuparmi nella composizione del testo.

    In attesa di una tua risposta, i miei più fraterni saluti,
    Mik

    RispondiElimina
  74. Mi piacerebbe, ma MSN mi ha portato problemi vari di virus e sono stato costretto a disintallarlo.
    Comunque, come detto, anche questo spazio si può sfruttare come chat, anche perchè poi volendo posso eliminare i messaggi. E poi io sono sempre qui e risponderò sempre a chi mi vuole parlare. Perchè anche a me piace il dialogo che aiuta a migliorare sè stessi.
    Per il tuo post, scrivilo come messaggio qui: poi io lo copio in prima pagina e se vuoi lo cancello da qui. Resto in attesa. Anche a te i miei più fraterni saluti.

    RispondiElimina
  75. Caro Angel, ho terminato il testo che parla della Divina Misericordia e domani lo posterò. E' importante davvero che se ne parli. E' una richiesta di Gesù, non possiamo far finta di nulla. E' nostro dovere fare la Sua volontà e ne vale la salvezza delle anime, per questo ritengo urgente che se ne parli. Non sono io che te lo chiedo è Cristo che ce lo chiede. Nel mio testo posso solo parlarne, ma ci vorrebbe tanto altro spazio. Tuttavia ci sono dei siti che ne parlano molto bene e se è possibile linkarli in aggiunta alla mia introduzione, meglio.

    Ti abbraccio,
    Mik

    RispondiElimina
  76. Aspetto il testo con ansia; per me non ci sono problemi nel caso volessi presentare qualche link in aggiunta, anzi sono molto favorevole.
    Quindi resto in attesa e a presto.
    Un abbraccio anche a te

    RispondiElimina
  77. Benissimo, ti ringrazio per il tuo consenso. Ho già provveduto ad inserire dei link molto utili.

    Di seguito il post:

    La Divina Misericordia

    Carissimi fratelli e sorelle, è dovere di ogni cristiano parlare
    del Signore Gesù Cristo, il quale è l'unica fonte di salvezza.
    Non possiamo permettere che tanti fratelli nel mondo si perdano
    seguendo le vie sbagliate del peccato. Tutti abbiamo fame e sete di Dio,
    anche il più miserabile dei peccatori, solo che molti non lo sanno.
    La ricerca di Dio sfocia nelle strade sbagliate;
    Ecco le insoddisfazioni, le amarezze, le delusioni.
    Sant'Agostino scrisse nel libro delle Confessioni:
    “Tardi ti ho amato, bellezza tanto antica e tanto nuova, tardi ti ho amato. Ed ecco che tu stavi dentro di me e io ero fuori e là ti cercavo…. Ti ho gustato e ora ho fame e sete di te. Mi hai toccato e ora ardo dal desiderio di conseguire la tua pace”
    Questo ci comunica che Dio è dentro di noi, ma noi lo cerchiamo nei posti più disparati, non trovandoLo.
    La ragione per cui sono qui tuttavia, oltre che parlare della ricerca di Dio è un'altra:
    Farvi conoscere la Divina Misericordia di nostro Signore Gesù Cristo.
    Il 22 febbraio 1931, Gesù apparve ad una suora in Polonia: Il suo nome era Suor Faustina Kowalska.
    Alcuni di voi la conosceranno, altri meno. Suor Faustina Kowalska, oggi una delle più conosciute sante
    della Chiesa Cattolica, scrisse nel suo diario:
    “Vidi il signore Gesù: una mano alzata per benedire, mentre l’altra toccava sul petto la veste, che lasciava uscire due grandi raggi, rosso l’uno e l’altro pallido. Dopo un istante Gesù mi disse: dipingi un’immagine secondo il modello che vedi, con sotto la scritta: Gesù confido in te! Voglio che l’immagine che dipingerai con il pennello, venga solennemente benedetta nella prima domenica dopo Pasqua: questa domenica deve essere la festa della Misericordia”
    Il 30 aprile 2000 il compianto Papa Giovanni Paolo II, canonizzò Suor Faustina elevandola alla gloria degli altari e istituì la festa della Divina Misericordia.
    Il motivo per cui vi parlo di questo culto lo spiegherò con semplici parole:
    La salvezza delle vostre anime. Gesù disse a Santa Faustina:
    "“Quanto più grande è la miseria degli uomini, tanto maggior diritto hanno alla Mia Misericordia, perché desidero salvarli tutti.

    Prima di venire come Giudice spalancherò tutta la grande porta della Mia Misericordia.

    Chi non vuol passare per questa porta, dovrà passare per quella della Mia Giustizia”."

    Molte profezie dei santi, indicano che siamo vicini alla fine dei tempi e Gesù stesso disse,
    sempre nelle apparizioni a Santa Faustina:
    "Scrivi ciò…Prima di venire come giusto giudice, vengo prima come Re di Misericordia. Prima della venuta del Giorno della Giustizia, ci sarà un segno nel Cielo dato agli uomini. Ogni luce sarà spenta nel Cielo e sulla terra. Allora apparirà dal Cielo il Segno della Croce. Da ciascuna delle piaghe delle mie mani e dei miei piedi, usciranno delle luci che rischiareranno la terra per un istante…".
    "L'umanità non troverà la pace fino a quando essa non conoscerà il Mio Messaggio e non lo metterà in pratica".

    La cosa che davvero colpisce è che molte profezie dei santi in tempi e spazi diversi parlano della stessissima cosa:
    Tre giorni di buio, un grande segno nel cielo.

    Sempre dal diario di suor Faustina, Gesù disse alla santa:
    "Preparerai il mondo alla mia ultima venuta (Diario, 429)"

    RispondiElimina
  78. Ora la domanda e la risposta sono semplici:
    Perchè Gesù è venuto a donarci questo culto a cui sono legate tantissime promesse di grazie (ve ne parlerò di seguito)?
    Per salvarci tutti, prima che Lui ritorni. Anche se il Signore dovesse tardare ad arrivare, non dobbiamo comportarci
    come gli ubriaconi. E comunque ricordiamoci che la fine dei tempi, non è solo quella di cui parlano le Sacre Scritture,
    ma c'è anche la fine del tempo di ciascuno. Teniamo sempre in mente che prima o poi lasceremo questa terra. Non sappiamo se
    in questa vita avremo l'onore di vedere la seconda venuta del Cristo nostro Signore, ma sappiamo che un giorno,
    al termine del nostro tempo su questa terra, dovremo rispondere di tutti i nostri peccati davanti all'eterno Giudice.
    Quindi in un senso o nell'altro è da prendere seriamente in considerazione la Divina
    Misericordia di nostro Signore Gesù Cristo.

    Il culto consiste nel porsi in preghiera davanti al dipinto o immagine della Divina Misericordia e nel recitare la coroncina
    ad essa associata, e soprattutto recitare la novena partendo dal Venerdì Santo fino al sabato della settimana successiva,
    ovvero il giorno prima in cui si celebra la Divina Misericordia (la seconda domenica di Pasqua). Confessandosi e partecipando
    degnamente all'Eucarestia nel giorno in cui si celebra la Divina Misericordia, Gesù ha promesso la remissione totale dei peccati e dei castighi. E' stato definito
    un secondo battesimo per la sua potenza di remissione totale. Il battesimo ovviamente è importantissimo e necessario e viene prima di tutti i sacramenti, perchè fa diventare figli di Dio e fa
    nascere nello spirito. Oltretutto Gesù disse: "Chi sarà battezzato e crederà in me, sarà salvo". Per cui chi non fosse ancora battezzato, si faccia prima di battezzare.
    Che dire, dobbiamo ringraziare ancora una volta il Signore per averci fatto dono di una grazia
    così enorme.

    Ora vi parlo delle promesse di grazie legate al culto, come vi ho già accennato fra le parentesi poche righe sopra.

    RispondiElimina
  79. Ecco le promesse di Gesù:

    "Con questa coroncina otterrai qualsiasi grazia, se quello che chiedi è conforme alla Mia volontà.

    La Mia Misericordia avvolgerà in vita e specialmente nell'ora della morte le anime che reciteranno questa coroncina.

    I sacerdoti la raccomandino a chi vive nel peccato come una tavola di salvezza.

    Se verrà recitata accanto a un moribondo, Mi metterò fra il Padre e l'anima agonizzante non come giusto Giudice, ma come Salvatore Misericordioso."

    "Io do all'umanità un vaso col quale potrà andare ad attingere le grazie alla sorgente della Misericordia: questo vaso è l'immagine con questa iscrizione: "Gesù, io confido in Te!".


    La mia testimonianza sulla Divina Misericordia.


    Nei giorni precedenti la Pasqua del 2009 (l'anno corrente), ho vissuto delle angosce interiori terribili. Fu allora
    che iniziai a conoscere questo bellissimo e grandissimo culto. Un giorno in particolare, mi posi davanti all'immagine
    di Gesù Misericordioso e sentii una pace interiore che non sperimentavo da molto tempo. Tutto questo è successo la settimana prima
    del giorno in cui si celebra la Divina Misericordia. Per me questo è un grande segno. La mia sofferenza enorme mi ha
    portato alla Fede negli anni precedenti e ancora una volta il Signore si è servito della sofferenza per far conoscere la Sua Misericordia. E' dall'aprile di quest'anno
    che è iniziata la mia devozione, che spero non avrà mai fine, alla Divina Misericordia. La mia vita è cambiata di nuovo da quel giorno,
    dopo un anno di sofferenze (in passato negli ultimi sei anni ho vissuto sofferenze peggiori e sempre e solo grazie alla Fede
    le ho superate tutte, senza l'aiuto di alcun farmaco). Sono qui a testimoniare con la mia vita che la Fede non solo tutto guarisce, ma aggiunge doni e fa crescere nello spirito.

    E' importante fratelli e sorelle. Se non lo fosse, non sarei qui a dirvelo e a ripetervelo:
    Rifugiatevi nella Divina Misericordia. Gesù aspetta ognuno di voi, qualsiasi peccato voi abbiate commesso Egli vi perdonerà, a condizione che non cadiate più.

    Iniziate fin da ora a documentarvi su questo santissimo e fruttuoso culto, non voluto dagli uomini ma da Dio.

    Di seguito i collegamenti utili;

    L'immagine di Gesù Misericordioso:

    http://nuke.sanpietroavenza.org/Portals/0/Gruppo%20Giovanni%20Paolo%20II/Gesù%20Misericordioso.jpg

    La coroncina alla Divina Misericordia:

    http://www.gesuconfidointe.org/dblog/articolo.asp?articolo=28

    La novena alla Divina Misericordia:

    http://www.pregate.it/gmis1.htm

    Portale dove sarà possibile approfondire:

    http://www.festadelladivinamisericordia.com/

    Si consiglia vivamente di consultare tutto quello che c'è da sapere all'interno del sito del link precedente. E' importante.
    Leggasi in particolar modo le promesse di Gesù.

    Possa la benedizione del Signore scendere su di voi e vi perdoni tutti i peccati mediante la Sua Divina Misericordia.

    Vi abbraccio fraternamente con l'augurio che un giorno possiamo godere tutti insieme della visione
    Santissima del Volto di Dio, nel Suo Regno, per la vita eterna.

    Gesù, io confido in te.

    RispondiElimina
  80. Vedo che l'hai già pubblicato. Ti ringrazio infinitamente. Inoltre vorrei chiederti di apportare una piccola correzione dove c'è scritto:
    " Per cui chi non fosse ancora battezzato, si faccia prima di battezzare." Dovresti eliminare il "di" fra la parola "prima" e "battezzare".
    Ti ringrazio ancora una volta e ti abbraccio fraternamente.

    Cristo ti sostenga.

    Mik

    RispondiElimina
  81. Grazie a te Mik, perchè hai aperto anche i miei occhi sulla Divina Misericordia. Penso davvero che tu sia stato portato qui. Possa Cristo sostenere te nella tua lotta, ogni giorno.

    PS Correggerò subito.

    RispondiElimina
  82. Grazie ancora una volta per la tua disponibilità.
    Tra l'altro colgo l'occasione per complimentarmi con te per questo blog cattolico aggiornatissimo. Ti ringrazio per la tua opera di evangelizzazione.

    Per qualsiasi cosa, ti lascio il mio indirizzo e-mail. Quando vuoi sono a tua completa disposizione:

    mikhaelarch@gmail.com

    Un abbraccio,
    Mik

    RispondiElimina
  83. Lo stesso vale per me, Mik. Sono a tua completa disposizione.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  84. salve Angel e ciao a Mik,sono Annalisa,ho già parlato un po con Angel se ricorda,però vorrei chiedere alcune cose a Mik.Come potrai leggere un po più su, anche io sono una "peccatrice di quelle"e anche incallita...purtroppo è da piccola che sono caduta in peccato,ma solo con l'età della ragione e maturità capivo ogni volta che era peccato e anche grave,solo che ogni volta mi dicevo di non farlo piu ma puntualmente..non immagini col passare del tempo questa cosa mi disgustasse e mi facesse star tanto male interiormente!poi da quando ho scoperto questo sito,ed ho parlato con Angel,va molto meglio,non so,qualcosa di piu forte mi è scattato dentro,e spero durerà per sempre!ieri ho letto ciò che hai scritto riguardo la Divina Misericordia,del Rosario,di tutto insomma,è molto bello,ma vorrei capirci un po di piu!per esempio se puoi spiegarmi come si dice grano per grano.Ho visto ma non c'è una disegno per seguire meglio,e credo che ci capirei di piu.magari se ti do la mia mail,mi potresti mandare uno schemino,te ne sarei molto ma molto grata,perchè sento che devo farlo dopo aver letto,e ne sono felice.Poi se si puo dire tutti i giorni come il classico Rosario,ed ho letto che c' è anche un orario non so.Insomma illuminami un po su queste cose.aspetto tue notizie....a presto...ciao!ps:Ciao anche a te Angel(la mia mail è:annalisa.pirone@alice.it)

    RispondiElimina
  85. Carissima Annalisa, sono felicissimo che Gesù sia entrato nella tua vita. Le battaglie sono difficili da combattere ma noi abbiamo un'arma molto potente: La Preghiera. Inoltre, ricordiamoci sempre della presenza della Santissima Vergine Maria, Madre di Dio e Madre nostra tenerissima. Riguardo alla coroncina alla Divina Misericordia, sì c'è un orario: Le 15:00. Questo orario è stato voluto da Gesù, perchè è in quell'ora che è stata donata la Sua Divina Misericordia all'umanità; Quando Lui spirò e il soldato trafisse il Suo venerabilissimo costato, uscirono sangue ed acqua: I raggi rossi e azzurri che si vedono nell'immagine li rappresentano. In quell'ora sono spalancate le porte della Sua Misericordia infinita, che non conosce limiti, per tutta l'umanità. Ti manderò uno schema per e-mail come richiesto.

    Ti saluto carissima sorella e fatti forza in questa battaglia terribile. Anche io la sto combattendo e spero ti possa essere di consolazione perchè non sei sola. Ma come vedi il Signore ci chiama ad uscirne vittoriosi. Anche se ci sentiamo indegni davanti alla Sua Santissima e Divinissima Presenza, ricordiamoci che Lui va in cerca proprio di noi anime afflitte, miserabili. Lui stesso ci dice nel Vangelo: Non sono i sani ad aver bisogno del medico, ma i malati. Ecco, noi siamo i malati. Abbiamo bisogno delle Sue amorevolissime cure. Preghiamo perchè un giorno possiamo divenire degni del Suo Amore e della Sua Presenza.

    Ti abbraccio e abbraccio anche il nostro fratello Angel.

    RispondiElimina
  86. grazie infinite che mi hai risposto!hai proprio ragione,sono bellissime e sante parole le tue.spero proprio con tutto il cuore di uscirne e per sempre,se continua cosi però credo di essere sulla buona strada!di tanti peccati,questo è sicuramente il piu sporco e dannato che esista,mi dispiace solo di non essermi fermata molto prima.Come ti ho detto è incominciato da piccola e non so neanche come,purtroppo ho ricevuto anche importanti sacramenti (comunione,cresima)in totale peccato perchè non ho mai avuto il coraggio di confessarlo,però da qualche anno ho trovato il coraggio grazie anche ad un prete(l'unico)che mi ha ispirato subito fiducia e istinto di farlo.Sicuramente sono stata illuminata dallo Spirito Santo,e ne sono proprio felice...anche se poi ci sono ricaduta altre volte!l'ultima confessione è stata dopo che ho parlato con Angel, e ora mi sento proprio bene,anche se ogni volta che mi confesserò chiederò sempre perdono per ciò che ho fatto.Grazie comunque per le tue parole di conforto,e spero ancora di parlare con te..ma di cose buone:-)ciao.Annalisa

    RispondiElimina
  87. ps:ma alle tre dovrei iniziare a dirlo?o devo farlo prima'scusa sono sempre io Annalisa

    RispondiElimina
  88. Anche io vi saluto entrambi con affetto: Annalisa, non ti preoccupare, mi ricordo benissimo di te. Sono contento che parliate tra di voi, anche perchè alla fine, è uniti tutti insieme che possiamo battere questo male: se Gesù ci ha uniti, Gesù ci libererà insieme. Ancora un caro saluto sia a te Annalisa che a te Mik!

    RispondiElimina
  89. l'uomo che spala la neve03 settembre 2009 23:28

    intanto qui c'è qualcosa che non quadra proprio: partiamo con calma e dall'inizio:(di nuovo)"peccato masturbatorio" termine molto poetico tanto quanto vuoto di significato, pensare di, con le proprie azioni, manomettere o intaccare la "santità" di dio è una affermazione ben più che luciferina...in quanto ci si deve per forza porre al suo stesso livello, o "abbassarlo" al "vostro".

    Pensare che masturbarsi sia in qualche modo un male solo perchè nel vangelo non se ne fa menzione come attività consentita è un ragionamento che avrebbe fatto impensierire anche gli scolastici, cercare poi di dedurne la sua presunta malvagità da frasi ampliamente interpretabili è mancanza di onestà intellettuale quando va bene follia pura quando va male!

    se si pensa che la masturbazione possa provocare dipendenza e quindi perdita di tempo altrimenti meglio utilizzabile è un altro discorso non trattabile in questa sede.

    a quell'altro che dice che non credendo nel demonio è come non credere nel vangelo(qui si rasenta il delirio) gli rispondo di credere allora che IO SONO DIO visto che è stato preoprio gesù a dire VOI siete Dio e a quelli che per questo volevano lapidarlo fa presente che non l'ha mica detto lui per primo ma la Legge.

    se l'astinenza provoca un dolore mentale questa è proprio la via per mancare la ricongiunzione al vostro dio in quanto provando dolore sono IO a provarlo, così non faccio altro che affermarmi ancora di più come uomo e separami dall'unità col divino; nessun dio buono vorrebbe che qualcuno provasse dolore per astinenza (faccio notare che il dolore fisico equivale a quello mentale e viceversa).

    in definitiva peccato un cavolo a dio e a gesù non frega un cavolo se uno si fa una sega, poichè primo non contravviene alla regola doro, secondo alla reinterpretazione cristianica delle tavole della legge ne alle medesime. ergo non può essere bollata come peccato...e poi chi assicura che proprio gesù non la praticasse? gran parte di queste discussioni sono ben peggio di case costruite sulla sabbia.

    qui parla un (dio-antropomorfico-iracondo-influenzabile-persuadibile-mediante-preghiere-chiesistico) non credente

    RispondiElimina
  90. Per risponderti mi ci vorrebbe un trattato, ma penso di poter fare un sunto. Innanzitutto come si fa a capire quando qualcosa è sbagliato? La coscienza e i sensi di colpa. Ed è esattamente ciò che proviamo, o meglio sentiamo, quando compiamo quell'atto. Molti di voi lo giustificano, altri ci provano, ma nessuno si avvicina alla vera realtà dei fatti.
    Punto secondo: quando compio l'atto, sento il male aumentare dentro di me a dismisura e pensieri brutti mi si affollano in mente, soprattutto contro Dio.
    Punto terzo, non riesco a più a pregare nè a parlare con Gesù. Questi sono tutti fattori che spiegano perchè io considero la masturbazione unodei peccati più devastanti dell'anima, senza parlare del fatto che Gesù molte volte diceva che chi è schiavo della carne va incontro alla morte.
    Se poi tu mi dici certe cose sul dolore e la sofferenza, significa che sei o confuso o molto lontano dalla Parola di Dio. Gesù diceva infatti beati chi soffre perché di essi è il Regno dei Cieli. Soffrire oggi ci porta ancora di più in comunione con Gesù e lasciatelo dire da qualcuno che ha passato momenti davvero brutti, dove ho scoperto quanto importante fosse Gesù e la sua vicinanza a me. Ecco perché accetto il dolore: tra l'altro, un dolore leggero perché meno ci pensi e meglio stai.
    Sull'ultima parte non ti voglio rispondere perché hai detto una cosa che non avresti assolutamente dovuto dire.
    Spero solo che un giorno capirai che il rapporto con Gesù lo si vive dentro, giorno dopo giorno e che amarlo significa anche saper rinunciare alla propria vita. Un saluto

    RispondiElimina
  91. Carissimo uomo che spala etc. Sono contento che tu mi abbia definito un folle. Oltretutto chi non conosce Gesù Cristo e non è Suo discepolo, tutte queste non le può capire. Dunque, visto che vivi nell'ignoranza del peccato e dell'ateismo, oltre che della volgarità, i tuoi commenti non li sento assolutamente come un attacco personale, ma anzi chiedo a Cristo di avere pietà di te. Chi vive nel mondo capisce solo le cose del mondo. Tu sei del mondo e capisci solo le cose del mondo. Dove vedi che io mi sono definito "un dio"? Solo perchè uno comprende, osserva e sa spiegare la parola di Cristo, non vuol dire essere "un dio". Quello che io dico sempre: Hanno messo in croce il Signore Dio Gesù Cristo, non può essere altrimenti con noi uomini che siamo infinitamente miserabili.

    Ti perdono e pregherò per te.

    Un abbraccio,
    Mik

    RispondiElimina
  92. Rieccomi qui. Ho avuto dei problemi di connessione e ora ho un pò di tempo per rispondere con più calma. Evidentemente "uomo che spala", se tu prendi le difese di questo peccato, vuol dire che ne sei assoggettato. San Paolo ha denunziato le opere della carne, Gesù Cristo ha detto che chi desidera una donna, commette adulterio nel suo cuore. Ora, se solo desiderare è commettere adulterio, quindi peccato, figuriamoci compiere l'atto autoerotico; Oltre al desiderare la donna, si commette un atto impuro verso la propria carne che è tempio dello Spirito Santo. La Chiesa non è soltanto un edificio di marmo dove i fedeli si recano per pregare. La Chiesa siamo noi cristiani, con i nostri corpi, perchè lo Spirito Santo vive in noi. Gesù disse: Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso lui» (Gv 14,23)

    Amare Cristo è osservare la Sua Parola e quando questo accade il Padre (Dio) ci ama e Lui e il Figlio vengono a prendere dimora nel nostro cuore.

    Ora, tu chiami folle me perchè ascolto e metto in pratica la Parola di Dio. Dovrei essere io a chiamare folle te, che ascolti l'uomo e metti in pratica l'opera dell'uomo. Col tuo comportamento cosa credi dimostrare? Dimostri di essere un cinico, uno che non osserva la parola di Dio. Se fossi un folle, dovrei essere rinchiuso un manicomio, non dovrei nemmeno riuscire a mettere insieme due sillabe... Vedi, tu giudichi secondo il tuo parere, non secondo Verità. E comunque il Giudizio lasciamolo a Dio. Ora, se tu mi chiami folle perchè faccio la Volontà di Dio, io gioisco, perchè essere perseguitati a causa di Gesù Cristo è il pane di noi cristiani. Oltremodo, sai perchè le tue parole mi lasciano tranquillo? Perchè il tuo giudizio, come dicevo sopra, è fondato sulle tue opinioni false e menzognere. Se ad esempio, un uomo è sano di mente e compie opere buone e un altro uomo vive nell'errore, giudicherà sicuramente male l'uomo che compie le opere buone. Ma l'uomo sano di mente è sano di mente nella verità, quindi le parole dell'uomo che vive nell'errore non contano proprio un bel nulla. Io temo solo il Giudizio di Dio, non la critica (perchè di critica si tratta, dal momento che nessun uomo ha la facoltà di giudicare) dell'uomo. Inoltre anche io sono un uomo, miserabilissimo uomo, ma non mi sono mai permesso di andare ad insultare una persona per la sua buona condotta e nemmeno se si comportasse male. Se sei venuto a seminare zizzania, per turbare la nostra pace e mettere in pericolo i nostri buoni propositi, sei capitato nel posto sbagliato. Se non condividi le nostre idee e il nostro credo, puoi esprimerti in un modo più civile, esponendo il tuo pensiero con un italiano assente da volgarità. Ma se assumi un atteggiamento presuntuoso per importi sugli altri, credendoti di essere superiore a quest'ultimi, sei davvero fuori strada. Ricordati che sei un uomo, come io sono un uomo e come gli altri sono uomini. Non sei una specie evoluta solo perchè segui dei prencipi sbagliati, sia moralmente sia spiritualmente. Mi stupisce poi, nonostante gli avvertimenti di Dio, quali terremoti e morti, non tocchino il cuore umano e quest'ultimo continua a sentirsi il padrone del mondo. Cosa credete, di essere immortali? Come se un giorno l'uomo non dovesse rendere conto, al termine della sua vita, di tutti i peccati commessi, davanti a Dio.

    Ripeto, pregherò Maria Santissima che scioglie i nodi, affinchè sciolga il tuo di nodo: Quello della superbia e della durezza di cuore.

    Ti abbraccio fratello, anche se tu mi chiami folle e mi detesti.

    Mik

    RispondiElimina
  93. Mik apprezzo il tuo intervento, però ricordiamoci sempre che il malato ha bisogno del medico e non chi è sano. Con questo voglio dire, che noi dobbiamo anche saper sopportare chi non capisce e cercare di aprire i suoi occhi. Se poi questa persona non vuole aprire gli occhi, allora, come disse Gesù ai discepoli ai tempi: "Se in qualche luogo non vi riceveranno e non vi ascolteranno, andandovene, scuotete la polvere di sotto ai vostri piedi, a testimonianza per loro".
    Tu hai detto cose giustissime, speriamo solo che chi ha lasciato il messaggio torni per leggerle. Però penso che bisogna cercare di non essere troppo al di sopra, respingendo subito chi ci avversa. Anche Paolo avversava Gesù, ma poi sappiamo tutti come è finita. A volte commettiamo l'errore di farci prendere dalla foga e commettiamo lo sbaglio di presentarci come al di sopra, mentre noi non siamo al di sopra di nessuno. Mik, spero che non fraintendi ciò che ti sto dicendo: non è contro di te, ma in generale per tutti quelli che come me e te, a volte si lasciano trasportare dai sentimenti.
    Perciò, uomo che spala, io ti dico solo di dare ascolto non alle nostre di parole, ma a quelle di Gesù e a quelle che solo il tuo cuore ti dice, ma che tu ignori e reprimi. Vedrai che la verità verrà da dentro di te. Un saluto ad entrambi

    RispondiElimina
  94. Non preoccuparti Angel, comprendo benissimo quanto hai detto.
    Anche se, non mi sembra di averlo respinto, o perlomeno non era mia intenzinoe.
    E non mi sembra nemmeno di essermi messo al di sopra di lui. Anzi, sono il primo a ritenermi il peggiore fra tutti gli uomini. Quando i santi parlavano e "rimproveravano" i fratelli, non lo facevano perchè si ritenevano migliori degli altri, ma parlavano della Verità come loro la conoscevano, affinchè il fratello si ravvedesse e scegliesse la retta via. Io mi sforzo di fare lo stesso, senza impormi, senza ritenermi superiore, ma cerco soltanto di far comprendere l'errore commesso, non solo quello commesso nei miei confronti (anche se io gli insulti li accetto senza rispondere allo stesso modo) ma anche per far comprendere l'errore commesso in generale. Non sono un santo, magari lo fossi, ma mi sforzo di diventarci. Se ho peccato di presunzione solo Dio lo sa, può perdonarmi e comprendere la mia debolezza, anche se le mie intenzioni non erano circondate dalla superbia. Forse avrei dovuto porgere semplicemente l'altra guancia, cosa che non ho saputo fare in questo giorno.

    Che fare, se non affidarsi a Gesù Cristo che venga a strappare le erbacce della zizzania.

    RispondiElimina
  95. Mik, la mia non era affatto una critica, ma solo una considerazione che mi viene da fare perché molti ci accusano di superbia proprio perché a volte non siamo in grado di misurare le parole. Tutto qui. Per il resto ti ringrazio per la tua presenza costante e per i tuoi interventi. Un caro saluto

    RispondiElimina
  96. Assolutamente non l'ho vista come una critica. Ci tenevo soltanto a ribadire le mie intenzioni.

    Come sempre concordo con quanto hai detto.

    Rinnovo i miei saluti e comunque sono io che devo ringraziarti.

    Mik

    RispondiElimina
  97. grazie mik,ora ho capito come devo fare!quindi posso dirla tutti i giorni come il normale Rosario?perchè avevo letto che c'erano anche dei giorni.Comunque grazie e a presto!annalisa

    RispondiElimina
  98. l'uomo che spala la neve05 settembre 2009 00:10

    bhe devo dire che la retorica da bottegaio non vi manca...se al posto di citare in modo sconsiderato e puramente intellettualistico frasi di qualcun altro e cominciaste a pensare con la vostra testa (se dio ve ne ha dato un è proprio per pensare non per recitare il vangelo) forse vi accorgereste della bassezza della vostra morale filistea.

    intanto le vostre risposte non rispondono a nessuna delle mie critiche; ma la cosa importante è attenersi al tema del post ovvero la presunta peccaminosità della masturbazione. Ora tenendo conto della legge di mosè, della sua rivisitazione da parte di gesu, e della regola aurea non mi pare affatto che l'autoerotismo possa vantare dello statuto di peccato, è bene notare che la mia critica investe dall'interno le vostre (malsane quanto infondate) credenze, non ho bisogno di appellarmi a medici biologi credenti o meno.

    i vostri discorsi inoltre si sgretolano come neve al sole, parlate di cercare la verità ma sviate la discussione tirando in ballo gli argomenti più disparati: non conosci gesu, come si curano i malati, finta superbia, cavolo sembrate venditori di materassi non cercatori di verità.

    il vostro modo di pensare si adegua bene alle parabole dei pastori, belate tutti ugali senza saperne il motivo, proprio per questo avete bisogno di uomini (hegel li chiamerebbe) cosmico storici che vi guidino. da soli non riuscireste neppure a brucare, quelli come il sottoscritto che le domande se le pone seriamente e cerca di rispondervi non dà per scontato nulla perchè l'ha detto san quello o san questo, ma incessantemente cercano la verità in maniera faustiana anche a braccetto col demonio.

    giustamente io ascolto le parole di gesù e ciò che se ne puo trarre è di dubitare anche di cio che egli stesso dice e di verificare ddi persona la verità, voi condannate un gesto di per se impotente anzi peggio non sapete neppure motivare la sua malvagità senza far ricorso a frasi fatte o a finta benevolenza.

    la predica dela castità è un pubblico incitamento alla contronatura.ogni disprezzo della vita sessuale, ogni insozzamento della medesima mediante il concetto di impuro è il vero peccato contro lo spirito santo della vita

    dispregiatori del corpo, vivete un mondo aldilà del mondo togliete la voglia di vivere, siete la disfata del cristianismo, che per fortuna col vero cristianesimo non ha nulla a che fare, voi non siete la mia scala per la verità

    RispondiElimina
  99. Scusami, ma uomo che spala, tu sei cristiano? Come puoi definirti tale se metti in dubbio anche le parole di Gesù? Dove ci sarebbe la contraddittorietà? Poi dici che la verità si cerca anche a braccetto col demonio? Come puoi trovare la verità, andando a braccetto con l'inganno fatta persona. Tu sei sotto il suo inganno e nemmeno te ne rendi conto.
    E poi, tu dici che rispondiamo con frasi fatte. Ma io non ti ho risposto con frasi fatte. Io ti ho risposto, in base a ciò che ho provato e che provo. Io, dopo anni di dubbi, ho la certezza che quest'atto non sia retto dinanzi agli occhi di Dio, il quale nei suoi comandamenti, dice di non compiere atti impuri. Tu l'autoerotismo (tra l'altro atto egoistico) lo consideri puro? Consideri puro avere pensieri di un certo tipo o guardare immagini di un certo tipo? Non sarà che è troppo piacevole e per questo cerchi di giustificarlo con tutte le tue forze?
    satana è un abile ingannatore, ed è anche nella tua testa. Ciò che pensi di pensare, in realtà non è tuo. Tu pensi che sia giusto perchè lui te lo vuole far credere. E questo vale per tutte le cose che facciamo: noi cerchiamo sempre di giustificare quello che è contrario a Dio, perché ci piace troppo. Se la tua voglia di vivere è legata al piacere terreno, significa che il tuo cuore è lontano da Dio. Se invece il tuo cuore è vicino a Dio, credimi, non senti più il legame con il piacere. La nostra vita è un passaggio importante per guadagnarci la vera vita: se cedi alle seduzioni di questo mondo, difficilmente la vedrai la vera vita. D'altronde, chi trova Gesù, ha trovato tutto nella vita: non ha bisogno di nient'altro. E poi comunque noi non demonizziamo il sesso, anche perché è l'uomo che l'ha fatto. Il sesso è un dono che va vissuto tra uomo e donna all'interno del matrimonio. Ma l'uomo ha aumentato la sua perversione e ora fa girare il mondo intero solo intorno al piacere sessuale.
    Quindi non guardare troppo al piacere e alla sua necessità: ma pensa sempre cosa farebbe Gesù al mio posto? Cosa direbbe Gesù nel vedermi, visto che lui è sempre accanto a noi? Pensaci bene e prova a smettere: vedrai che all'inizio non ci riuscirai perché sei schiavo inconsapevole. E guarda alle parole di Gesù perché sono le uniche parole prive di contraddittorietà. Un saluto

    RispondiElimina
  100. l'uomo che spala la neve05 settembre 2009 14:47

    non la parola di gesu metto in dubbio, ma la vostra distorta versione.

    "gesù diceva beati chi soffre perche di essi è il regno dei cieli", "san paolo ha denuziato...", "gesù ha detto...", "gesu disse chi ama osserverà lamia parola...","come disse Gesù se in qualche luogo non vi ascolteranno...", e volete dirmi che non citate e che non rispondete per frasi fatte? ma fatemi il piacere!

    quel che volevo dimostrare è stato dimostrato in modo coerente, forse non avrei dovuto scndere qui al mercato dove dove la gente dice di amarsi, ma poi chiama i propri simili "miserabili", chi si disprezza chiamandosi miserabili non potrà mai amare gli altri.

    state bene rinchiusi nelle vostre chiese a pregare divinità pagane a vostra insaputa, svalutando la vita e di conseguenza chi l'ha creata

    e qui chiudo perchè con i sordi non si può parlare, vi consiglio di farvi una cultura evangelica che vada oltre il catechismo o le prediche domenicali, poichè la stà la vera demagogia

    RispondiElimina
  101. E' evidente la tua avversità nei nostri confronti. A braccetto col demonio? Spero tu stia davvero scherzando... Stanne certo che il tuo seme di zizzania non attecchirà nel mio cuore e i tuoi tentativi di sviamento sono vani. Per quanto riguarda "l'uomo miserabile", si intende uomo che pecca. Anche io sono un miserabile. Non è un offesa, nè un termine dispregiativo, ma l'indicare la cattiva condotta dell'uomo. Io seguo Gesù Cristo e cerco di mettere in pratica la Sua parola e mi basta. Non ho bisogno che tu venga a dare consigli su come ci si debba comportare, perchè credimi, agli occhi di chi comprende le scritture, le tue parole sono davvero prive di vero senso cristiano. A me basta seguire Gesù Cristo e la Santissima Vergine Maria per santificarmi. Loro di sicuro mi condurranno sui sentieri giusti verso la Santità e la salvezza eterna. Non sarai tu che traccerai il mio cammino, stanne certo.

    Che la Virgo Potens e solo lei può, ti conduca davvero nel costato sacratissimo di Gesù Cristo.

    Se non vuoi ascoltare le nostre parole, va benissimo, ma ascolta le parole di Cristo.

    Noi evangelizzatori desideriamo soltanto condurre più anime possibili a Gesù Cristo, non a noi stessi. E se a volte noi cadiamo, siamo uomini e anche noi abbiamo bisogno di aiuto e quell'aiuto ce lo da Gesù Cristo.

    Se hai qualcosa contro di noi, dillo apertamente, senza fare tutti questi giri di parole. Pensare con la propria testa oltretutto è pericoloso per la salute spirituale. Ci si deve sforzare a guardare con gli occhi di Gesù. Una pecora non può condurre sè stessa. Solo il Pastore può condurre la pecora all'ovile. Così è con Gesù e il fedele. Inoltre noi non andiamo in Chiesa a pregare pagani, andiamo ad incontrare Gesù Cristo.

    La tua parlata apparentemente sembra buona, dal momento che hai buon utilizzo della lingua italiana, ma la sostanza è avariata, perchè non parli secondo la Verità di Cristo, ma parli secondo le tue idee.

    Sappi comunque che noi pregheremo per la tua salute spirituale, per il tuo solo bene.

    No, non siamo ipocriti, ci sforziamo semplicemente di fare la Volontà del Dio vivente.

    Cristo ti abbracci.

    Mik

    RispondiElimina
  102. Caro uomo che spala, tu dici che non metti in dubbio la parola di Gesù, però ti da fastidio quando la citiamo. Se tu non metti in dubbio la parola di Gesù, perché allora non la vuoi seguire, ma segui la tua testa? Chi ragiona solo con la testa, non capirà mai. Chi ragiona con il cuore e con gli occhi di Gesù, come dice Mik, può trovare la verità.
    Se poi dici che è ingiusto chiamarci miserabili, allora sei davvero lontano dalla Parola di Gesù. Cosa siamo noi, se non miserabili peccatori dinanzi agli occhi di Dio? L'umiltà ci rende migliori: cosa dovrei dire di me stesso? Bravo, sei forte e resistente? Potrei mai dire una cosa simile pur sapendo che sono debole? E come dovrei chiamare l'uomo di oggi? Grande potente signore?
    Per il resto concordo con Mik: non vogliamo fare paternali, tu sei libero di fare e pensare ciò che vuoi. L'unica cosa che possiamo dirti è leggi il Vangelo attentamente e da ascolto al tuo cuore, più che alla tua testa. Un saluto

    RispondiElimina
  103. l'uomo che spala la neve05 settembre 2009 22:42

    finalmente vi siete svelati per ciò che siete veramente: "Pensare con la propria testa oltretutto è pericoloso per la salute spirituale. Ci si deve sforzare a guardare con gli occhi di Gesù" questa è un eresia bella e buona, se incontri un antenato uccidilo, se incontri un santo uccidilo, bisogna andare avanti per conto proprio superare il mito del maestro!

    qui dimostrate tutta la vostra incompetenza in materia, gesù non ha mai detto niente riguardo al fatto di vedere il mondo come lui lo vede, non ha mai rivendicato di essere il migliore neppure in quello che faceva: infatti interpellato dai discepoli da chi dovevano andare in caso lui fosse morto rispondeva da Giacomo (il fratello) che in quanto a miracoli era di gran lunga superiore avendo fatto resuscitare ben 19 persone, fare miracoli non è affatto prerogativa divina "ciò che io potrò fare tu potrai fare"

    a coronare il mio ragionamento c'è proprio un adatta, "Se foste ciechi, non avreste alcun peccato; ma siccome dite: «Noi vediamo»"...ecco che allora vi sembra di poter stabilire cosa è bene e cosa no...a proposito parlate di verità ignorando che perfino gesù ignorava che cosa fosse, no so quindi di cosa parliate! state mettendo in ridicolo le vostre stesse credenze ripetendo menate da catechisti ben condite.

    ma non disperate la vostra chiesa fondata su pietra e santi inutili verrà erosa dall'acqua del tempo, il lento distaccarsi della massa da essa e il risveglio della coscienza comune lo dimostra, se i vangeli al giorno d'oggi non hanno più la forza di un tempo è merito di gente come voi, che incatena gli spiriti e si svilisce inutilmente. se persino uno come l'Anticristo di è reso conto che "la Chiesa é esattamente ciò contro cui Gesù predicò e contro cui insegnò ai suoi discepoli a combattere" mi sa che le vostre marie e santi non vi salveranno da voi stessi. gesù è una cosa, la chiesa un altra...la masturbazione un'altra ancora e con le altre non centra proprio nulla

    RispondiElimina
  104. Ciao Angel, sono Mik. Ho preparato un articolo-testimonianza per i fratelli. Se vuoi pubblicarlo sulle tue pagine sarò lieto di metterlo a tua disposizione. Se non vuoi non devi preoccuparti, troverò qualche spazio dove pubblicarlo e te ne renderò partecipe comunque. In un certo senso si ricollega al tema sulla deriva morale da te pubblicato, concentrandosi però sul tema della bestemmia che purtroppo dilaga sempre di più. Infine c'è una testimonianza personale per incoraggiare chi non è ancora nelle vie di Cristo. Fammi sapere.

    Un abbraccio,
    Mik

    RispondiElimina
  105. Continui ad accusare noi di eresia, quando le eresie le stai sparando tu e anche grosse.

    Nel Credo si professa la propria fede in Dio Padre, in Gesù Cristo, nello Spirito Santo e nella Santa Chiesa Cattolica. Inoltre ti ricordo che è su Pietro che Gesù Cristo ha fondato la Sua Chiesa e il Papa è discendente di Pietro. Quale religione più di questa può essere vicina a Gesù Cristo? Vuoi farci passare da criminali, quando il nostro scopo è solo quello di condurre le anime a Cristo. Dicci, cosa vuoi da noi veramente? Che smettiamo di evangelizzare? Te lo puoi scordare. Ad ogni battezzato sono state aperte le orecchie per l'ascolto della parola e la bocca per l'annunzio della parola ed è dovere di ogni battezzato, ascoltare, annunciare e mettere in pratica la parola. Tu invece cosa stai facendo, a parte seminare zizzania? Ancora non capisci che ogni battezzato è discepolo di Cristo ed ha il sacrosanto dovere di annunziarLo? Tu credi di seguire Cristo continuando nei tuoi peccati e ad andare a criticare chi spende il proprio tempo per la salvezza delle anime? Fai quello che vuoi.

    Un giorno saremo sottoposti al Giudizio di Dio e allora vedremo chi ha avuto ragione o torto in questa vita.

    Mik

    RispondiElimina
  106. Aggiungo:

    Come puoi dire che Cristo e la Chiesa sono due cose diverse, dal momento che Gesù Cristo si fa presente nel pane vivo, ogni domenica, nella Chiesa che tu rifiuti di riconoscere come casa di Dio? Ti stai ingannando da solo e vuoi ingannare anche gli altri. Ma ripeto, con me non riesci. E poi hai detto "superare il mito del maestro" e pretendi di conoscere il Vangelo? Gesù stesso ha detto (e ti cito il Vangelo anche se ti da fastidio): E non chiamate nessuno "padre" sulla terra, perché uno solo è il Padre vostro, quello del cielo. E non fatevi chiamare "maestri", perché uno solo è il vostro Maestro, il Cristo. >> (Mt 23, 9-10)

    Ora non dirmi che non dobbiamo chiamare "padre" il nostro genitore o il prete. E' come se avesse voluto dire: Non chiamate i falsi dei come vostri padri, perchè uno solo è il Padre vostro, il vero Dio". Questa è la mia interpretazione. Mentre su quella del maestro non c'è bisogno che mi spieghi, dal momento che lo dice Gesù stesso che il Maestro è il Cristo (Lui).

    Poi non capisco perchè ti da fastidio quando noi citiamo le frasi. "Rivestitevi dell'armatura di Dio". Questo ti fa pensare a qualcosa? Ce l'hai tanto con i santi, ma tu non li conosci nemmeno... Se non fossero santi, Gesù Cristo non li avrebbe scelti. San Paolo è stato illuminato da Cristo stesso sulla via di Damasco. Intendi dire che San Paolo non è santo? E restando in tema, San Paolo disse: "Non sono io che vivo, ma Cristo vive in me". Un cristiano che parla con le parole di Cristo, è un cristiano che è sicuro di non sbagliare. Forse farai parte di qualche setta o filosofia anticattolica che girano molto di questi giorni.

    E San Pio da Pietrelcina? Non rispondermi che è tutta una montatura della Chiesa per onorare un altro "pagano". San Pio da Pietrelcina è stato fedelissimo alla Chiesa Cattolica, in tutto e per tutto e Cristo lo ha segnato delle Sue piaghe. Ora non venirmi a dire che usava acido fenico come tante teste private della sapienza dello spirito dicono. Anche perchè i miracoli che lui ha operato con la potenza di Dio, sono stati analizzati, confermati e approvati. I santi che hanno seguito Cristo e sono stati fedeli alla Chiesa Cattolica, sono tutti stati protagonisti di miracoli che il Signore gli ha fatto operare. Come puoi ancora vedere i santi come "idoli", quando hanno speso la loro vita per Cristo Signore? I santi si venerano che è diverso dall'adorare. Solo Dio è meritevole di adorazione. Vedi che per tutto quello che dici, ho sempre una risposta pronta e coerente. Mentre le tue parole sono attacchi incoerenti che non hanno a che fare con quello che noi diciamo e facciamo. Non occorre essere intelligentone per capirlo.

    Ti saluto e ti abbraccio e grazie che ci odi così tanto io invece ti amo e pregherò per te.

    Mik

    RispondiElimina
  107. Allora Mik, attendo il tuo scritto. Per il resto, caro uomo che spala, per me valgono le stesse parole di Mik. Ti ripeto: non è seguendo il tuo pensiero che arriverai alla verità. Ma se non imparerai a seguire Gesù e a prendere la sua croce sulle tue spalle, non capirai mai nulla.
    Tu vorresti seguire Dio e mammona, ma non puoi seguire Dio e mammona. O segui uno o segui l'altro. Puoi scegliere la strada facile che ti da piacere oggi o la strada difficile che ti crea difficoltà, a volte sofferenza, ma che poi ti da beatitudine eterna. Questa è la scelta che devi compiere. Un saluto

    RispondiElimina
  108. Mik non ti preoccupare, puoi darmelo, lo pubblico qui, come l'altra volta. ho sempre voluto che questo spazio non fosse solo la mia parola, ma anche le parole di tutti voi. Perciò è sempre a disposizione di chiunque voglia parlare. Perciò attendo il tuo scritto.

    Un saluto fraterno

    RispondiElimina
  109. Carissimo Angel, lo pubblicherò non appena avrò apportato le giuste correzioni e modifiche. Ritornando poi alla questione di "uomo che spala", ho letto di persone che si inventano cose del tipo che Gesù ha detto di non credere ai papi, ai vescovi, ai santuari... Allora, verifichiamo una cosa semplice e concreta: A Lourdes è apparsa Maria per Volontà di Dio, primo. Punto secondo: E' di pochi giorni, sempre restando su Lourdes, la guarigione miracolosa di una donna che era malata di sclerosi laterale amiotrofica. Quindi, come si può ben vedere, le parole di certi "signoroni" che si inventano parole di Gesù che non ha mai detto, vengono smontate puntualmente da prodigi. E ancora "uomo che spala eresie" ha detto che Gesù ha combattuto contro la Chiesa. Dove, quando, come? Inoltre lui vuol dimostrare di conoscere le scritture, ma ogni parola che dice non combacia con i tasselli del Vangelo. Personalmente li ho letti tutti e quattro i vangeli e per tua sfortuna, caro "uomo che spala", li ho capiti tutti e ricordo bene molte cose di ciò che ho letto. E comunque, scusa? Per colpa nostra che i Vangeli perdono terreno? Casomai è il contrario. E' colpa di gente come te che molti cattolici non vanno più in Chiesa, perchè seguono il cattivo esempio di coloro che si costruiscono una fede-fai-da-te. Tra l'altro Angel ha detto bene: Non puoi seguire Dio e mammona. La Chiesa ha 2000 anni di storia e in questi millenni ha subìto ogni genere di attacco, ma come vedi è ancora in piedi. Purtroppo manca solo la gente che si è fatta sviare dai falsi profeti, ma se entri in una Chiesa, ti renderai conto che quel mistero è vivo e presente, oggi come duemila anni fa. "I primi saranno ultimi e gli ultimi i primi", questo ha detto Gesù, questo ci dice Gesù anche oggi e ce lo dirà fino all'ultimo giorno. Le parole, le idee, i costumi degli uomini cambiano, ma la Parola di Dio non cambia mai. Ho notato che cerchi di trovare il marcio anche dove non c'è. Ora spiegami questa cosa: Nei 10 comandamenti c'è scritto: Non commettere adulterio. Gesù ha detto che solo desiderare una donna in cuor proprio è commettere adulterio ed è ovvio che la masturbazione è peccato. Si usa il termine adulterio per indicare i peccati della carne. E' come per i comandamenti "non uccidere" e "non rubare". Mica c'è scritto: "Non strangolare, non mutilare" o "Non fregare, non rapinare" .... Non potevano mica usare certi termini, come "Non masturbarsi". E a proposito di comandamento: "Non testimoniare il falso". Dove vedi il falso nelle nostre parole? E ah, ora che ci penso, mi pare di aver letto che hai detto che Gesù non sapeva che cosa era la verità... Ma se Gesù stesso ha detto: "Io sono la Via, la Verità e la Vita". Vedi che il Vangelo non lo conosci per niente? E ancora: "Come il Padre ha mandato me, anch'io mando voi". E ancora: "Di nuovo Gesù parlò loro: «Io sono la luce del mondo; chi segue me, non camminerà nelle tenebre, ma avrà la luce della vita»" E disse anche: "Prima che Abramo fosse, Io Sono". Con queste parole si è rivelato come Dio. Quando il Signore si rivelò a Mosè disse: "Io Sono".

    RispondiElimina
  110. E continuo ancora: "Mc 12, 35-37
    Gesù continuava a parlare, insegnando nel tempio: «Come mai dicono gli scribi che il Messia è figlio di Davide? Davide stesso infatti ha detto, mosso dallo Spirito Santo: "Disse il Signore al mio Signore: Siedi alla mia destra, finché io ponga i tuoi nemici come sgabello ai tuoi piedi".
    Davide stesso lo chiama Signore: come dunque può essere suo figlio?». E la numerosa folla lo ascoltava volentieri."

    Ora "uomo che spala", non mi interessa se a te da fastidio che noi parliamo direttamente con le parole del Vangelo e non con la nostra testa, io continuo nel mio cammino, forte della convizione che lo Spirito Santo vive dentro di noi ed è Lui che ci guida e ci manda nel mondo ad evangelizzare. Siamo morti a noi stessi e rinati nello spirito, siamo diventati figli di Dio e fratelli di Cristo. Siamo stati battezzati nel nome della Santissima Trinità di cui ci sono degli accenni nel Vangelo. Smettila di vedere una Chiesa come un'organizzazione. Il giorno che vedrai la Chiesa Cattolica come Regno di Dio in Terra, capirai molte cose, ma fino a quando avrai una tua idea personale del Vangelo e non guardare con gli occhi di Gesù, continuerai a vivere nell'illusione di stare nel giusto allontanandoti dalla Chiesa. E comunque "vedere con gli occhi di Gesù", vuol dire comprendere ciò che Lui ha detto e metterlo in pratica. Ma se tu non comprendi il senso metaforico delle cose, sei invitato prima a riflettere e ad approfondire, prima di chiamare eretici persone che invece hanno solo buone intenzioni e lavorano per Gesù Cristo. Se non credi ai santi, alla Vergine Maria e a Gesù come Figlio di Dio e seconda persona della Santissima Trinità, continuerai a sguazzare nella melma della cecità spirituale. Anche perchè dici di non mettere in dubbio le parole di Gesù, però vedo che molte cose che Lui ha detto non le ricordi o semplicemente non le sai. Se vuoi ancora replicare ti aspetto. Sono sempre pronto ad essere insultato e deriso. L'hanno fatto con Gesù ed è normale che lo facciano anche con noi.

    Ah un'ultima cosa: Il Papa è una persona eccellente, ha speso tutta la sua intera vita per Gesù Cristo, ma naturalmente l'esercito del demonio inveisce contro di lui. Il male si scaglia contro Cristo e contro coloro che appartengono a Cristo. "Dai loro frutti li riconoscerete". Dai tuoi frutti, quindi, ti ho riconosciuto e non serve che tu aggiunga altre parole. Chi è contro la Chiesa, è contro Cristo e chi è contro Cristo non vive nella Verità.

    Sia lodato Gesù Cristo, mio, tuo, nostro, vostro Signore.

    Mik

    RispondiElimina
  111. Mik ha detto cose che sottoscrivo pienamente. Io so che la chiesa per ciò che ha fatto in passato non è vista più di buon occhio. Ma non della chiesa di Cristo è la colpa di tutto quello che è accaduto, ma degli uomini che si credevano dio in terra. Giovanni Paolo II ha riconosciuto gli errori commessi. Ma ci tengo sempre a distinguere la chiesa organizzazione umana, dalla chiesa terra spirituale e pietra di Cristo. Gesù ha fondato la Chiesa, come può essere contro di essa? Sia perché non è contro di essa? Perché la Chiesa sei tu, sono io, Mik, Annalisa e tutti coloro che amano e pregano il Signore Dio.
    So che tu pensi di essere in buona fede, caro uomo che spala, perché questa è la convinzione dei nostri tempi. D'altronde satana sta svolgendo bene il suo compito perché ha trovato l'uomo debole e attaccato ai piaceri terreni. Perciò ha portato confusione e ha screditato coloro che vengono nel nome del Signore. D'altronde è normale che il mondo ci insulti: infatti, se il mondo non ci insultasse o parlasse male di noi, non saremmo veri fratelli di Cristo. Perchè così come hanno perseguito Lui, così perseguitano noi. LA Verità, l'unica sacrosanta Verità è contenuta nel Vangelo di Gesù Cristo: se tu lo vuoi seguire, devi seguire le sue parole e non quelle della tua mente, perchè la tua mente è ingannatrice. Pensa a queste cose e non giudicarci a priori o perchè così gli altri ti mostrano Gesù in un certo modo. Gesù non può essere presentato, ma deve essere scoperto da te, non solo leggendo il Vangelo, ma vivendolo ogni giorno della tua vita. Ti prego, riflettici e prega il Signore Gesù di aprirti mente e cuore, per trovare la vera luce e Verità. Un abbraccio fraterno sia a te uomo che spala che a Mik.

    RispondiElimina
  112. l'uomo che spala...con mefistofele la neve07 settembre 2009 13:53

    devo dire che le vostre baggianate mi rallegrano, intanto non capite un "H" di quello che dico:

    ho citato Nietzsche (quello che il vostro amato papa tira sempre fuori), dove dice che se gesù avesse visto la chiesa com'è ora l'avrebbe sicuramente attaccata, quando pilato chiede a gesù cos'è la verita questo non sa cosa rispondere, secondo me la Biabbia o il vangelo lo avete letto nei sottotitoli delle messe che trasmettono in TV, se non sapreste che i comandamenti sono ben più di 10, che la revisione della legge di gesù ha istanze a volte assurde: tipo quando dice che si possono ripudiare le concubine ma non la moglie (quindi la poligamia è permessa), che fra i comandamenti vi è anche il divieto di non raffigurare cose animali o persone, quindi pittori scultori ecc commettono un beccato ben più grande della masturbazione, dato che tutto questo è esplicitamente vietato.

    Voi poi non capite un tubo dele mie metafore o allusioni, quando dico a braccetto con mefistofele (vuole essere chiamato così)...se non le capite andate a leggervi il Faust, e vedrete che alla fine viene salvato nonostante sia sempre stato in compagnia del diavolo, poiche la verità l'ha sempre cercata, e non credeva certo di trovare la pappa pronta nel vangelo (nonostante nen abbia studiata di "triste teologia")

    i miracoli riconosciuti al lourdes sono un cinquantina in 150 anni, con centinaia di milioni di visitatori che sperano in un miracolo...peccato che la possibilità di regressione spontanea di una malattia come sclerosi o il cancro ola paralisi è di 1 su 10000(diecimila) quindi direi che andare al lourdes è conroproducente per i miracoli!ah vorrei farvi notare che anche nelle altre zone di pellegrinaggio di "luoghi sacri" molto più visitati del del lourdes accadano i miracoli, tipo che prega il buddha, oppure un tempio scintoista ecc...(ma voi queste cose non potete saperle perche guadate solo il telegiornale e appena vedete che una vecchai si rialza in piedi gridate al miracolo, senza pensare che magari dio con queste cose non centra proprio nulla).

    di vergini che partoriscono divinità fatte uomo ne è pieno il mondo: Orfeo, Mitra, Arikrisna, Rama, se volete posso continuare un bel pò eh.
    poi far giocare la "santità" di una donna solo per la rottura o meno di una membrana mi sembra proprio una cazzata.

    S.tommaso: "maestro la mi abocca è totalmente incapace di esprimere a cosa somigli"
    Gesu:"non sono il tuo maestro, hai bevuto e ti sei ubriacato dell'acqua viva che ti ho offerto", questo per dimostrare che il fine del cristianesimo(non le assurdità da cateschismodi cui voi sembrate farciti) è la libertà non la dipendenza dal maestro. " forse la gente pensa che io sia venuto a portare la pace nel mondo non sanno che sono venuto a portare il conflitto nel mondo,la guerra,fuoco e ferro"

    RispondiElimina
  113. l'uomo che spala...con mefistofele la neve07 settembre 2009 13:54

    senza tener conto del fatto che il comma giovanneo dove si afferma la trinità dello spirito del padre e del figlio è un falso storico, inquanto nei primivangeli manoscritti ritrovati non se ne trova traccia, quindi qualche padre della chiesa l'ha aggiunto per sfizio, visto che dal restante corpus di scritti è impossibile dedurre la divinità di gesu.

    i vostri santi servono solo a far propaganda alla chiesa, chissà invece quanti santi ora oppure papi si trovano all'inferno in questo momento.

    la parola di dio cambia eccome con tutte le manomissioni fatte al vengelo (non alla bibbia) nel corso dei secoli come ad esempio i lpasso dell'adultera non esiste da nessuna parte, ma ovviamente voi leggete il giornaletto che la parrocchiia vi fa arrivare a casa, quindi non potete sapere come vanno le cose, le frasi del vangelo sono state storpiate in tutti i modi, al massimo possono essere delle linee guida, la verità va cercata per proprio conto non venerando santii e maddonne.

    chiesa casa di dio? ma dove? ma quando mai, dove si è illuminato gesu? nel deserto. dove si è illuminato buddah? sotto un albero. dove si è illuminato zoroastro nel deserto(guardacaso 40 giorni e 40 notti). c'erano chiese o templi lì?
    Atti 7, 47-49 " fu invece salomone che gli costruì una casa, ma l'altissimo non abita in luoghi costruitiper mano del''uomo, come dice il profeta:il cielo è il mio trono/e la terra lo sgabello dei miei piedi quale casa micostruirete dice il signore, o quale sarà il luogo del mio riposo?" e questo è quanto basta per smontarvi...

    RispondiElimina
  114. Ti rispondo semplicemente all'ultima frase: Non mi smonti per niente.

    Puoi dire tutto quello che vuoi, anche perchè di gente che cerca di negare in tutti i modi la divinità di Gesù Cristo ne è piena la rete. Mi sono imbattuto in queste persone, ma la mia Fede è ancora più grande di prima. Mi dispiace, la mia perseverazione ha vinto la tua zizzania.

    Cari saluti,
    Mik

    RispondiElimina
  115. P.S. Quando avrò più tempo ti risponderò con più calma.

    Mik

    RispondiElimina
  116. Eccomi di nuovo qui. Allora caro "uomo che spala", tutti questi discorsi sulle mitologie, li ho letti anche io, come ho letto anche la storia dei miracoli di Lourdes. C'è chi dice che Cristo è un personaggio pagano, somigliante al "dio sole" e che è nato nell'era dei pesci, per cui secondo questi mentecatti il Cristogramma "ichthys" è dovuto a questo o anche altri monogrammi raffiguranti un sole sarebbero da ricollegare al dio pagano. Maree di cavolate assurde. Non si sa più cosa inventarsi pur di screditare Cristo. Ora dimmi dove hai letto quando Gesù dice a Tommaso di essersi ubriacato? Citami la fonte per cortesia. Dunque, tu dici che Gesù Cristo non è venuto a portare la pace. E' vero, Simeone disse che sarebbe stato un "segno di contraddizione" e aggiunge: "Per svelare i pensieri di molti cuori". La divisione si è creata fra chi crede in Cristo e chi non crede e questa contraddizione infatti mostra i pensieri di chi crede: I giusti che compiono le opere buone; Chi non crede: Gli ingiusti che operano il male. Di conseguenza questo svela i pensieri dei giusti e degli ingiusti. Guarda che Gesù stesso disse, quando i genitori lo smarrirono e lo ritrovarono nel tempio: Non sapevate che io devo stare nella casa del Padre mio?» (Lc 2,48-49). Ora se Gesù chiama "casa del Padre" il tempio ci sarà un motivo. Ovviamente la casa intesa proprio come abitazione è il cielo, ma le chiese che sono tempi della cristianità, sono il luogo in cui il Signore viene ogni giorno. Oltretutto Dio è Onnipresente. E come ho già riportato qualche giorno fa, citando le parole di Gesù: "Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui". Vedi che pur il Padre sedendo sul Suo trono in cielo, va ad abitare nei cuori di tutti. Anche in questo si riconosce l'Onnipresenza di Dio e inoltre dicendo "verremo a lui", dimostra ancora una volta l'identità trinitaria. Ma poi, toglici una curiosità, perchè non si è ancora capito: Qual'è il tuo credo? A giudicare da come scrivi di Dio, mi viene da pensare che tu non abbia timore di Lui. Anche solo scrivere il Suo nome con le maiuscole è un atto di umiltà e lascia intravedere il timore delle persone. A me non sembra tu ne abbia ma puoi benissimo smentirmi, siamo qui apposta per chiarirci. Inoltre si è capito che non credi ai Vangeli, questo mi lascia dedurre molte cose sulla tua fede. Spero tu abbia capito che qualsiasi cosa dirai, non ci smuoverà dalla nostro credo in Gesù Cristo. Sono contento di averti "rallegrato", vuol dire che non facciamo poi così piangere, no?

    Come sempre aspetto qualsiasi tua risposta e sarò sempre lieto di rispondere (se il tempo lo permette).

    Ah mi raccomando, non dimenticarti di schernirci eh? Siamo qui apposta...

    Abbracci,
    Mik

    RispondiElimina
  117. Sinceramente uomo che spala, ti trovo un pò confuso. Sembra che tu abbia messo insieme pensieri provenienti da diverse persone (il che dimostra che tu stesso che predichi di cercare la verità, dici la verità di altri) e abbia così perso la bussola.
    Ciò che dici è alquanto confusionario. Ad esempio, a riguardo della concubina, sai qual è il significato del termine? Concubina vuol dire convivente, la fidanzata di oggi senza vincolo matrimoniale. Moglie è vincolo matrimoniale. Gesù ha fatto questa distinzione, ma non ha mai detto che allo stesso tempo l'uomo ha una moglie e una concubina.
    Ma queste sono altre questioni che i discepoli inviati da Gesù dopo la sua morte, hanno già più volte spiegato grazie alla forza dello Spirito Santo.
    In quanto al resto, tu paragoni a Gesù divinità create dall'uomo: buddha non esiste e solo creatura umana, così come lo era baahal. Non a caso le tre religioni più importanti e diffuse del pianeta hanno in comune lo stesso Dio, il che mostra ancora una volta la Sua universalità. Solo che l'uomo ha interpretato a suo modo i progetti di Dio e alcuni non hanno riconosciuto Gesù come Messia. Io riconosco Gesù come Messia perchè lo sento dentro di me (senza contare il sogno di cui ho già parlato).
    Tu cerchi Gesù mettendo a confronto le sue parole, perchè vai alla ricerca spasmodica della confutazione. Tu in realtà non cerchi la verità, ma cerchi solo il modo di negare l'innegabile, così come in passato fecero i farisei, i dottori della legge e i medici che negavano i miracoli (senza riuscirci!). Le parole di Gesù devono risuonare dentro di te e allora avrai la conferma della veridicità. Io non credo ad un libro, ma credo alla Parola di Dio perchè il Suo spirito le supporta. Persino prima della mia vera conversione, il solo leggere una frase del Vangelo mi creava meraviglia. Pur non credendo, le sentivo vivere dentro, ma non volevo dar importanza. Poi quando ho ripreso in mano la mia vita e le ho rilette, ho avuto la conferma di tutto. Gesù Cristo è davvero Salvatore del mondo e lo dimostra che non solo io provo cose simili, ma centinaia di persone nel mondo, alcune delle quali hanno avuto il privilegio di assistere a Gesù. Se tu non comincerai a mettere da parte l'orgoglio umano, la volontà di negare a tutti i costi e di sentirti liberi (da cosa poi non lo so, se non dal compiere il peccato che più ti piace)non capirai mai le nostre parole. Invece di guardare a Nietzsche, guarda a Gesù e alla Sua croce. Invece di guardare alla Chiesa-istituzione (che a volte può sbagliare) guarda alla Chiesa-comunità di Cristo. Perchè Gesù con Pietro ha dato inizia alla Chiesa, cioè a noi. Rifletti e a presto.

    RispondiElimina
  118. Bravissimo Angel, veramente i miei complimenti per aver saputo spiegare bene alcune cose che avrei voluto dire anche io.

    I dei della mitologia greca, non hanno dimsotrato proprio nulla, semplicemente perchè non esistono. Il Dio vivente di Abramo, di Isacco e di Giacobbe, Padre del nostro Signore Gesù Cristo invece nella storia ha dimostrato in innumerevoli occasioni la Sua esistenza. A me il nostro caro fratello "uomo che spala", fa sorridere quando ci fa passare per dei "catechisti", quando invece io parlo dalla pienezza della mia Fede e del mio amore in Cristo. Nemmeno le ricordo le cose che ho imparato al catechismo, quando lo frequentai anni fa. Io parlo secondo la Verità di Cristo che vivo, vedo, sento, secondo la Parola di Cristo che si rispecchia nei fatti della vita di tutti i giorni. Chi ha il cuore aperto la parola di Dio la comprende e la riconosce in tutte le cose che Egli ha detto.

    Ma se a lui piace chiamarci catechisti, contento lui.

    Un abbraccio Angel, un abbraccio a te "uomo che spala", dal tuo caro fratello "catechista".

    Mik

    RispondiElimina
  119. spalate voi che a me vien da ridere07 settembre 2009 19:13

    sei io cerco spasmodicamente la confutazione, voi l'affermazioe. quelle che tu chiami mitologie sono di uomini "realmente" esistiti, la loro realtà è certa tanto quanto quella dei gesù, cioè non testimoniata da nessuno storico, ma solo dai libri che ne parlano.
    io scrivo i nomi con le lettere che mi capitano sarebbe veramente ridicolo che dio di nome facesse "Dio", noto che le parti del vangelo che ti cito non le conosci, beh leggiti anche il vangelo di tommaso e gli altri, ma leggili bene senza il prete dietro che ti guarda.
    non avete ancora risposto al fatto che grandissima parte del vangelo è manomessa a causa dei padri della chiesa per questioni teologiche, ripeto il comma giovanneo (esplicitazione della trinità) non esiste, il passo della donna beccata in adulterio non esiste, come molti termini
    di largo uso nel vangelo "spirito" "dio" ecc scritti confusamente si sono mischiati ora risalire al testo originale è impossibile.

    se non siete convinti studiatevi il greco o l'aramaico e vediamo chi ha ragione. se credete a tutto ciò che vi propinano credete pure anche a babbo natale, comunque concubina è compagna oltre il matrimonio non fidanzata!

    poi dici buddha non esiste, ma sei impazzito o cosa! siddartha gautama non è esistito???

    la croce è un simbolo antico come la svastica di almeno 4000 annni, la prima divinità crocifissa (vi è una grossa differenza fra croce e crocifisso) è orfeo IV sec. a.c.
    il fatto che centinaia di persone credano no nprova nulla, 1000 anni fa tutti pensavano che il sole girasse attorno alla terra, non per questo era vero,
    anzi voi mi sembrate proprio quelli che qundo galileo chiese loro di guardare nel cannocchiale si rifiutarono dicendo che era uno strumento demoniaco" le lune di giove sono 7 e il sole non ha macchie" dissero.

    la vostra retorica da telefilm sdolcinati mi commuove, "devi sentire le parole vibrare dentro" e tutte le altre frasi da boy scout; approposito volete sapere quante divinità sono nate il 25 dicembre? quante da una vergine, tutte le 114 analogie fra l'insegnamento del "grande Veicolo e del "piccolo veicolo" oppure del sutra del loto sono plagiate dal cristianesimo?

    Gesù è il salvatore? Vero, ma voi non mi sembrate dei salvati o dei beati, sembrate dei pagliacci, chi mai temerebbe un dio buono? gesù non temeva nessun dio, penso che se persino gesù stesso vi dicesse che non era per niente divino non ci credereste, le vostre credenze non sono vere
    credete solo per sentito dire, perchè da bambini vi hanno indottrinato, i "salvati" sono salvati quindi non devono temere nulla neppure dio,

    sembrate catechiste superstiziose, timore di dio? ma va, dio mi perdonerà, infondo è il suo mestiere

    Mi piace il vostro Cristo, non mi piacciono i vostri cristiani. I vostri cristiani sono così diversi dal vostro Cristo

    RispondiElimina
  120. Tu invece non hai ancora risposto alla domanda: Qual'è il tuo credo? Te l'ha chiesto Angel, te l'ho chiesto io, ma continui a non rispondere. Peccato che io di telefilm non ne guardo. Se noi sembriamo catechiste superstiziose, tu, con tutto rispetto, mi sembri lo scienziato pazzo. Eppure strano, ci sono state persone peggiori che avversavano la Chiesa senza sosta e miracolosamente sono diventati cristiani cattolicissimi (casi recenti del secolo scorso). Vedo che continui ad offendere, nonostante noi ci stiamo astenendo dal farlo. Vedo che conosci molte cose, si vede che vai alla ricerca di un "dio" o semplicemente sei appassionato di storia. Ad ogni modo Angel non ha detto che Buddha non esiste, ma che era un uomo, non una divinità. Hai detto che noi non ti sembriamo dei "salvati" o dei "beati". Scusa, sei il Padreterno che decidi cosa noi siamo? Ma fammi il piacere. Bel mosaico di culture religiose ti sei fatto, peccato non ti servirà proprio a un bel niente. Temere Dio è giusto, dal momento che chi non Lo teme fa quel che gli pare, sbagliando e sottoponendosi al Suo Giudizio. Avere paura è un altro conto. Per forza di cose non credi alla Chiesa e i Vangeli: Se ti leggi la storia di tutte le religioni che discordano dal vero messaggio divino è normale che tu abbia un'idea confusa di Cristo. Anni fa dissero che avevano trovato il "teschio" di Gesù e se non erro in quella stessa occasione affermarono che egli facesse uso di droghe. Altre volte che Gesù avesse avuto dei figli con Maria Maddalena, solo perchè si sono basati sui libri di Dan Brown. Ne hanno dette di tutti i colori su Gesù Cristo, non mi stupisco che ora molti negano la sua esistenza, infangandola tirando in ballo mitologia, religioni di vario tipo e genere. Se per te "fede" vuol dire andare a scovare la verità alla ricerca di materiale storico, fa pure. Dopo che avrai fatto tutte le tue ricerche, fa il punto della situazione e vedi cosa hai da guadagnarci.

    Mi fa piacere che il nostro (e anche tuo) Cristo ti piaccia, in un certo senso non sei nemmeno troppo lontano dal conoscerlo.

    Dato che ti piace molto leggere, prova a leggere il miracolo delle statue e dipinti della Madonna che aprivano gli occhi nell'era di Napoleone. Fa le dovute ricerche, documentati e vieni a trarre qua le tue conclusioni. Anche se avrai da ridire, non importa, ma sono curioso di sapere il tuo parere a riguardo. Ed è una bella sfida, sapendo già in partenza che tu non ci credi e anzi ci deriderai col tuo ghigno sarcastico. Non ci sono quindi solo i miracoli di guarigioni, ma anche prodigi di altra natura. So già che dirai che è una montatura della Chiesa, ma tu trovami un miracolo documentato e confermato, invece di leggerti opere umane di migliaia di anni fa.

    E ultima domanda: Tu credi nella Bibbia? Difficile tu risponda, dato che hai dimostrato finora il piacere cinico di spalar cattiveria sul nostro conto e non riesci a fare un discorso civile e costruttivo. Proviamo a discutere e a mettere in tavola i nostri saperi, senza prenderla sul personale, vediamo che ne viene fuori, anche se come già saprai, la mia Fede resta quella che è. E non è una questione di principio.

    Saluti.

    RispondiElimina
  121. Wow, mi è capitato proprio a fagiuolo quest'articolo:
    http://fidesetratio.splinder.com/post/12841516/Miracoli+ed+eventi+soprannatur

    Parla proprio di miracoli e prodigi della religione cristiana e di altre religioni.

    Tra l'altro avevo già letto del miracolo di Lanciano.

    RispondiElimina
  122. chi spala scopre, chi scopre sà e regnerà07 settembre 2009 22:29

    "bel mosaico di culture religiose ti sei fatto, peccato non ti servirà proprio a un bel niente. Temere Dio è giusto" la conoscenza rende liberi, gesù per dire quel che dice di religione ne doveva conoscere abbastanza e parecchie, io credo "in ciò che vedo che sperimento" non credo a nulla perchè mi han detto che è così.

    "Se ti leggi la storia di tutte le religioni che discordano dal vero messaggio divino è normale che tu abbia un'idea confusa di Cristo" perchè la tua posizione ti permette di giudicare le altre religioni? esuberante anzi che no.

    il mio credo l'ho enunciato già nel primo messaggio "qui parla un (dio-antropomorfico-iracondo-influenzabile-persuadibile-mediante-preghiere-chiesistico) non credente" non credo in un dio che se ne và in giro per il paradiso terrestre a chiedere ad Adamo dov'è, che si incazza per niente e fa diluviare sul mondo, che si lascia persuadere da richieste come:"concedimi la grazia perchè ho fatto questo o quello"; le vostre preghiere non cambieranno proprio nulla, ciascuno è il fautore delle proprie azioni. strano che non ve ne foste accorti prima eppure l'ho detto già dal principio il mio credo non oso pensare cosa capiate delle scritture.

    i miracoli non mi interessano "il vero miracolo è mangiare quando si ha fame e bere quando si ha sete"

    spiegatemi una cosa dove pensate che se ne sia stato Gesù dai 12 ai 30 anni? a fare il falegname? e poi così d'un tratto si sia illuminato e abbia cominciato a predicare? oppure che forse se n'è andato in giro per il mondo a scoprire, provare cercare conoscere ecc?
    voi separate la "vostra" religione dalle "altre" così facendo date l'opposto di ciò che vuole Gesù:"sono forse un divisore?", lo dimostra il fatto di dire "aver fede"; chi a fede deve aver fede in qualcosa che è altro da sè, ciò è l'opposto dell' insegnamento di gesù che predica l'unione, anche con dio, quindi non posso aver fede in qualcosa che io sono, o comunque sarò...

    ma queste cose sono troppo avanti per mentalità medievali come le vostre. il timore permette alla vostra chiesa di mungervi come capre, la chiesa vi ha dato il "peccato" e lei giustamente ve lo toglie, al prezzo della vostra dignità, della vostra anima, della vostra testa, siete morti che camminano. non avete il chaos dentro, non potrete mai partorire stelle danzanti.

    Dio è morto, voi l'avete ucciso!

    RispondiElimina
  123. Vuoi l'applauso? "Dio è morto, voi l'avete ucciso". Sei ridicolo, totalmente ridicolo e sterile. Non produrrai mai veramente qualcosa di buono per te stesso e gli altri, spiritualmente parlando. Sei tu che l'"uccidi", per modo di dire, col tuo ateismo e la tua sciocca superbia nel credere di sapere tutto e negare la Sua esistenza.

    Questa uscita da giornalaio da quattro soldi te la potevi risparmiare. Attacchi la Chiesa, senza un motivo apparente, senza sapere nemmeno cos'è veramente la Chiesa di Cristo, quella che tu ignori perchè sei troppo saturo di odio e pregiudizi nei suoi confronti. Prova ad andare a fare questi discorsi a qualche mussulmano estremista, vediamo se ti risponde con altrettanto pacatezza e pazienza che abbiamo avuto noi in tutti questi giorni. Vieni da noi cristiani, sapendo che reagiremo in modo tranquillo e sereno. Forse anche per questo che a voi non credenti piace calpestarci. Fa pure, calpestaci, fino a quando non avrai capito che la tua guerra personale contro la Chiesa è il vero scempio omicida della fede vera e genuina.

    Documentati sul miracolo di Lanciano, apri gli occhi!!

    Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.

    Il tuo errore è vederci come comunità inferiore, debole, perchè ci facciamo calpestare, non intuendo e non conoscendo la vera motivazione che sta alla base di questa disponibilità all'umiltà. Continui a vederci come succubi di un'organizzazione e non come figli di Dio mandati nel mondo ad annunziare la buona novella. Continui a vederci come marionette, come piccoli uomini dementi, ma il tuo giudizio su cosa si basa? Su un'idea personale. Se realmente non credi senza vedere e toccare, allora non puoi nemmeno avvalerti della critica nei nostri confronti. Supponiamo che "A" sia accusato di delitto nei confronti di "B". "C" non ha assistito al crimine, eppure senza averlo viso accusa "A" di averlo commesso. Se "C" dice di non credere senza vedere, non può nemmeno accusare "A" di aver commesso un omicidio, perchè se fosse coerente, non dovrebbe avvalersi dell'accusa, dal momento che non ha visto. Su quali basi poni il tuo giudizio? Sulla base di quattro libricini letti sulla storia delle divinità nelle culture? Mettendo insieme dei tasselli che a malapena si tengono l'un l'altro? Suvvia. Se proprio vuoi screditarci, fallo in modo intelliegente. Trova le prove della non esistenza di Cristo. Fallo personalmente. Non ci riuscirai mai. Io invece in che modo posso provare la Sua esistenza? Con la testimonianza della mia vita. No, per favore, non uscirtene ora con l'idea del catechista sei noioso. Parlo perchè mi viene naturale parlare così. Cosa? Dici che sono plagiato ed è per questo che parlo così? No, non sono plagiato, sono un piccolissimo uomo, ignorante, che non conta nulla, ma la parola di annunciare Gesù Cristo non mi manca.

    RispondiElimina
  124. E sai perchè? Perchè Gesù Cristo ha mandato il Suo Spirito Santo su noi piccoli uomini. Ha spiegato la potenza del suo braccio, ha disperso i superbi nei pensieri dei loro cuori. Ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili. Ha mandato i ricchi a mani vuote, ha ricolmato di bene gli affamati. Ha soccorso Israele suo servo, ricordandosi della sua misericordia. Come aveva promesso ai nostri padri, ad Abramo e alla sua discendenza per sempre.

    Segui i tuoi studi logorroici e inutili, fino a quando? Fino a quando li seguirai? Fino a quando ti sarai reso conto di aver perso tempo in letture erronee e deliranti. Quanto è grande la follia umana; Usa qualsiasi mezzo pur di sradicare Dio dal Suo trono, ma non ci riusciranno mai, perchè la loro illusione di vivere senza Dio, pagherà il prezzo con la perdita della propria anima. Nel creato Dio ha scritto i suoi misteri. Dio è come un albero e gli uomini sono come i rami. Chi si vuole separare dall'albero, rischia di spezzarsi e non riceverà mai più la sua linfa. Fin quando il vento della vita soffia sui rami, si corre sempre questo rischio. Ma al termine della tempesta di vento, se il ramo rimane saldo, vivrà per sempre con l'albero.

    Pensaci bene, prima di aggrapparti come un poppante dietro alle scimmie, invece di rifugiarti nelle braccia del padre. Segui le scimmie? Ti porteranno nella loro ignoranza. Segui il padre e ti insegnerà ogni cosa sulla vita; Ti insegnerà a muovere i primi passi, a parlare, ti darà da mangiare facendoti crescere, ti insegnerà a costruire e ti mostrerà la sua eredità, promettendotela se la tua fedeltà sarà piena.

    Lo Spirito Santo scenda su di te e ti apra l'intelletto e la sapienza alla Verità unica e inesauribile che è Cristo.

    Come scese su Maria e gli Apostoli nel giorno di Pentecoste, scenda ora anche su di te.

    Ti abbraccio, ti abbraccio sapendo che guadagneremo un nuovo fratello.

    Sia lodato Gesù Cristo.

    RispondiElimina
  125. BEh che dire.. Mik ha risposto esaustivamente. Mi dispiace però constatare che un uomo invece di pensare nella sua solitudine, invece di guardarsi dentro e di dare ascolto alla sua coscienza, segue libri scritti da quattro uomini senza Dio, il cui scopo nella vita era solo quello di provare a negare l'innegabile. Quanti hanno provato a disperdere l'immagine di Gesù Cristo? Ci hanno provato gli ebrei, i romani, i mussulmani, gli atei, i predicatori di altre religioni, ma nessuno e ripeto nessuno è riuscito a sradicare la fede in Cristo Gesù perchè Gesù in ogni generazione suscitava lo spirito di un suo servo che subito arrivava a rimediare e a risvegliare le coscienze. Nella SUa infinità bontà, gesù si è sempre preoccupato di noi e non ci ha mai davvero lasciati soli. Lo dimostra il fatto che viene sempre in nostro aiuto: leggiti il diario di Suor Faustina, solo per farti un esempio. Ecco tu credi ai libri di Nietzsche, ma non puoi credere al diario di una suora. Tu credi a ciò che dicono gli uomini, ma non credi a ciò che ti dice la coscienza.
    Tu dici che le parole di Gesù sono manipolate: allora prova a confutarle. Prova a confutare le parole di Nostro Signore, tanto non c'è riuscito nessuno. Se un uomo avesse scritto o parlato di certe cose, allora sarebbe dovuto essere un alieno. Gesù parla con il fuoco, ed Egli dice cose che scandalizzano l'uomo perchè l'uomo ama sè stesso, ama il peccato e ama la sua libertà nel fare ciò che gli pare e piace, senza sapere che così in realtà è schiavo di sè stesso e di satana. Quando compievo l'atto impuro, io ero schiavo e mi sentivo tale: c'erano giorni in cui ero stanco e pure peccavo perchè ero come una macchina che doveva per forza farlo. Poi è arrivato Gesù e mi ha liberato, perchè ora mi sento davvero libero di fare ciò che voglio e tutto ciò che prima mi appariva allettante, come la fornicazione, il denaro, il lusso, il divertimento, ora non lo è più. Ora riesco ad essere felice anche rimanendo chiuso in casa. Perchè? Perchè ho trovato qualcosa di più grande del lusso e del divertimento. Gesù mi ha insegnato la vita, quella vera e mi ha insegnato, poco a poco, a come amare gli altri, a come aiutarli e a come mettere da parte i propri egoismi. Tu puoi dire che Nietzsche ha fatto lo stesso per te?
    Gesù sapeva che molti di questa generazione non avrebbero creduto ed infatti a Tommaso disse: Beati coloro che pur non vedendo crederanno! Questa frase è molti significativa, così come è significativa la frase in cui dice che i suoi discepoli saranno disprezzati, perseguitati e offesi a causa del Suo nome. E infatti è ciò che accade, ai cristiani ancora oggi.
    L'uomo non riesce a sopportare la figura di un suo simile che vive in un certo modo e si sente di perseguitarlo per questo. satana è in loro e loro non lo sanno perchè non ci credono. Ma se non credono in Dio e nell'esistenza del maligno, perchè allora bestemmiano? Bestemmiano perchè satana adora farlo e l'uomo diventa il mezzo per farlo e par avvicinarlo a lui nel tormento. E l'uomo nella sua ignoranza ci casca ogni volta. Ma che ne sarà di loro? Solo Dio lo sa.
    In conclusione, uomo che spala, mi rivolgo non a te, ma a ciò che è dentro di te: guarda in alto, su nel cielo e prova a ricordare queste parole: "L'anima mia magnifica il Signore". Vedrai che sentirai qualcosa perchè ogni anima ha bisogno solo di una cosa per stare bene: Dio. Infatti, mentre il corpo ha bisogno di cedere alle passioni terrene, così l'anima ha solo bisogno di Dio, il Suo creatore. Pensaci e segui il mio consiglio: non affidarti alla scienza umana che distrugge e disprezza: rivolgiti alla scienza di Dio e a quella di Nostro Signore Gesù Cristo! E non essere più incredulo, ma credente!

    RispondiElimina
  126. Hai fatto il mio stessissimo ragionamento sulla bestemmia. E' quello che penso sempre anche io. Infatti l'ho scritto nell'articolo che ancora devo pubblicare. Per il momento non sono ancora sicuro di farlo, vorrei riscriverlo con più calma.

    Per il resto sono daccordo su tutto. Come si può seguire un uomo e non Gesù che è il Cristo? E' più facile ascoltare il male perchè lo vedi e lo senti, ma è più difficile ascoltare Dio, perchè non lo vedi e non lo senti, ma Dio c'è, parla e lo fa attraverso il Suo Figlio, attraverso il Vangelo. Tra l'altro mi è tornata in mente una risposta che avrei voluto dare a "uomo che spala" su Lourdes: La regressione naturale di una malattia, dici che è un caso rarissimo. Spiegami allora come fa una donna malata di scleriosi laterale amiotrofica ad essere guarita subito dopo appena l'hanno immersa nella fonte di Lourdes? .... la regressione naturale sarebbe dovuta svolgersi in altro luogo... guardacaso succede subito dopo l'immersione nella vasca? La gente pur vedendo non crede, perchè grida subito alla montatura, perchè ha il cuore così impietrito da non riuscire più a guardare con lo spirito. L'uomo è troppo abituato a vedere ogni avvenimento come frutto del caso. Ma Gesù Cristo è vicino ognuno e quando l'uomo sbaglia, corregge, interviene con ogni mezzo.. ma chi non conosce Cristo continua a dire che è frutto della casualità.

    Mi è bastato leggere il Diario di Suor Faustina (grazie mille Angel per averlo linkato, non l'avevo mai letto, a parte qualche stralcio preso qua e là), per accendermi la consapevolezza che è Cristo che fa andare le cose in un certo modo, anche quando non sembra.
    E ho molte ragioni per dirlo. Nella mia vita ho visto cose mai realizzate, nonostante vedevo tanti ragazzi della mia età riuscire a fare ogni cosa facilmente. Ora ho capito che il Signore ha "dirottato" la mia vita verso questa missione di evangelizzare. Ha usato ogni mezzo (soprattutto quello della sofferenza) per non farmi realizzare i miei progetti malsani terreni. E ora Lo ringrazio con grandissima e inspiegabile gioia. Ora che sono sulla strada di Cristo, so che cosa avrei perso se avessi seguito le inutilità di quella vita materialistica. Ecco perchè ringrazio il Signore ogni giorno per avermi condotto sulla retta via. Beh, chi meglio di Lui può condurre un anima.

    W Gesù il Buon Pastore!!

    RispondiElimina
  127. non mi stancherò mai di spalare08 settembre 2009 14:48

    i quattro libricini sulla divinità semmai li avrai letti tu(i vangeli!)! cosa del quale dubito da come parli, io non ho bisogno di trovare nessuna prova che gesu esiste voi avete bisogno dei miracoli per credere e convincere, io sono super felice lo stesso ahahah!!
    "Ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili" tipo il tuo papa?
    "Segui i tuoi studi logorroici e inutili, fino a quando? Fino a quando li seguirai? Fino a quando ti sarai reso conto di aver perso tempo in letture erronee e deliranti" fino alla grazia eterna come il Faust appunto...
    "perchè la loro illusione di vivere senza Dio, pagherà il prezzo con la perdita della propria anima" non puoi togliere un anima ad un ateo, poichè no ce l'ha.
    " Segui le scimmie? Ti porteranno nella loro ignoranza" l'inconoscibilità del tuo dio assurdo e contraddittorio è un dogma, più ignoranti di qualcosa che per definizione non puoi conoscere non si può...
    "Quanti hanno provato a disperdere l'immagine di Gesù Cristo? Ci hanno provato gli ebrei, i romani, i mussulmani, gli atei, i predicatori di altre religioni, ma nessuno e ripeto nessuno è riuscito a sradicare la fede in Cristo Gesù " lo stesso si può dire di maometto, quindi i musulmani hanno tanta ragione quanto voi a non credere in gesù.
    "leggiti il diario di Suor Faustina" leggo solo il Faust di goethe.
    "Se un uomo avesse scritto o parlato di certe cose, allora sarebbe dovuto essere un alieno" sei un ignorante patentato, conosci MoTzu il filosofo dell'amore universale? cina 400 a.c; Zoroastro e la dicotomia fra bene e male? Confucio 450 a.c, il Dao de ching scritto da Lao TZe diversi secoli prima di cristo? tutta gente che parla delle stesse cose, l'insegnamento di cristo non ha niente di nuovo rispetto a quello di un maestro Zen vissuto 200 anni prima di lui.
    A proposito il sottotitolo del vangelo secondo Giuda h è proprio "la venuta dell'alogeno"(che significa alieno)
    "guarda in alto, su nel cielo e prova a ricordare queste parole" voi guardate in alto per cercare l'elevazione, io guardo in basso, perchè sono elevato!
    uscita da giornalaio a chi? scrivi "dio è morto" su un qualsiasi motore di ricerca e guarda cosa vien fuori.
    comunque ripeto 5200 manoscritti sono rimasti dei vangeli, non ce ne sono due scritti nello stesso modo, ogni fonte sul nuovo testamento discorda con le altre, vedete voi che somme tirarne.

    RispondiElimina
  128. Sei la superbia fatta persona.

    Dato che le parole non bastano, agirò con la preghiera. Tanto sei sordo e solo Cristo può toglierti il pattume che hai nelle orecchie.

    Non sarà domani, non sarà dopodomani, magari nemmeno fra un mese, ma un giorno sì. Accadrà.

    Mi sono informato su questo "Faust" di Goethe:
    "Il Faust fa convivere sotto lo stesso tetto dramma shakespeariano e tragedia greca, moralità medievale e rivista satirico-illuministica, poema epico e aforisma gnomico, ballata popolare e lirica cerebrale, frecciate politiche e squarci di dialogo scientifico. Per questo il Faust non è imitabile. Discorso analogo si può fare per lo stile, cioè per quella foresta di stili e di proposte linguistiche e verbali, formali e sonore che costituisce uno dei lati più attraenti dell'opera".

    Segui teatro, stili, lingue, ma ti manca la cosa più importante: La sostanza della Fede in Cristo.

    Come fai a predicare il falso, prendendo spunto da opere teatrali e non a credere alle parole di Dio?

    Ti sei fatto pervadere dalla passione umana di uno scrittore... Ma non me la sento di criticarti, ho anche io avuto delle passioni in passato. Ma ti chiedi perchè le ho abbandonate tutte dopo che ho incontrato Cristo? Avrei potuto abbandonare tutto seguendo un qualsiasi personaggio di fantasia... Ma questo era impossibile accadesse. Invece Gesù Cristo è vivo ed è presente e Lui solo può liberare dalla schiavitù delle passioni quando Lo si incontra; Le passioni ludiche e videoludiche, letterarie, cinematografiche che fino a quel momento sembravano tutto nella vita, ma davanti alla presenza di Dio, tutte queste passioni appaiono per quello che sono: Inutili ed ingannevoli. Non c'è miglior testimone di chi le cose marce le ha vissute e poi si è convertito. Può confrontare le schifezze di questo mondo con La Verità bellissima e santissima di Dio. Ed è allora che appare evidente chi conta nella vita: La Santissima Trinità. Prendiamo ad esempio San Paolo, Sant'Agostino, San Paolo, prima grandi peccatori e dopo ardenti di zelo per il Signore. Ma anche Santa Faustina Kowalska che scrive che aveva scelto le vanità della vita prima di rispondere alla chiamata di Cristo. Come puoi ascoltare le demenzialità di un uomo e non la testimonianza di chi Dio lo ha vissuto.

    Finchè non vedrai da te stesso la Verità, non potrai mai capire le nostre parole.

    Ecco perchè ripeto: Smetterò di parlarti, inizierò a pregare.

    Sei un sordomuto, che Cristo venga da te e ti dica: "Effatà".

    Saluti carissimi caro Spalatore. E' stato un piacere conoscerti.

    Sappi che anche se continuerai ad odiarci, noi ti ameremo e pregheremo ogni giorno per te.

    Anche se crederai che noi siamo dei poveri illusi, noi non ci scoraggiamo perchè la nostra Fede è viva e nutrita da Cristo e non avrà mai fine.

    Ti abbraccio e ti abbraccio fraternamente.

    Il tuo caro fratello folle catechista pagliaccio.

    Mik

    RispondiElimina
  129. Piccola nota:
    Ho scritto erroneamente due volte San Paolo, quando invece avrei dovuto aggiungere anche San Francesco d'Assisi.

    Beh, colgo ancora una volta l'occasione per salutarti caro Spalatore.

    Saluti anche a te carissimo Angel.

    Mik

    RispondiElimina
  130. Uomo che spala, il tuo zelo nel cercare di confutare l'inconfutabile è davvero ammirevole. Però, a quanto vedo, le parole di Gesù non le riesci a confutare se non cercando appoggi sulle montature, sul caso e su libri scritti da persone umane, in tempi diversi. Gesù non lo si vede solo dalle scritture: Gesù lo si vive. Tu riesci a vivere Confucio? Riesci a vivere Nietzsche? Non penso che tu quando sei in difficoltà ti rivolgi a Confucio. Mentre io quando sono in difficoltà, so a chi rivolgermi perchè Lui è sempre pronto ad aiutarmi e l'ha fatto tantissime volte. Tu credi al caso e alla coincidenza, io credo in Lui perchè da quando l'ho trovato, la mia vita si è incanalata nei giusti binari, così come anche i miei studi.
    Ti sei chiesto perchè non vuoi leggere il diario di Suor Faustina? Non pensi che è qualcuno che non vuole fartelo leggere? Perchè se lo leggessi, qualcosa dentro di te comincrebbe a scattare. Capiresti molte cose e cominceresti a porti le giuste domande.
    Dici di essere felice, ma non lo sei: perchè tu sei un morto che cammina, perchè non credendo a Dio, non credi nemmeno alla vita eterna. Quindi tu vivi sapendo che da un giorno all'altro tutto scomparirà. Vivi con la paura della morte che ti accarezza ogni mattina. Io, invece, da quando ho trovato Gesù e nei momenti in cui mi sento davvero in pace con Lui, non ho paura nemmeno della morte, perchè so che è un passaggio che dobbiamo affrontare. Ma so anche che con essa non finisce tutto: San Francesco la chiamava addirittura sorella morte!
    Mi unirà a Mik nel pregare per una tua conversione e spero che un giorno Gesù possa davvero aprirti gli occhi così come ha fatto con noi. Nel frattempo pregherò per te. Un saluto a te e a Mik (davvero belle le tue parole).

    RispondiElimina
  131. Grazie, anche le tue parole sono giuste. Anche se non è merito nostro; E' dono di sapienza che viene dall'Altissimo, ecco perchè ringrazio continuamente il Signore per questi bei doni. E come tutti i doni, li mettiamo a disposizione per la Gloria di Dio, per la nostra salvezza e per l'altrui salvezza.

    Mi dispiace che la gente non comprende che noi parliamo solo perchè ardiamo di amore per Cristo e quindi non secondo nostre idee, ma secondo la Verità.

    Serve pazienza, fede e preghiera.

    Ti abbraccio!

    RispondiElimina
  132. Sottoscrivo tutto ciò che hai detto Mik. Un abbraccio anche a te!

    RispondiElimina
  133. io spalo sul monte del cranio08 settembre 2009 21:46

    "Mi sono informato su questo "Faust" di Goethe" e dove ti sei informato su wikipedia? il senso della tragedia è che chi cerca senza fermarsi alla fine è salvato da Dio.

    "ma ti manca la cosa più importante: La sostanza della Fede in Cristo La sostanza della Fede in Cristo", non voglio la fede in nessuno, io cammino da solo come Gesù, la forza la trovo in me, non fuori da me. il mio dio stà dentro, voi separare separate e separate: la vostra "bellissima" religione dalle altre, dandole uno statuto superiore in modo del tutto ingiustificato. Pascal s.agostino s.tommaso, leibniz ecc loro si che hanno pensato, e hanno realizzato cosa forse era il cristianesimo, ma a loro miracoli, santi madonne non ne poteva fregare nulla" ma voinon sapete che sono tommso d'aquino o leibniz, quindi...

    "ho anche io avuto delle passioni in passato. Ma ti chiedi perchè le ho abbandonate tutte dopo che ho incontrato Cristo?" lo dici come se dedicarsi a qualcosa fosse un male, comuque lo sò il perchè, perchè quei perversi dei preti ti ci hanno convinto

    "Invece Gesù Cristo è vivo ed è presente e Lui solo può liberare dalla schiavitù " io voglio patire, perchè se patisco sò che sono vivo, quando non patirò più vorra dire che sono come voi, un morto vivente.

    Sant'Agostino tu non lo conosci per niente, e poi ribadisco i vostri discorsi incrinano le vostre stesse credenze, svilendo l'uomo e dandogli del demente, non solo ti tiri la zappa sui piedi, ma dai del pezzente anche al tuo dio poichè non è stato in grado di creare una creatura alla sua altezza.

    "Effatà" io sono aperto al mondo, tu piuttosto sei lo struzzo che ficca la testa per terra e non vuole vedere, nega il Mondo

    "Uomo che spala, il tuo zelo nel cercare di confutare l'inconfutabile è davvero ammirevole" io non confuto mostro solo l'assurdirtà e metto alla prova.

    "erò, a quanto vedo, le parole di Gesù non le riesci a confutare se non cercando appoggi sulle montature, sul caso e su libri scritti da persone umane, in tempi diversi" tu senza il tuo dio non sapresti neanche di vivere, io vivo per questo sono dio.

    ". Tu riesci a vivere Confucio? Riesci a vivere Nietzsche?" la tua limitatezza stà proprio nel riuscire a vivere solo un gesù costruiti ad ho, io riesco a vivere tutto per questo non ho bisogno di nessuno in particolare, sono l'uomo nuovo.

    "Ti sei chiesto perchè non vuoi leggere il diario di Suor Faustina? " perchè penso che i veda o i rh veda siano più interessanti

    "Dici di essere felice, ma non lo sei" con che diritto "sai" cosa sono o cosa posso essere?

    "erchè non credendo a Dio" tu lo dici, io non l'ho mai detto ho solo affermato che non credo ad un dio che si incazza per nulla,

    "Quindi tu vivi sapendo che da un giorno all'altro tutto scomparirà. Vivi con la paura della morte che ti accarezza ogni mattina." io non ho paura di nulla la morte mi fà sentire vivo, una vita senza morte non è tale

    vorrei farvi notare che alle vostre domande rispondo sepre, voi alle mie mai vi devincolate come serpi, vi ho detto che il vangelo è completamente manomesso, "Dio" non ha provveduto a mantenerla inalterata quindi voi siete quelli ingannati dal demonio, vi rifiutati di cercare,vi siete accontenti, proprio per questo voi l'anima la perderete nella scommessa che faust ha vinto. anche i papi hanno ammesso la manomissione a ciò come rispondete?

    RispondiElimina
  134. io spalo sul monte del cranio08 settembre 2009 21:48

    come spiegate che un sacco di altre persone, hanno avuto le stesse idee a volte migliori di Gesù, ma non vantano nessuna divinità? fino al concilio di Nicea Gesù non era per ninte divino! ma voi il concilio di nicea non sapete neppure cos'è, come non sapete cos'è un dogma (magari dell' inconoscibilità di Dio)

    come mai non cedete in allah e maometto? non vi siete mai fatti queste domande? perchè satana vi guida anzi vi far star fermi lui e dio sono la stessa cosa e come me si muovono e cercano, vedono scoprono. ma cosa sò qua a dire voi siete struzzi e vi nascondete, voi no cercate la verità, non la possedete poichè della Verità avete PAURA, il fatto che non rispondete a nessun mio quesito la conferma, della VERITA' avete PAURA, rispondete, rispondete se avete il coraggio, se il vostro dio ve lo dà, dopotutto voi non avete nulla

    RispondiElimina
  135. "satana e dio sono la stessa cosa" ... provo compassione per te.

    "erchè non credendo a Dio" tu lo dici, io non l'ho mai detto ho solo affermato che non credo ad un dio che si incazza per nulla"

    Ah sì? Hai dichiarato di essere ateo...

    Sei la contraddizione fatta persona.

    Sai perchè non rispondo alle tue domande? Perchè tutto quello che dici è assolutamente lontano da ciò che conosco. Io la Verità la conosco nella persona di Gesù Cristo e non ho paura di questa Verità, perchè è la Verità che rende liberi e dona la vita. Non ho bisogno di altre verità.

    A te invece spaventa in qualsiasi modo la parola "Chiesa", perchè ti ci opponi con tutte le forze possibili.

    Tu non sei nessuno per farmi cambiare idea.

    Chiami noi "morti che camminano", quando invece il morto sei proprio te.

    Evidentemente noi siamo ignoranti su molte questioni, ma su Cristo non siamo ignoranti. Questo basta per rendere l'uomo sapiente.

    Puoi dire tutto quello che vuoi, ma io sono irremovibile nella fede.

    Io credo nel mio Dio, l'unico vero Dio, il Dio vivente.

    Manomissioni dei vangeli, ammissione dei Papi? Dimostracelo. Ripeto, siamo ignoranti in materia.

    Tuttavia non trovo il materiale di cui parli.
    Non sarà che ascolti troppo i "signorotti" che fanno la guerra alla Chiesa, i quali giocano a colpi bassi pur di screditarla il più possibile?

    Piuttosto, ti sei documentato sul miracolo di Lanciano? Dici a noi che ci nascondiamo con la testa sotto la sabbia per paura della verità... Invece a me sembra che sia proprio tu ad avere paura di scoprire che Cristo è la Verità.

    Lo eviti e lo temi. Tutti gli studi confermano la sua autenticità. Non c'è alcun dubbio. Io prima di tutto credo senza aver visto e la mia Fede mi rende beato dato che è "beato chi crede senza aver veduto". I miracoli nel mio caso servono solo ad alimentare ancora di più la Fede e comunque credo al solo sentito dire del miracolo. Anche questo è credere senza aver "toccato" o "veduto".

    Vai, documentati, o hai paura che i tuoi castelli di sabbia crollino improvvisamente nel sapere che Cristo è vivo e ama la Sua Chiesa, dato che il miracolo è avvenuto al suo interno?

    Questo conferma che la Chiesa e i Vangeli sono autentici, per cui i "signorotti" possono solo ravvedersi e ritirare tutto quello che hanno detto a suo riguardo. Meglio per loro passare per la porta della Misericordia che per quella della Giustizia, prima che sia troppo tardi.

    Stessa cosa è riferita a te.

    Ah, tu invece Sant'Agostino lo conosci vero? Sua madre ha pregato e pregato prima di ottenere la conversione del figlio, alla fine c'è riuscita. Nulla è impossibile a Dio, nemmeno convertire i cuori più duri e ostinati come il tuo.

    RispondiElimina
  136. Vedi, in conclusione, io sono tranquillissimo.
    Continuo a confidare nell'esistenza di Cristo, nell'autenticità della Santa Chiesa Cattolica e Apostolica e nell'autenticità dei Vangeli.

    Ho la certezza che Cristo c'è e questa certezza mi viene dalla Fede e anche dai miracoli a cui io credo.

    Ovunque mi giro, tutte le strade portano a Cristo.

    Non c'è nessuna realtà che neghi la Sua esistenza. Solo le parole degli uomini lontani da Dio la negano.

    Chiami il mio Dio "un dio assurdo." Il mio Dio non è un "dio" qualsiasi. Il mio Dio è Dio, l'unico vero Creatore e Salvatore del mondo.

    Ancora hai il coraggio di definirlo come uno dei tanti "dei".

    Sei il classico esempio di persona che crede di poter vivere senza Dio. Vediamo fino a che punto.

    Quali sarebbero le persone che vantano idee migliori di Cristo? Sentiamo...

    Perchè dovremmo cedere ad altre religioni, se seguiamo Cristo? Lo dice il nome stesso: "Cristo", il Salvatore. Si possono seguire altre persone, quando hai a fianco l'unico che può salvarti?

    Comunque noi non abbiamo dato nessuno statuto speciale come dici te, alla nostra religione, abbiamo parlato di Gesù Cristo come Figlio di Dio, non come religione. Tra l'altro i fratelli mussulmani credono in Dio, lo stesso Dio a cui crediamo anche noi, con l'unica differenza che loro lo chiamano Allah. Stessa cosa per gli ebrei. Con l'unica differenza che quest'ultimi non hanno riconosciuto il Messia loro promesso, noi grazie a Dio, sì. Tra l'altro in giro, su un sito mussulmano, ho letto che anche loro stanno aspettando Cristo. Ora non so se tutta l'intera religione mussulmana concorda su questo o si tratti del parere di un singolo.

    Ah ecco trovato quello che fa al nostro caso; Diciamo che la religione islamica concorda in genere su quanto detto sopra:

    "Secondo una tradizione messianica islamica, Gesù tornerà sulla Terra alla fine dei tempi, annunciando lo (yawm al-dīn), ovvero il Giorno del Giudizio finale, e si afferma che egli apparirà lì dove si erge il "minareto di Gesù" (manār ‘Īsà) della moschea degli Omayyadi di Damasco."

    Ora, se gli islamici seguono Maometto, non ne conosco il motivo ad essere sincero, sono ignorante in materia, ma anche loro concordano che Cristo è il Messia.

    Chissene di Zoroastro, Orfeo e tutte le divinità menzognere che io non temo. Io temo l'unico vero Dio. Anche se Dio è infinitamente buono, il Suo Giudizio è giusto e chi sbaglia deve pagare, almeno che non si pente sinceramente. Ci sono i motivi per temere Dio. Tra l'altro fra i setti doni dello Spirito Santo (che abbiamo ricevuto nel giorno del battesimo) c'è il Timore di Dio.

    Il Timore di Dio è quindi giusto e santo e serve a perfezionare lo spirito, così che l'anima che ha paura di peccare per timore di offendere Dio, non pecca e così si santifica.

    Ah per tua informazione la cosa sul "Faust" non l'ho letta su Wikipedia. E comunque dato che noi siamo ignoranti in materia, spiegaci tu: Chi è Faust?

    Attendo una risposta.

    Saluti,
    Mik

    RispondiElimina
  137. Come sempre Mik ha risposto con precisione ed esaustivamente, segno di come pur non conoscendoci, io e lui siamo uguali perchè uniti dalla fede. Già questo dovrebbe farti riflettere caro uomo che spala. Io sino ad ora ho voluto essere buono nel risponderti, ma hai detto qualcosa che non avresti dovuto dire. Ti sei dichiarato dio e questo è la cosa più brutta e malvagia che tu potessi fare. Stai mettendo a dura prova la pazienza di tutti noi perchè sono sicuro che vorresti vedere uno scontro, ma uno scontro non lo vedrai. Noi quello che abbiamo da dirti è frutto di esperienze personali e non di indottrinamento come credi tu. Tu dici che il Vangelo è manomesso? Io dico che non è manomesso perchè mi riconosco nelle Sue parole e come ti ho detto, esse avvampano nel mio cuore ogni volta che le leggo. Pensi che che se fosse manomesso proverei la stessa certezza che provo ora? E comunque Gesù so che esiste a prescindere dai Vangeli perchè l'ho sentito, l'ho provato e l'ho sognato. Motivi per dubitare non ne ho nemmeno uno. E non sarà fauth confucio o chi per loro a minare la mia fede. Io so che il Giorno del Giudizio, tutti i nodi verranno al pettine. E povero colui che si troverà nella collera del Padre e del Figlio. Tu stolto ti stai condannando solo in nome di un ateismo o di un libro scritto da qualche ateo pauroso di credere. Per satana non c'è niente di più facile che fare in modo che i vangeli risultino manomessi. Ma pensi davvero che Dio l'avrebbe permesso? Chi avrebbe mai osato mettersi sotto l'ira di Dio? Solo satana ed infatti lui ha trovato il modo per corrompervi l'anima e per minare subito la fonte della fede. E voi come pecoroni subito abboccate e invece di credere nella Suprema Parola, credete nella parola di uno sconosciuto morto chissà dove e chissà quando.
    Gesù è vivo: noi abbiamo la certezza che deriva dalla fede e dall'avergli permesso di venire da noi. Se tu rimani chiuso in te stesso, nella tua stoltezza umana, allora non capirai mai niente.
    Tu dici di non aver bisogno di nessuno? E' questa la prova della tua stoltezza. Tutti noi abbiamo bisogno di qualcuno: perchè vengono momenti bui, dove dolore e morte prevalgono e a chi ti rivolgerai quando ciò accadrà? Sai quanti atei si sono rivolti a Dio nella sofferenza? Perchè in cuor loro sapevano che Lui esisteva, ma la vita e il piacere l'avevano oscurato. Quando il piacere e la felicità vengono meno, allora il cuore e l'anima prendono il sopravvento e ti ricordano che Dio esiste e che puoi rivolgerti a Lui per consolarti o per pregare i tuoi cari. Ricorda queste parole perchè un giorno ti potranno tornare in mente quando meno te l'aspetti.
    E ricorda anche questo: tu dici di non credere in Dio, ma hai commesso il più grande dei peccati ai suoi occhi: ti sei dichiarato dio. Chi se non satana poteva volere una cosa simile? Egli ama dire certe cose perchè lui vorrebbe essere dio ed è per questo che si è ribellato. Tu hai appena detto una sua cosa, ma non credi. Stai attento: lui è dentro di te ora e gli stai dando tutto lo spazio che vuole. Ti consiglio di scacciarlo il prima possibile perchè non sai quando Dio prenderà la tua anima. E allora non potrai più tornare indietro o fare niente. Sei ancora in tempo per cambiare e credere. Ma non ti chiedi perchè noi siamo felici mentre tu ci vedi morti che camminano? Da dove deriva la nostra sicurezza, la nostra fede e la nostra gioia se non da Gesù Cristo? E come te lo spieghi che provo certe cose solo da quando l'ho trovato? Il caso vero?
    Io non posso dirti niente di più: Dio ha concesso l'uomo il libero arbitrio. Tu sei libero di fare la tua scelta, ma devi essere pronto ad affrontarne le conseguenze. Ricorda che la vita terrena è niente rispetto all'eternità. E un eternità di dolore non la auguro a nessuno. Apri il cuore e per una volta, credi. Un saluto

    RispondiElimina
  138. spalo e mi bevo lacicuta09 settembre 2009 09:52

    "Chissene di Zoroastro, Orfeo e tutte le divinità menzognere che io non temo." menzognere sari te, visto che predicano la stessa cosa del tuo cristo che tra parantesi significa prescelto non salvatore, io sarei la contraddizione? tu temi un dio che affermi essere buono senon è contraddizione questa?

    http://www.lafeltrinelli.it/products/9788804579960/Gesu_non_l%27ha_mai_detto/Bart_D_Ehrman.html?prkw=gesu%20non&srch=0&Cerca.x=15&Cerca.y=2&cat1=&prm= tò va fatti una cultura che non sia sfornata da wikipedia e leggi

    "Attendo una risposta" fattela dare dal tuo dio che sa tutto no? visto che non tis rompi il culo a cercare

    "Come sempre Mik ha risposto con precisione ed esaustivamente" ahahaha non ti dico...

    "Ti sei dichiarato dio e questo è la cosa più brutta e malvagia che tu potessi fare" gesu mi ha detto che IO SONO DIO, "voi siete dei" ve l'ho già spiegato riprende un passo del vecchio testamento, ma voi non la leggete la bibbia quindi...cosa vi spiego a fare?

    "Ancora hai il coraggio di definirlo come uno dei tanti "dei"" " io sono il tuo dio e non ne avrai altri all'infuori di me" questo comandamento no ci dice mica che NON ESISTANO altri dei all'infuori di lui, ma semolicemente ci obbliga a seguire solo lui, questo è un despota e un tiranno non un dio buono

    allora spete cos'è il concilio di Nicea? no vero, avete paura della veità

    A differenza di Socrate, Gesù ha paura, non degli uomini che lo uccideranno, né dei dolori che precederanno la morte, Gesù ha paura della morte in sé, e perciò trema davvero dinanzi alla "grande nemica di Dio" e non ha nulla della serenità di Socrate che con calma va incontro alla "grande amica".

    "una vita senza ricerca non è degna di essere vissuta" questa è la vera massima voi non cercate perchè temete

    RispondiElimina
  139. Gesù ha apura della morte? No dico, ma ti rendi conto di ciò che scrivi? Se Gesù avesse temuto la morte, sarebbe scappato dall'altra parte del mondo e non avrebbe sfidato le gerarchie ebraiche. Gesù è Colui che ha vinto la morte e l'ha fatto per noi. E cosa ci ha guadagnato? I tuoi insulti.Dici che Socrate non aveva paura della morte? Ma sapeva socrate di quale morte sarebbe morto? Credi che se avesse saputo i tormenti, le persecuzioni e la crocifissione, Socrate sarebbe rimasto impassibile e felice? Lo spirito è pronto, ma la carne è debole. Dopo Gesù centinaia di cristiani hanno affrontato la morte senza paura, perchè sapevano che Gesù Cristo aveva vinto la morte.
    Ma va bene così: perchè voi potete insultare, ora che avete potere, ma verrà il giorno in cui vi pentirete amaramente delle vostre azioni, così come fece Giuda Iscariota.
    Tu dici che noi non cerchiamo? Io ho cercato e ho già trovato. Tu cerchi, ma non trovi. Tu trovi solo parole e scritti. Io trovo solo la gioia e la vita. Chi ci ha guadagnato di più? Tu o io? Pensi di essere libero, ma non lo sei. Pensi di essere sapiente, ma non lo sei. Perchè tu parli in base a ciò che gli altri hanno detto. Io parlo in base a ciò che mi sgorga dal cuore. Sai quante cose ho scritto in questo blog? E sai quante di esse io non riesco nemmeno a riconoscere come mie? Molte volte, quando parlo, sento qualcosa dentro che parla per me. E' questa la Verità di cui sono stato reso partecipe. E non il catechismo, ma Gesù mi ha reso partecipe di tutto questo.
    Mi parli del Concilio di Nicea? Lo conosco e so che è stato presieduto da uomini che come te andavano teorizzando Dio. A me non interessa e sai perchè? Perchè le risposte non mi sono venute dal concilio, ma Gesù me le ha fornite. Gesù mi ha dato tantissimo e mi ha dato la conoscenza nonché la consapevolezza. Per voi è difficile da capire perchè basate tutto sulla razionalità: ma non sempre la razionalità porta a qualcosa. A volte, bisogna lasciarsi andare e credere. Paolo di Tarso era come te: aveva trovato la verità e non credeva in Gesù Cristo: anzi lo riteneva un eretico che aveva sobillato il popolo con idee sbagliate. E cosa ha fatto dopo? E' diventato servo di Colui che disprezzava. Gesù è troppo forte per resistergli. In un attimo, Paolo di Tarso, ebbe la conoscenza che in anni e anni non aveva avuto. Senza libri, senza filologia, Paolo di Tarso conobbe la Verità. E di lui Gesù lo ha reso Santo. Questa è la Potenza dell'Altissimo.
    La mia guida è la coscienza: e la coscienza è la voce di Gesù. Voi pensate che sia una favola, ma non lo è. Solo la coscienza distingue il bene dal male. E' questo è un fatto.
    Fino a quando resisterete con commenti da farisei? Fino a quando vorrete mettere alla prova Gesù? Sino alla fine dei tempi?

    RispondiElimina
  140. passeggiando sul monte del cranio09 settembre 2009 11:40

    tu pensi di essere libero ma non lo sei, tu pensi di essere sapiente ma non lo sei.

    ai preti una volta "sgorgava dal cuore" di uccidere le streghe

    paolo è un falso apostolo di gesù, non l'ha mai visto, ha adattato gli insegnamenti ai suoi scopi

    "Voi pensate che sia una favola, ma non lo è" dimostrami che non è una favola, tanto non ci riuscirai mai...

    "Fino a quando resisterete con commenti da farisei?" voi siete coloro che scambiano monete nel tempio, la chiesa è il nido di serpi

    RispondiElimina
  141. Cambi il tuo nome, ma non cambi te stesso. Paolo è un falso apostolo? e secondo te un falso apostolo avrebbe condotto una simile vita, prigioniero per anni? Per cosa? Paolo aveva tutto: denaro, potere, fiducia. Ha rinunciato a tutto per Gesù. E l'ha fatto per essere un falso? Ti ricordo che Paolo è stato fianco a fianco con Pietro: uomo scelto da Gesù mentre era ancora in vita e su cui discese lo Spirito Santo.
    Ai preti non sgorgava dal cuore il culto delle streghe, ma dalle superstizioni del tempo. E poi non bisogna mai fare di un erba tutto un fascio. E insisti sempre nel confondere chiesa-istituzione con chiesa-comunità. Devi saper scindere queste due entità. Tu vedi solo il marcio, gli errori, ma non vedi il bene perchè non lo vuoi vedere. E mi dispiace molto per questo...

    RispondiElimina
  142. l'uomo che spala09 settembre 2009 13:14

    a voi invece sgorgano le superstizioni del vostro tempo, io non scindo perchè non sono un divisore, devi dispiacerti per la tua chiesa non per me, io sono contento lo stesso! ah già è vero tu sai già cosa io sono, sai che non sono contento, sai che non sono felice, sai già tutto, mi domado cosa vivi a fare visto che sai tutte queste cose.

    RispondiElimina
  143. Quali sarebbero le superstizioni del nostro tempo? Forse ciò che voi volete giustificare perchè vi piace troppo da lasciare?
    Sono contento per te, se dici di essere felice. Ma io ti parlo di una felicità che u nemmeno conosci, se non conosci Dio. La tua felicità è temporanea: fino a quando durerà? LA nostra invece, se Dio vorrà e se noi sapremo guadagnarcela, durerà per l'eternità. Voi volete la felicità immediata; io preferisco attendere la felicità della vera vita. Chi sta meglio tra noi?
    Io vivo per Gesù. Vivo per fare in modo che il Suo sacrificio non sia stato vano; vivo per allietare chi è in difficoltà e per aiutare chi vive ancora nel dubbio. Vivo nell'attesa del Regno di Dio e per guadagnarmelo. Tu per cosa vivi?

    RispondiElimina
  144. Ma ci rendiamo conto che ogni cosa buona che noi diciamo, la fa passare per qualcosa di cattivo? E ogni Verità che è stata, dice che è stata un falso. Palo di Tarso era un falso apostolo? Vedi come cerca in tutti i modi di negare la verità?

    Guarda, se smetto di rispondergli non è perchè mi arrendo, anzi, vado avanti nella Fede più di prima. Sono solo stanco di rispondere ai muri.

    E come mai non hai risposto al miracolo di Lanciano? Scappi dalla verità...

    Ormai è venuta fuori la tua identità;
    Qualsiasi cosa noi diciamo, QUALSIASI, tu la infanghi con risposte stupide, fuori dalla realtà, risposte che solo gli anticristi possono dare.

    Non ho altro da aggiungere. Angel ti ha spiegato tutto nei minimi dettagli.

    Tanto sì è visto come giochi sporco pur di non darcela vinta, che poi vinta di che? Noi non ci guadagnamo niente se tu ti converti o meno. Cristo disse che chi accoglie coloro che Lui manda, accoglie Lui. Tu non accogliendo noi, non accogli Lui.

    Io ho fatto il mio dovere di cristiano e sto bene con la coscienza. Se dopo averti detto tutte queste cose, te fai 'ste uscite da "io so tutto e sono onnipotente", allora sono cavolacci tuoi.

    Hai odio nel cuore, anche se noi finora ti abbiamo solo accolto bene, continui a calpestarci.

    Dai frutti si riconosce l'albero. E dato che questo è un insegnamento di Cristo, posso dire di averti conosciuto.

    Concludo con questa preghiera:

    Signore Gesù, Tu spesso ci hai ripetuto
    l’invito a convertirci e a credere al Vangelo,
    perché il Regno di Dio è giunto a noi.
    Non vuoi una semplice adesione
    a ciò che è l’oggetto della Buona Novella,
    ma una convinzione profonda di fede in Te
    e un altrettanto profondo amore a Te.
    Tu che sei la Verità, mostraci la verità,
    guidaci nella Tua verità.
    Parlaci Tu che sei la sapienza
    e guidaci nella Tua sapienza.
    Metti nei nostri cuori i pensieri e i giusti desideri
    che corrispondono alla Tua volontà.
    Aiutaci a trasformare il nostro cuore,
    a dilatare il nostro animo verso i fratelli,
    a saper leggere quel “libro” che è ciascuno di noi,
    a mettere in questione la nostra pigrizia spirituale.
    Aiutaci a comprendere che il tuo abbraccio
    comporta la massima esposizione a Te nella orazione,
    e che conoscere, contemplare, amare Te
    è un atto di intuizione, non di riflessione,
    perché Tu sei già nella nostra vita,
    e nostro compito è rendercene sempre più conto,
    vivendoti nella nostra interiorità.
    Maria ci ottenga la grazia della costante preghiera,
    e ci aiuti a realizzare quella apparente forma di inazione
    che è la pratica meditativa,
    strada sicura e unica di vera conversione.
    Amen.

    RispondiElimina
  145. Hola :

    Sono profondamente addolorata, triste nel leggere le tue parole Spalo. Vedi Gesù è amore , il rapporto che ogni essere umano ha con lui è amore. So che questa parola a perso significato, che oggi è meglio insultare in modo dittatoriale per consolare la vanità intellettuale; se tu sapessi quanto Lui ti ama, se tu per un solo momento vedessi il suo volto ti sentireste vuoto, debole …Nessuno di noi è Dio. Nemmeno tu, PERO POTRESTI SEGUIRLO, POTRESTI AMARLO. Guarda nel profondo della tua anima (cuore, mente) come voi chiamarla , guarda attentamente e vedrai quanti sentimenti in disordine ci sono. Se ora sei qua, una ragione più profonda c’è , se ora sei qua a difendere te stesso come creazione della scienza, e ci stai donando il tuo tempo anche con insulti io ti ringrazio e ti dico che GESU TI AMA ,GESU TI AMA, GESU TI AMA.

    Ricordate della Vergine , in futuro ricordate di Lei.
    Dio ti benedica.

    RispondiElimina
  146. Grazie Angel
    Ancora una volta questo spazio si è rivelato davvero una forma di preghiera. Io Una preghiera per Spalo la faro ti chiedo di unirti a me.
    e ti ringrazio ancora Saludo Yanisa

    RispondiElimina
  147. Certo che mi unirò a te Yanisa nella preghiera. Hai ragione a dire queste cose. Ti saluto e ti ringrazio per la tua presenza costante. Un abbraccio!

    RispondiElimina
  148. spalando e bevendo la cicuta sul monte del cranio11 settembre 2009 11:55

    orbene mi rivolgo a te che leggi al fine di non aver letto tutt questo invano, pensa e medita...ai posteri l'ardua sentenza

    «Sai dove si vende il pesce?» «Si, al mercato.» «E sai dove gli uomini diventano virtuosi?» «No.» «Allora seguimi»

    Non dalle ricchezze ma dalle virtù nasce la bellezza. La ricerca porta alla verità. Un'ingiustizia non va commessa mai neppure quando la si riceve. Ad una persona buona non può capitare nulla di male: né in vita né in morte, le cose che lo riguardano non vengono trascurate dal Dio. Ma ormai è giunta l'ora di andare io a morire e voi invece a vivere. Ma chi di noi vada verso ciò che è meglio è oscuro a tutti tranne che al Dio

    L'ignoranza è l'origine di tutti i mali.

    Più gente conosco, e più apprezzo il mio cane.

    Esiste un solo bene, la conoscenza, e un solo male, l'ignoranza.

    Ho un'ultima lezione da dare: essi mi devono uccidere perché sappiano quello che hanno fatto. La città dovrà affrontare la propria colpevolezza

    RispondiElimina
  149. Ciao Angel, scrivo qui dato che mi è più facile contattarti di qua, visto le precedenti "chiacchierate".

    Volevo segnalarti quanto il Papa ha detto durante l'omelia della Messa solenne:

    http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo460027.shtml

    Che dire, GRANDE BENEDETTO XVI!! Se la mia stima per lui prima era tanta, ora lo è di più!! Finalmente il Papa richiama quei sacerdoti che sono vittime del malvagio.

    Davvero bellissime e vere le parole del nostro carissimo pontefice.

    W BENEDETTO!!

    RispondiElimina
  150. Grazie della segnalazione. Comunque avevo già udito qualcosa ai telegiornali di oggi. Hai ragione: finalmente il Papa richiama i sacerdoti vittime del malvagio! Speriamo che il richiamo sia l'inizio di un ritorno alle origini per molti di loro. Un caro saluto e a presto.

    RispondiElimina
  151. Spalando, pensi che citare Socrate serva a qualcosa? Cosa vuoi dimostrare? Che altri uomini parlavano bene? Ma chi di loro è morto sulla croce per adempiere il Suo destino e salvarci tutti? Chi di loro ha mai parlato del Regno dei Cieli? Chi di loro ha mai detto di essere il Figlio dell'Uomo? Chi di loro ha detto che sarebbe tornato come Giudice Buono? Chi di loro ha compiuto i prodigi di Gesù Cristo? Tu credi all'uomo: noi crediamo a Dio e alla Sua parola. Ecco la conoscenza, la vera conoscenza.

    RispondiElimina
  152. Lo spero anche io. Sono stufo del comportamento quei sacerdoti che si chiudono nelle loro sedi e non vanno in cerca del gregge per strada. E' facile parlare di Cristo in Chiesa. Il difficile è parlare di Cristo fra il popolo, fra quelli che non credono e non frequentano la Chiesa. Il sacerdote non deve fare le prediche solo a chi crede, ma deve avere il coraggio di farle soprattutto a chi non crede. Il Pastore si rallegra più della pecora ritrovata che delle novantanove pecore che sono già nell'ovile.

    Gli Apostoli evangelizzando hanno fatto conoscere Cristo nel mondo. Così devono fare i sacerdoti per far conoscere Cristo a quanti lo negano o non lo conoscono.

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  153. Sottoscrivo tutto ciò che hai detto, Mik. Un abbraccio a te

    RispondiElimina
  154. Così parlò Zarathustra14 settembre 2009 10:50

    COSTUI E' UN SAGGIO! ASCOLTATELO!

    "orbene mi rivolgo a te che leggi al fine di non aver letto tutt questo invano, pensa e medita...ai posteri l'ardua sentenza

    «Sai dove si vende il pesce?» «Si, al mercato.» «E sai dove gli uomini diventano virtuosi?» «No.» «Allora seguimi»

    Non dalle ricchezze ma dalle virtù nasce la bellezza. La ricerca porta alla verità. Un'ingiustizia non va commessa mai neppure quando la si riceve. Ad una persona buona non può capitare nulla di male: né in vita né in morte, le cose che lo riguardano non vengono trascurate dal Dio. Ma ormai è giunta l'ora di andare io a morire e voi invece a vivere. Ma chi di noi vada verso ciò che è meglio è oscuro a tutti tranne che al Dio

    L'ignoranza è l'origine di tutti i mali.

    "Più gente conosco, e più apprezzo il mio cane.

    Esiste un solo bene, la conoscenza, e un solo male, l'ignoranza.

    Ho un'ultima lezione da dare: essi mi devono uccidere perché sappiano quello che hanno fatto. La città dovrà affrontare la propria colpevolezza"

    così parlò Zarathustra

    RispondiElimina
  155. I miei complimenti. Davvero. Ascoltiamo le parole di un personaggio inventato da un autore-filosofo. Le sue parole ci riempiono di spirito.
    Ma lo vuoi capire che non è postando le opere di un filosofo che puoi contraddire la fede in Gesù Cristo? La fede di Gesù va al di là persino delle Scritture. LA fede in Gesù si vive, dentro e fuori la nostra pelle. Gesù ha donato a chi lo segue tantissimo: Nietzsche non ha donato assolutamente nulla: anzi il suo intelletto non gli appartiene nemmeno, perchè Dio l'ha donato. A chi allora crederemo? Alle parole di un personaggio o alle parole del Figlio di Dio che si è manifestato in potenza ed in spirito sopra di noi? A chi crederò ad un uomo morto e sepolto o al Dio vivente? Rifletti su questo e ricorda ancora: la conoscenza deriva da Dio e non dalle opere di uomo.

    RispondiElimina
  156. io sono dinamite14 settembre 2009 14:00

    E tu chi saresti? che mi rispondi con questi toni bellicosi?

    RispondiElimina
  157. Io sono solo una persona normale, che ha riscoperto chi in realtà l'uomo è, e cioè figlio di Dio e fratello in Gesù Cristo. I miei toni non sono bellicosi: bellicoso è guerrafondaio mentre io non voglio affatto la guerra, ma la Verità. Tu, invece, chi sei?

    RispondiElimina
  158. salve Angel,come va?spero bene!ti volevo chiedere una cosa,e spero mi risponderai!ma una persona puo prendere la Santa Eucarestia,anche se non si confessa tutti i giorni?cioè,non è che mi confesso giornalmente o settimanalmente,l' ultima volta fu ad agosto per quel fatto che gia sai anche tu!ecco,purtroppo da allora non pecco piu di quei peccati,ma ci sono altri peccati tipo...parolacce,bestemmia(anche se premetto di non ricordare di aver bestemmiato)ma ci metto anche questo fra i miei peccati,puo sempre essere capitato,e non ricordo sinceramente!ma non sono un tipo che bestemmia!insomma questi peccati qui,posso prendere comunque la comunione'premetto che gia l'ho fatto,anche perchè se non la prendo mi sembra di non esserci mai andata a messa!voglio prenderla,però non vorrei peccare ulteriormente di piu.Te ne sarei molto grata se mi illuminassi(sempre se sai rispondermi eh!)e poi mi potresti dire almeno per cio che sai ,quali sono i peccati mortali e quelli veniali.so qualcosa ma non tuttimagari!grazie e buonagiornata!...Annalisa

    RispondiElimina
  159. Mi chiedi cose che difficilmente posso sapere. D'altronde io non sono un teologo o un uomo di Chiesa, ma un semplice uomo. Quello che ti posso dire è di rivolgerti ad una figura come il parroco (se ne trovi uno che ispira fiducia). Io ti potrei solo dire ciò che penso e cioè che non si dovrebbe "abusare" troppo della Santa Confessione e lasciare un pò di spazio tra l'uno e l'altra, a meno che non commetti qualche peccato di un certo rilievo. Questo fu suggerito anche da un parroco di mia conoscenza. Però tutto deriva da te e dalla tua coscienza: se tu senti il bisogno di confessarti, confessati. Se senti il bisogno di ricevere il Corpo di Cristo, forse è perchè Cristo ti chiama a Lui. La S.Comunione è importante perchè ci da forza, perciò se senti la necessità e ti senti in pace con tè stessa, non preoccuparti, perchè Gesù ti ama. Ricordati che molte volte, basta rivolgere a Gesù alcune domande, e anche se Lui non ti risponde subito, prima o poi lo capirai.
    Sui peccati, ti posso dire che tutti sono sbagliati. Non penso si possa fare una classificazione, anche perchè ricordo un passo del diario di Suor Faustina, dove ella parlava delle anime del Purgatorio: c'è scritto, infatti, che vi erano lì molte anime che avevano commesso anche peccati per lei non così gravi. Perchè non siamo noi a stabilire ciò che è retto o sbagliato, ma è Dio stesso. La coscienza, in questi casi, è l'unica via. Quando compi un azione, chiediti: cosa avrebbe fatto Gesù? Oppure, se senti che la tua coscienza ti dice che è sbagliato, seguila. A me, ultimamente, la coscienza è diventata inspiegabilmente più forte: a volte, nella pigrizia, cerco di resistervi, ma alla fine il rimorso mi porta, mi spinge a fare quella cosa. E' questa la potenza di Dio: Lui ci indica sempre la strada da seguire. Basta solo saper ascoltare.
    Segui poi i comandamenti di Dio perchè lì sono contenute le Sue volontà: e poi non dimenticare la cosa più importante: ama il prossimo tuo come te stesso, cerca di donare quanto puoi a chi è in difficoltà, perchè allora grande sarà il ringraziamento nei cieli.
    Questo è il mio pensiero che mi esce dal cuore: ma ricordati che le risposte le conosce solo Gesù ed è Lui che te le può dare. Ecco perchè sei hai tutti questi dubbi, potresti rivolgerti ad un parroco. Tu intanto prega e cerca di ascoltare: i tuoi dubbi piano piano si scioglieranno. Hai già imparato, ad esempio, l'impurità dell'atto che commettevi: chi, se non Gesù, te l'ha rivelato?
    Un saluto e come sempre, io sono qui. A presto

    RispondiElimina
  160. Ciao Angel, sono Simone. I tuoi consigli sono stati utili ma adesso ho un altro problema e spero che tu passa aiutarmi a risorverlo. Io ho un carattere strano perchè sono buono e gentile con tutti tranne che con i miei genitori. Ho cercato di rispettarli di più ma non ci sono riuscito. Non voglio dire che sono sempre arrabbiato con loro ma spesso mi arrabbio e li offendo. L'ultima volta mi sono arrabbiato tanto con mia mamma per delle sciocchezze e da allora non mi sento più vicino a Dio. Mi dispiace per ciò che ho fatto e adesso con mia mamma non ho problemi e ci vogliamo bene come prima ma ha quanto pare non basta. Come posso fare per migliorare il mio carattere e tornare ad essere vicino a Dio?

    RispondiElimina
  161. Porre freno all'ira. TUtti noi, io compreso, siamo soggetti all'ira, ma dobbiamo imparare a controllarla. Insomma, se vedi che stai per arrabbiarti, pensaci due volte prima di parlare. Con i genitori a volte i conflitti sono inevitabili, ma se c'è amore e perdono, non bisogna temere di essere cattivi. Io ti posso dire solo queste cose, ma tutto dipende da te. Pensa a Gesù e al suo comportamento: ha mai disubbidito al Padre? No, ma ha sempre rispettato la Sua volontà. Questo è un altro insegnamento che lui ci ha dato.
    Pazienza, lentezza all'ira, insomma bisogna imparare ad essere come Lui. E comunque non ti preoccupare perchè se chiedi perdono, Dio ti perdonerà, ne sono sicuro, anche perchè Lui vede il tuo impegno e il tuo sforzo. Quindi abbi fede, prega Gesù che ti aiuti in questo compito, e ubbidisci ai tuoi genitori più che puoi. Spero di esserti stato almeno un pochino d'aiuto. A presto e fammi sapere.

    RispondiElimina
  162. Da insegnante ed educatrice e da cristiana, credo sia necessario fare una netta distinzione tra l'atto mastrubatorio, per così dire, inconsapevole di preadolescenti e adolescenti alla scoperta del proprio corpo e delle sue sensazioni primordiali e l'atto masturbatorio di adulti coscienti della propria corporeità, della propria sessualità. Con questo non intendo si debba accettare l'atto mastrurbatorio dei più giovani, ma sostengo essi debbano avere il tempo di comprendere che ciò è essenzialmente la rappresentazione di un piacere che può, in qualche modo, essere indirizzato in maniera realmente costruttiva per la propria crescita.
    Sul fatto della dipendenza sono pienamente d'accordo e sono pienamente consapevole che a volte la masturbazione adulta è dovuta sia a noia, sia a poca consapevolezza di sé. Tuttavia, non mi sento di condannare chi ne è protagonista, credo, infine, che si possa sempre migliorare ogni lato di sé, come anche indirizzare al meglio la propria sessualità e il proprio mondo interiore.

    RispondiElimina
  163. Maria Grazie, innanzitutto benvenuta nel mio umile spazio. Hai ragione: la prima distinzione può esser giusta perchè negli adolescenti è un atto inconsapevole e quasi istintivo. Ma ciò va bene per un certo periodo di tempo: poi arriva il tempo della maturazione e della consapevolezza. Se non sbaglio fu San Paolo a dire che quando era bambino pensava e ragionava come bambino. Ma quando ero adulto, egli pensava e ragionava come adulto. Il che vuol dire che una volta maturati, si dovrebbe avere la consapevolezza che un atto simile reiterato è immorale e dunque contrario alla volontà di Dio. E' inutile tentare di giustificare ciò che la nostra coscienza non riesce a giustificare.
    Io non li condanno, solo trasmetto loro questo pensiero e la Verità che Gesù stesso ci ha lasciato: chi segue la carne, morirà; chi segue lo spirito vivrà. Ora è chiaro che compiere l'atto masturbatorio significa seguire la passione e il desiderio della propria carne: chi può negarlo? Ecco perchè si tratta di una dipendenza: non riusciamo a farne a meno. Le catene di satana sono dure da abbattere e lo dimostra il fatto che smettere, in molti casi, è più difficile di quanto si possa immaginare. Io penso che l'unica via sia il matrimonio: la sessualità è stata donata noi, proprio per questo. Ed è bene ricordarlo affinché un giorno, qualcuno non possa dire che non sapeva o che non conosceva. Un saluto e mi auguro di risentirti presto.

    RispondiElimina
  164. buongiorno Angel,sono Annalisa..ti ricordi?:-)niente è un po che non ci si sente e volevo semplicemente farti sapere che grazie a Dio sta andando piano piano tutto bene,da quando ti scrissi per la prima volta non sono caduta piu in tentazione e ne sono troppo felice,non ho proprio piu quello stimolo,evito tutto ciò che puo indurmi a farlo e anzi piu ci penso e piu mi fa schifo la cosa...quindi forse sono sulla buona strada e sono sempre piu convinta di non volerlo fare assolutamente piu!purtroppo ecco mi capita all'improvviso di pensare a qualcosa,magari ti salta all'occhio un immagine o tipo,oppure anchecosi semplicemente,ma nonostante ciò fortunatamente non mi viene piu nessuno impulso,mi dispiace solo di non poter togliere definitivamente anche i "pensieri",perchè mi danno un fastidio,ma questo forse non ci riuscirò tanto presto e facilmente oforse mai,perchè purtroppo siamo in un mondo dove ti giri giri vedi qualcosa che ti salta in mente,però forse l'importante è non caderci piu con l'atto in se!!sai però cosa mi è successo stanotte,come ti dissi anche le altre vote ,mi capitava anche di fare sogni erotici e quindi poi puntualmente succedeva che mi eccitavo e quindi come se l'avessi fatto!ecco da quando ti ho parlato per la prima volta e poi mi confessai anche questo non mi era piu successo,figurati che in questi giorni ci pensavo ed ero troppo felice per ciò,credevo che anche da questo ne fossi uscita,e invece stanotte ho fatto un sogno e di conseguenza mi sono eccitata ed era come se l'avessi fatto di nuovo,il fatto è che però non so se ero cosciente,perchè nell'istante in cui succede è come se mi svegliassi e non riesco a fermarmi ,oppure è un dormiveglia non so!il prete una volta mi disse che se succede nel sogno non è peccato perchè non puoi controllarti,ma la paura mia ogni volta, è come se io fossi cosciente della cosa perchè in quell'attimo io mi sveglio e sento la sensazione....sinceramente non saprei proprio cosa pensare! non immagini come sto male,ho pianto ed è come se ci fossi ricaduta dinuovo ma ti posso giurare che non ci penso piu minimamente alla cosa quindi se dovesse partire da me posso star certa che non lo farò piu perchè mi sento troppo bene con me stessa,solo che i sogni non posso controllarli,e come faccio!!!???sto uno schifo,e ti dirò di piu,sono molto piu assidua nella preghiera,tutti i giorni mi dico il Rosari,e la preghiera della divina Misericordia,mattino e sera mi dico le mie preghierine,sono molto piu assidua nella messa..tutte le domeniche,insomma stavo prendendo un buon ritmo e questa cosa stanotte mi ha spiazzato.cosa posso fare Angel,mi sento dinuovo una peccatrice incallita!ci sto malissimo,figurati!prima che mi succedesse avevo fatto un alrto sogno tipo,solo che sono riuscita a fermarmi infatti mi sono svegliata ed ho tirato un sospiro di sollievo,ma secnda volta no però!!scusami ma mi dovevo sfogare un po,perdonami se mi sono dilungata un po ma spero che avrai capito grosso modo!ti abbraccio a presto...Annalisa!

    RispondiElimina
  165. Tranquilla Annalisa, non mi dimentico di chi passa da queste parti.
    Annalisa ciò che avviene nel sogno appartiene al sogno. Vedi, anche per me la notte porta alcune conseguenze. In seguito alla non attività, la notte mi capitano (fortunatamente non spesso) sogni di un certo tipo con delle fuoriuscite che i medici chiamano polluzioni notturne. Il tutto è naturale perchè l'organismo deve pur girare e per noi uomini è necessario che il corpo espella ogni tanto gli spermatozoi. Scusa se sono franco, ma è inutile fare troppi giri di parole. Quello oche ti è capitato stanotte è qualcosa di simile: ma non ti preoccupare, perchè tu non puoi essere cosciente se stai dormendo. Magari quando ti svegli provi quella sensazione, ma è fisiologica, non certo voluta da te. Quindi calmati e non temere perchè tu sei sulla strada giusta e sono molto fiero di te perchè stai lottando con forza e perchè arrivi anche a piangere per una non caduta. Ti ammiro molto per questo e sappi che anche solo leggendoti, mi fai ricordare la bellezza di rimanere puri. Tu Annalisa sei fortunata perchè Gesù ha voluto che tu non peccassi più: quindi ricordati di questo e ringrazia Lui per averti dato la forza. E ricordati: noi non siamo ancora in grado nè di controllare i pensieri e né tanto-meno di controllare i sogni! La nostra mente è soggetta ad un bombardamento di immagini e situazioni che poi la notte si trasformano in sogni. Quindi ti ripeto di non preoccuparti perchè a compiere l'atto non sei tu, ma il tuo corpo. Sii tranquilla e non pensarci più. Continua a pregare come fai sempre e se puoi, fai una preghierina anche per me. A presto e un forte abbraccio!

    RispondiElimina
  166. sicuramente pregherò anche per te,tanto quando lo faccio prego per tutte le anime in generale,sinceramente non mi soffermo a chiedere qualcosa per questa vita terrena...tanto....ciò che Dio ha stabilito accadrà sicuro,quindi...!ti ringrazio come sempre delle tue belle parole che come sempre mi rincuorano,solo che visto ti posso parlare francamente come hai fatto con me senza tanti giri di parole provo a spiegarti meglio cosa mi succede,forse capirai un po di piu....sicuramente quel determinato sogno non lo voglio io quindi rimane tale,oppure qualcosa del subconscio,il fatto è che quando sto sognando la determinata cosa ecco che naturalmente mi eccito,e mi capita di svegliarmi quindi io continuo a "frusciarmi"con le gambe come volesse continuare il mio corpo a provare quella sensazione di eccitamento,certo un po diversa dalla situazione masturbatoria perchè li magari usi le mani,qui invece uso il movimento delle gambe...oddio vorrei che capissi ciò che voglio dirti.Ma la cosa che a me fa stare tanto male è che dato che mi sveglio e quindi capisco che mi sta succedendo dopo non riesco a fermarmi,ed è questo che mi fa stare male perchè è come se lo facessi intenzionalmente e lucidamente,ma ti assicuro che io non lo voglio assolutamente fare!metà succede nel sogno e metà nella realtà!!si lo so,è complicata la cosa,e sinceramente mi fa piu paura questa cosa che farlo intenzionalmente perchè almeno da questo lato posso dire che non intendo piu caderci...morirei piuttosto!ma i sogni mi fanno paura a questo punto,perchè mi sento di peccare,ed io non voglio piu!scusami ma anche tu come mik sei diventato una guida "spirituale" e mi viene facile dirti queste cose!perdonami la mia franchezza,ma con te posso parlare!comunque andrò sicuramente a confessarmi,ma non mi fa star meglio perchè so che posso ricaderci(in sonno)

    RispondiElimina
  167. Ciao Annalisa, come stai? E' da un pò che non ti sentivo. Ti inviai un e-mail tempo fa e ogni tanto controllavo la posta per vedere se avessi risposto, ma non ho ricevuto più tue notizie. Mi fa piacere che tu stia lottando fortemente questo peccato. Anche io sto riuscendo! Angel, davvero Dio ti benedica perchè il Signore ti ha dato la missione di aiutare chi vive questo problema. Comunque Annalisa, la cosa dei sogni capitava anche a me e anche la fuoriuscita. La fuoriuscita è fisiologica e incontrollata e non rappresenta un peccato. Quando sei in sogno e quando ti svegli lo stimolo prosegue, dal momento che sei sveglia, hai di nuovo il controllo: Fermati, chiedi aiuto a Gesù e non proseguire quello "sfrusciamento" di cui parlavi. Vedrai che piano piano ti passerà pure la fase dei sogni. A me è passata da quando ho smesso. Ora diciamo che sei ancora nella fase iniziale di uscita da quel tunnel e ancora vivi le spiacevoli conseguenze derivanti dalle azioni passate. Vedi, la tua concupiscenza emerge a galla nei sogni, non potendo trovare sfogo nella veglia. Fidati che se perseveri nella preghiera e continui a non soddisfare quell'atto ignobile, vedrai che anche i sogni erotici passeranno. Per il resto confermo le parole di Angel: Sei sulla buona strada, continua così!

    Ti abbraccio Annalisa e auguri per la pasqua interiore che stai vivendo. Cristo ti sta vicino e lo confermano le tue buone intenzioni.

    Un abbraccio Angel, un abbraccio Annalisa!

    Ah, volevo rispondere anche a Maria Grazia:
    Nemmeno io condanno gli adolescenti. Tutti noi in quella fase della vita abbiamo sbagliato, l'importante è non sbagliare dopo quando si è consapevoli della gravità del peccato e ancora una volta confermo le parole di Angel, dato che abbiamo lo stesso modo di pensare.

    Un abbraccio a tutti,
    Mik

    RispondiElimina
  168. Annalisa, perdonami se non ti ho risposto prima, ma la tua risposta non mi è stata segnalata via e-mail. Confermo comunque le parole di Mik: cerca di fare come lui ti ha detto e non ti sentire in colpa dei sogni perchè è fisiologico che nel sogno prendano vita le immagini e i desideri fisiologici umani. Ricordo che anche i santi hanno lottato contro la notte, ma non devi temere. Dio non ti punisce per qualcosa che è indipendente dalla tua volontà. Piuttosto, quando ti svegli, cerca di ricordare la tua lotta e che non hai bisogno di farlo: pensa intensamente a Gesù e parlagli se necessario. Ormai ho capito che noi possiamo parlargli in ogni momento perchè Lui c'è e ci ascolta ogni giorno e in ogni istante. Annalisa, non ti devi però buttare giù e scoraggiarti perchè Gesù è con te in questa lotta. Tutti noi affrontiamo la stessa cosa: dunque è sinonimo che siamo sulla buona strada per uscire per sempre da questa dipendenza. Vedrete che, prima o poi, saremo liberi in Cristo e potremo rallegrarci ancora di più. Nel frattempo, come detto, affidati a Gesù e se ne senti il bisogno, allora confessati: ma non ti colpevolizzare troppo per la notte. Ora ti saluto e come sempre io, anzi noi siamo sempre qui! Un abbraccio

    RispondiElimina
  169. Ciao Angel, sono Simone. I tuoi consigli riguardo il mio comportamento sono stati utili e per almeno due volte ho tenuto l'ira sotto controllo e quindi non ho litigato. La cosa strana è che questi consigli che mi hai dato li avevo gia pensati e credevo che non mi sarebbero stati di aiuto. Invece sono stati utilissimi perchè ho così scoperto che se mi faccio degli "auto-rimproveri" la mia situazione non cambia mentre se me lo dice qualcuno io cambio. Che strano carattere che ho! La stessa cosa era successa con la mastirbazione: io mi dicevo di non farlo e puntualmente lo facevo ma da quando me lo hai detto tu, non mi sono più masturbato e grazie a Dio non sento più nessun tipo di tentazione carnale. Ho letto della tua testimonianza che hai pubblicato ieri e mi è stata immediatamente d'aiuto. Infatti da alcuni giorni non sento più la vicinanza con Dio e Domenica non sono andato alla Messa. Iniziavo io stesso a dubitare dell'esistenza di Dio ma tu mi hai aperto gli occhi. Ti ringrazio con tutto il cuore e se vuoi prega per me affiche possa ritrovare Dio come pochi giorni fa. Ciao e ancora grazie.

    RispondiElimina
  170. Simone, mi riempi il cuore di gioia sapendo che ciò che mi è accaduto è servito a te per ritrovare Dio. Vedi, ho capito che Dio a volte, si nasconde e noi ci sentiamo come abbandonati e i primi dubbi cominciano a fiorire. Bene è proprio in quel momento che noi dobbiamo dimostrare la nostra fedeltà a Dio perchè ci mette alla prova. Dobbiamo dimostrare la nostra ubbidienza e pregare ed andare a Messa, anche se non sentiamo Dio. Se leggi il diario di Suor Faustina di cui parlai tempo fa, potrai avere anche un maggior aiuto. Per il resto, ti ringrazio ancora per le tue parole e per la tua testimonianza di successo, e ti saluto augurandoti ogni benedizione da Dio. Un caro saluto e a presto!

    RispondiElimina
  171. bene vedo che quisi è passati alla censura...dopotutto è tipico della chiesa mettere all'indice no?

    RispondiElimina
  172. Anonimo, quando ho visto il tuo riferimento, ho capito che eri qui per seminare solo dubbi e zizzania. Tu mi potrai presentare tutti i libri di uomini come te, ma non potrai cambiare una realtà provata sulla pelle. Forse un giorno, capirai anche tu cosa significa e ti renderai conto di quanto stupido e stolto tu sia stato a voler seguire i pensieri di altri uomini come te. Io credo nella veridicità del Vangelo perchè tutte le parole di Gesù si sono e si stanno avverando. E sulla morte in croce, essa doveva andare così perchè era stabilito da tanto tempo, ancor prima che il mondo fosse. Credi che mi importi sapere il motivo umano, quando conosco il motivo spirituale che già le scritture ebraiche avevano preannunciato? Pensa di più a queste cose e segui il tuo cuore e la tua anima e non le parole di qualche uomo come te.

    RispondiElimina
  173. buongiorno Angel,sono sempre io Annalisa.Ti volevo chiedere una cosa,tu hai mai fatto il digiuno cristiano?se si potresti dirmi in che giorni si fa,quanti e come si fa!stavo leggendo alcune cose a riguardo ma vorrei saperne di piu sempre se sai rispondermi...grazie ciao!!:-)

    RispondiElimina
  174. Annalisa, mi dispiace ma non so risponderti. Posso solo dirti che una volta lessi che il era gradito il digiuno a pane ed acqua, specie in tempo quaresimale. Ti posso anche dare una dritta: se vai a questo indirizzo, troverai un articolo che parla proprio del digiuno cristiano: http://www.avveniredicalabria.it/index.php?option=com_content&view=article&id=349:il-digiuno-cristiano&catid=39:primapagina&Itemid=41

    Fai bene comunque ad interessarti perchè anche digiunare vuol dire amare Gesù sino a condividerne la sofferenza. Io personalmente l'ho praticato in tempo di Quaresima, ma penso che ognuno è libero di farlo anche quando sente di volerlo fare. Spero di esserti stata almeno un pò d'aiuto e comunque se fai una ricerca su google, troverai anche maggiori informazioni. un caro saluto e a presto!

    RispondiElimina
  175. è un ragionamento che non stà in piedi dire che la bibbia e il vangelo sono la parola di dio perchè lì c'è scritto così. si chiama petitio principii ed è lo stesso ragionamento che fa il celiberrimo "barone" quando si tira fuori dalle sabbie mobili tirandosi per i capelli...ecco dire che esiste un dio solo perchè un libo dice che è così è la stessa identica fallacia

    RispondiElimina
  176. Non hai capito il mio discorso: io ho provato sulla pelle ciò di cui parlo: Gesù l'ho visto e l'ho sentito dinanzi a me: di quali altri prove ho bisogno? Ho bisogno di un libro umano per confutare la realtà di cui sono stato oggetto?

    RispondiElimina
  177. salve angel,ti volevo chiedere un'altra cosa riguardo il digiuno cristiano...visto che tu lo fai in tempo di quaresima,quand'è che inizi e finisci?che giorni e sopratutto cosa mangi?grazie mille buonagiornata!

    RispondiElimina
  178. Beh vedi Annalisa, non seguo uno schema preciso. Ad esempio, mi viene da digiunare il venerdì perchè sappiamo tutti cosa esso rappresenta per noi.Comunque, ho sempre limitato il digiuno alla sola sera, astenendomi completamente dal cibo e mangiando qualcosa a mezzogiorno. Ognuno comunque è libero di digiunare come meglio crede perchè deve venire dal nostro cuore e non da uno schema rigido, perchè altrimenti Gesù ci avrebbe detto quando e come farlo. Almeno questo è ciò che penso. Poi, come detto, puoi anche prendere spunto da Internet o ancora meglio dal tuo parroco. Mi dispiace non poterti essere di maggior aiuto e ti saluto con affetto.

    RispondiElimina
  179. Vorrei dire all'"Anonimo", che tutto quello che dice è sconnesso e ha poco senso. Io so solo che chi crede in Dio, è illuminato da Lui e sa discernere il bene dal male, guarda con gli occhi dello spirito ciò che è veramente la realtà e riesce a raccontarla in un modo connesso, semplice e sensato. Da quel che ho capito dalla risposta di Angel al tuo commento sulla censura, gli avrai parlato di libri. Bene, se ti piace tanto leggere, perchè non ti leggi qualche bel libro sui santi? Sono sicuro che ti rifiuterai di leggerlo, perchè a tutto quello che ha a che fare con la Fede, sei allergico. Ma tu prova a leggerti qualche testimonianza dei santi, anche solo per trarne le tue conclusioni. Non scartare queste letture perchè parlano di Cristo, Colui a cui tu non vuoi credere perchè il demonio così ti dice di fare. Altrimenti se non ci fosse stato il demonio di mezzo, ti saresti documentato. E' ovvio che se uno legge libri di scrittori anti-cattolicesimo, si lascia influenzare dalle loro idee e guarda solo da quella parte. Io so solo che credo in Gesù Cristo e nessun uomo contro la Chiesa è riuscito a smontare la mia Fede. Questo succede quando si conosce davvero Cristo: Nessuno può farti cambiare idea. Leggiti la documentazione sul miracolo eucaristico di Lanciano. Documentati. Se non lo farai è solo perchè hai paura di scoprire che il Signore a cui tanto sei avverso, esiste. Infatti il miracolo eucaristico di Lanciano è la prova schiacciante che Cristo è vivo e risorto.

    Un abbraccio caro Anonimo e un abbraccio a tutti voi!

    Per Annalisa:
    Io il digiuno l'ho fatto quest'anno il Venerdì Santo ed è stata la prima volta. Sono stato a stomaco vuoto per 24 ore, senza mangiare e senza bere. E' stato difficile, ma ce l'ho fatta. Anche se dopo questa esperienza, il prossimo anno lo farò a pane ed acqua!

    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  180. Ciao Angel, volevo informarti, se non lo sapessi che oggi è Santa Faustina Kowalska. Fare un post su di lei è il minimo. Te lo chiedo come devoto della Divina Misericordia e Santa Faustina Kowalska merita di essere ricordata oggi, perchè lei ha risposto alla chiamata del Signore e se lei non lo avesse fatto, avrebbe dovuto rispondere di un gran numero di anime. Ma dato che l'ha fatto, molte anime sono salite al cielo grazie a lei e sta aiutando anche noi a camminare verso il cielo!

    Grazie Santa Faustina Kowalska, grazie per averci concesso di poter vivere e gioire della Divina Misericordia di nostro Signore Gesù Cristo.

    Santa Faustina, prega per noi.

    RispondiElimina
  181. angel ti prego aiutami, sono caduta di nuovo in questo peccato e sto malissimo..come fa dio a pperdonarmi se lo rifaccio ogni volta??ho paura di morire magari stanotte e andare all'inferno, non vedere mai gesù..sto malissimo..

    RispondiElimina
  182. ti prego se ci sei aiutami....

    RispondiElimina
  183. Hola Anonimo:

    Resta in silenzio, consegna la tua anima al cuore Inmaculato della Vergine Amatissima, a non debi occultare niente a Gesù non debi occultare al suo amore , lui sa più di te di quanto tu sappia di te stessa. Dali questo dolore che ora stai provando. Ma ti prego resta in silenzio e concentrati nella figura di Maria , lei ti porterà da Suo Figlio. Come Lui ti Ama non ti Amerà mai nessuno. Resta in silenzio "la disperazione non è figlia di Dio"... Ti voglio bene , ho una raggione molto forte per volertene anche se non ti conosco, Ti voglio bene.
    Sia Lodato Gesù Cristo

    RispondiElimina
  184. Hola Angel:

    Ti chiedo scusa se ho risposto a questo messaggio che era indirizzato a te. Ti ringrazio ancora per il tuo amore a Gesù, prego perche sia sempre più forte, e più luminoso. La grazia del signore ti raggiunga e possieda TUTTO TUTTO TUTTO in te...

    SALUDO yANISA

    RispondiElimina
  185. Yanisa hai fatto benissimo a rispondere, anzi è giusto che siate tutti voi ad aiutarvi l'un l'altro. Annalisa, mi dispiace, ma ho appena visto il tuo messaggio di aiuto. Non scoraggiarti, sai quante volte anche io sono caduto? Ma ciò che serve è rialzarsi perchè quello che ho imparato è che satana vuole farci credere di non essere degni di Dio e del suo perdono, ma in realtà Gesù è morto per noi e con la sua morte ha lavato ogni colpa. Per questo noi dobbiamo amare e sforzarci di lottare per Gesù: proprio perchè Lui ha accettato una morte sulla croce per lavare le nostre colpe e le nostre debolezze. Ma non abbatterti: Gesù c'è sempre e perdona e inoltre Egli, come disse a Suor Faustina, apprezza i nostri sforzi più del risultato. Tu ti stai sforzando moltissimo perciò sono sicuro che Gesù è accanto a te, pronto a tenderti di nuovo la Sua mano. Ma tu devi rialzarti e ricominciare, anche se è faticoso. TI prego solo di non fare questo e cioè di abbatterti e ricorda che anche Gesù è caduto sotto la Croce, ma si è sempre rialzato!
    E' normale che tu abbia timore e ciò significa che la tua anima ha sete di Gesù e teme di non poterlo vedere. Ma ella sa anche quanto immensa è la Misericordia di Dio e credimi: verrà perdonata perchè affranta e timorosa.
    Tu chiedigli perdono con tutto il tuo cuore e chiedi più forza per affrontare l'iniquità e ricorda anche che Dio non ci tenta mai oltre le nostre forze e che quindi noi abbiamo la forza per resistere.
    Comunque ripeto, non scoraggiarti, invoca il nome del Salvatore, ripudia il tuo peccato e va avanti per il tuo cammino, pensando sempre a Gesù e al Regno che ci ha promesso. Un caro saluto e un abbraccio di spirito e forza: possa Dio benedirti e accoglierti fra le Sue braccia!

    PS Io sono qui, se hai ancora bisogno!

    RispondiElimina
  186. Yanisa, ancora grazie per il tuo intervento e per le tue preghiere per me. Anche io, nel mio piccolo, pregherò sempre per te. Un caro saluto e a presto

    RispondiElimina
  187. Anche io, come Yanisa, mi scuso se rispondo al posto tuo, ma mi sento di volere aiutare Annalisa. Ascolta, come sai, anche io pochi giorni fa sono caduto e mi sono rialzato. Ogni volta per me è un grande dolore, credimi, ma più mi sforzo, più si allungano i giorni in cui non commetta quell'atto orribile. Non immagini quante volte sono caduto, anche quando ho promesso a Gesù di non farlo. E mi sentivo esattamente come te. Ma ora se sono in pace con me stesso, vuol dire che il Signore mi ha perdonato. Invece di piangere le tue colpe, che penso sia umano e giusto, chi di noi non piange le proprie colpe, rifugiati davanti alla Divina Misericordia e dì a Gesù: Gesù, confido in Te! Confida in Lui, nella Sua Divina Misericordia e Lui ti perdonerà! Questo piangere i tuoi peccati, questo sforzarti di fare il bene, è segno che ti stai ribellando al male e che vuoi donare la tua anima a Cristo. Non credere che ci si smette di masturbarsi da un giorno all'altro. E' difficile, molto difficile. Ci vuole tempo, tantissimo tempo e tantissima pazienza, ma tu non cadere nello sconforto, perchè questo peggiora ancora di più le cose e potrebbe farti ricadere nel peccato. Affidati alla Divina Misericordia che è infinita ed eterna. Il Signore ha perdonato Paolo di Tarso che era persecutore dei cristiani e ha fatto tanto del male, ora non perdona te per questo peccato? Occhio: Ciò non vuol dire che nella vita si può fare tutto e passarla liscia, perchè chi abusa della Misericordia di Dio, sarà punito. Stai tranquilla quindi, il fatto che tu sei addolorata, vuol dire che il tuo cuore è pentito e contrito e quando un cuore è sinceramente contrito, il Signore lo perdona.

    Stai tranquilla e affidati ancora una volta a Lui. Gesù conosceva già la nostra debolezza ancor prima che noi nascessimo, per questo ci ha dato il Sacramento della Riconciliazione. Dio è infinitamente buono e anche se conosce le nostre debolezze ci ha scelti per santificarci e salvarci. Come ha fatto con Pietro: Gesù già sapeva che Lo avrebbe rinnegato, eppure l'ha scelto! Quindi stai tranquilla, sei stata scelta dal Signore e Lui ti perdonerà perchè ti vuole santa e salva.

    Un abbraccio fraterno Annalisa e a tutti voi.

    RispondiElimina
  188. Ciao Angel, sono Simone. Ti devo parlare e chiedere aiuto su una questione che devo risolvere. Quando io non credevo in Dio mia mamma mi diceva spesso "Smettila e credi un minimo in Dio che esiste". Io prontamente rispondevo che Dio non esisteva e che avrei trovato le prove riguardo alla falsità di questa credenza. Desidero precisare che ho trovato Dio proprio mentre cercavo queste prove. Infatti il prof. di religione ci disse di fare un "esperimento": chiedere a Dio lo Spirito Santo e vedere cosa succedeva. Io l'avevo presa come una sfida e se non fosse successo niente allora avevo le prove che Dio non esisteva. Ma poco dopo che avevo chiesto lo Spirito Santo, incominciai a sentire che Dio esisteva e che io mi ero indubbiamente sbagliato. Da allora credo in Dio. Da marzo di quest'anno incominciai ad andare alla Messa e da allora ci vado più Domeniche possibili. Questo mio cambiamento ha provocato qualcosa di strano in mia madre (al mio babbo no perchè è sicuro che Dio non esiste e se esiste allora tutto ciò che capita di brutto è colpa sua). La mamma ha iniziato a dirmi che è da stupidi andare alla Messa sempre e che se do ascolto a cio che dicono i sacerdoti divento scemo. Sono costretto a dover leggere le cose che riguardano la fede di nascosto e anche quando sono nel tuo blog loro non lo sanno. Non saprei che reazione avrebbero visto che soltanto per andare alla Messa si sono arrabbiati (soprattutto mio padre). Mi puoi dare dei consigli su come migliorare questo rapporto? Ah, ho iniziato a leggere il diario di suor. Faustina come mi avevi consigliato.

    RispondiElimina
  189. Scusami Simone, ti faccio una domanda: ma tua madre crede in Dio? Perchè se crede in Dio non capisco il suo comportamento. Devi dire a tua madre che c'è qualcuno anche al di sopra di lei e che tu senti dentro di te, di doverlo seguire. Vedi, Gesù ci ha insegnato che Dio viene al di sopra di ogni cosa ed è bene ricordare anche ai nostri genitori che chi ostacola Dio o i suoi figli, non fa del bene, ma anzi va incontro alla Sua ira. So che può essere difficile vivere una situazione simile, dove la tua famiglia non capisce e ti vede quasi come un pazzo: lo so perchè anche nella mia famiglia, pur essendo credenti, molte cose non le capiscono ed infatti non ne parlo con loro e le custodisco gelosamente nel mio cuore. So però che verrà un giorno in cui dovrò parlare anche contro di loro, ma per loro: noi abbiamo difatti una grossa responsabilità e cioè di raccontare quella Verità così tanto distorta in questi anni. Tu sei ancora giovane, e quindi hai maggiori difficoltà: ecco perchè se essi continuano ad ostacolarti, prima parli loro apertamente (dicendo loro che tu vai a Messa per incontrare Dio e che ne hai bisogno più del pane)e se non sortisce effetto, allora ti consiglio di rivolgerti al tuo parroco o al tuo prof di religione e di spiegargli la situazione. Sono sicuro che egli ti saprà fornire un vero aiuto perchè è lì con te di persona e potrà fare qualcosa al riguardo. Mi dispiace non poter fare di più perchè è enormemente triste quando qualcuno che ami, ti impedisce di vivere qualcosa di grandioso come la fede in Dio: tu hai avuto una fortuna immensa e non puoi lasciare che i tuoi genitori te la strappino via: quindi qualsiasi cosa accada, non smettere mai di pregare, anche nel silenzio, perchè Gesù ascolta anche e soprattutto nel silenzio della tua camera e ti saprà sicuramente aiutare e capire. Vai a messa ogni volta che puoi, prega sempre e vieni qui per ogni cosa: non temere perchè non stai facendo assolutamente nulla di male. Tu stai solo cercando l'Amore di Nostro Padre, quindi non hai nulla da rimproverarti: sono i tuoi che devono rimproverare loro stessi per ciò che stanno facendo. Per qualsiasi cosa io sono sempre qui e ti prego di tenermi aggiornato su questa situazione perchè mi sta davvero a cuore che tu ti riappacifichi con loro senza però mai rinunciare a Dio. Non temere, comunque perchè non solo io sono con te, ma anche e ovviamente soprattutto Colui che ti ama più di tutti. Un forte abbraccio e che Dio ti dia la forza per affrontare anche questa situazione.

    RispondiElimina
  190. La testimonianza di Simone mi colpisce molto. E' davvero bella. Ci hai dato una bella lezione di Fede: Ci ricordi che quando chiediamo a Dio di mandarci lo Spirito Santo, Egli non mancherà di mandarcelo. Vedi Simone, anche per me nei primi tempi è stato difficile vivere la Fede nella mia famiglia, ma ho messo Gesù Cristo al primo posto e non mi sono lasciato scoraggiare dagli scherni di mio fratello. All'inizio mi nascondevo quando dovevo recitare il Rosario, ora non più. Gesù ci chiama ad affrontare le difficoltà per dimostrarGli tutto il nostro amore, tutta la nostra fede. Ricordati che Gesù viene prima di tutto, anche prima dei genitori e dei figli. E ti dirò di più: Chi mette Gesù al primo posto di conseguenza ama i genitori o i figli più di prima. A volte è difficile reggere il peso degli scherni, è difficile subire insulti, è difficile portare la parola di Gesù ai non credenti. Ma è proprio in questa difficoltà che noi dimostriamo al Signore, quanto Lo amiamo e quanto Gli siamo fedeli. Il vecchio Simeone disse che Gesù sarebbe stato segno di contraddizione per svelare i pensieri di molti cuori. Questo si può verificare nella società odierna: Se tu parli loro di Gesù, ti ridono in faccia. Da queste azioni capisci l'identità delle persone ed ecco che Cristo svela i pensieri dei cuori: Una persona che ti ride in faccia non è rispettosa. Tu fai una bellissima cosa andando a Messa e non smettere mai! Quello che dicono i sacerdoti è giusto, perchè parlano di Cristo, unica sorgente di vita eterna. Non si diventa "scemi", ma anzi si acquista la vera saggezza, la consapevolezza che Cristo c'è e che questa società è tutto un inganno. Tutto quello che puoi fare è pregare che la tua famiglia si converta e creda fortemente in Gesù Cristo. Il Vangelo ci insegna che nelle famiglie ci saranno sempre divisioni a causa di Gesù Cristo. Non ti scoraggiare, non sei solo in questo cammino. Ognuno di noi deve affrontare le difficoltà della fede: Nella famiglia, nella società, nel lavoro. Ma chi persevererà sino alla fine, sarà salvato, come dice Gesù. Affidati alla Divina Misericordia e tutto andrà bene, presto o tardi!

    Grazie Simone, grazie per la tua splendida testimonianza.

    Concludo, con il messaggio della Regine della Pace di quattro giorni fa. Leggendolo non ho potuto fare a meno di pensare a tutte le persone che si sono rivolte su queste pagine a causa della difficoltà dovuta al peccato della masturbazione. Spero che questo messaggio di Maria vi aiuti a camminare nelle vie del Signore.

    Messaggio del 2 ottobre 2009 ( Mirjana )
    Cari figli! Mentre vi guardo, il cuore mi si stringe dal dolore. Dove andate, figli miei? Siete così immersi nel peccato che non sapete fermarvi? Vi giustificate col peccato e vivete secondo esso. Inginocchiatevi sotto la croce e guardate mio Figlio. Lui ha vinto il peccato ed è morto affinché voi, figli miei, viviate. Permettete che vi aiuti perché non moriate, ma viviate con mio Figlio per sempre! Vi ringrazio!

    ---

    Maria è addolorata per i nostri peccati, ma lei stessa ci dice che cosa dobbiamo fare se davvero vogliamo cambiare e camminare verso la salvezza:
    Inginocchiarci davanti a Gesù, permettere lei di aiutarci sul cammino della santità. Belle queste parole, davvero belle. Lasciamoci accompagnare dalla Vergine Santissima Madre di Gesù e Madre nostra.

    Un abbraccio fraterno a voi tutti.

    Sia lodato Gesù Cristo.

    RispondiElimina
  191. Ciao Angel, la tua spiegazione riguardo alla mia situazione familiare mi ha fatto capire che non solo devo rimanere fedele a Dio ma anche che mi devo migliorare senza alcun limite. In fondo hai ragione e credo che Dio non vorrà che mi allontani dalla mia famiglia.Per quanto riguarda mia madre non so nemmeno io cosa dirti. Infatti quando ha paura chiede a Dio di aiutarla (anche se raramente)o delle volte sente che deve pregare per qualcuno che è morto, lei lo fa;o alcune volte decide di andare a una processione. Per le feste cerca di andare alla Messa ma tutte le altre Domeniche, dice che la Messa è inutile. E quando c'è qualcosa che la fa arrabbiare e non è colpa di nessuno,non esita a dare la colpa a Dio. Spesso accusa i sacerdoti, soprattutto il nostro perchè non si sentono dire belle cose sul suo conto. A me non interessa se lui ha commesso peccati perchè anche lui è un uomo e come tutti è un peccatore. Perciò, come chiede lui stesso durante la Messa, prego per i sacerdoti affinchè non cadano in peccato. In definitiva, sembra che mia mamma abbia un rapporto tipo "Bancomat" ovvero chide aiuto a Dio solo quando a bisogno e gli importa poco o niente quando non ne ha. IO ho provato a spiegarli il mio cambiamento ma lei non vuole capire e pone al primo posto ciò che serve in questa vita (di conseguenza Dio è tra gli ultimi). Non dico che a me non interesi questa vita,anzi, ma cerco di mettere Dio al primo posto anche se non sempre è semplice. Ad esempio a scuola, delle volte non mi sento a mio agio in quanto molte volte sento persone che per sentirsi più importanti usano la bestemmia come se non fosse nulla e si divertono quando parlano di Dio dicendo che sono ormai pochi gli illusi che ci credono. Addirittura ho un prof che al solo pronunciare la parola Dio inizia a farci discorsi su quanta gente va alla Messa e su quanti sperano che Dio li aiuti; è sicuro che che ogni cosa che dici a Dio è come se al dicessi a un Muro. Bhe, in questi casi preferisco stare in silenzio perchè ho paura che se mi metto a parlare di Dio escano fuori delle domande a cui non so rispondere. Comunque spero di poter risolvere presto questa situazione anche se mi sembra che dovrà durare ancora a lungo. Ti ringrazio e a presto.

    RispondiElimina
  192. Simone, molte volte seguire Gesù ci costa molto, ma è questo che ci rende vicini a Lui. Se fosse facile, tutti avrebbero scelto di Seguirlo, invece Gesù non hai mai deto che seguirlo sarebbe stato facile, anzi ha più volte ribadito la necessità di portare sulle spalle la propria croce e di seguirlo. Ti capisco su tutto perchè anche io ho passato ciò che tu stai passando, è dura, ma non sei solo.
    Riguardo tua madre, mi dispiace doverlo dire, ma lei ha una concezioni enormemente sbagliata. Non si può andare a Dio per chiedere aiuto e poi dargLi la responsabilità di ciò che accade. Dio o lo si ama o lo si odia, ma non si può fare metà e metà.
    L'importante è che tu resti fermo nella tua fede e sono sicuro che quando verrà il momento, lo Spirito ti porterà a parlare apertamente, magari per tentare di correggere i tuoi stessi genitori. Tu hai avuto qualcosa di unico, ricordalo: hai avuto il privilegio di sentire Gesù dentro il cuore e una cosa così non può essere dimenticata o gettata alle ortiche.
    Mi dispiace solo sapere che genitori e professori che dovrebbero educare, sono i primi ad insegnare un modello sbagliato e lontano da Dio; ora mi spiego molte cose sulla deriva di questo mondo. Preghiamo, affinchè Dio possa perdonare non solo noi, ma anche tutti loro che non sanno più cosa fanno.
    Tu Simone, resta sempre come sei, anzi cerca di migliorare nella fede e sono sicuro che un giorno sarai libero di amare Dio con tutto te stesso. Ora ti saluto con un forte abbraccio e non dimenticare che un piccolo conforto, lo troverai sempre qui. A presto e che Dio ti benedica!

    RispondiElimina
  193. Ciao a tutti. Non bisogna vergognarsi di dire che la masturbazione è peccato, anzi peccato mortale! Dobbiamo proclamare anche che il tentatore esiste davvero! Consiglio vivamente, da esperto di demoniologia, a chi pratica questo vizio, di rivolgersi immediatamente a un esorcista, perchè la masturbazione aiuta il demonio a causare ossessioni e vessazioni. Non fatevi prendere in giro da Satana! Quello è un piacere (non una gioia) di pochi secondi, la felicità permanente ce la dà Gesù. Leggete il seguente articolo e capirete:
    http://medjugorje.altervista.org/doc/pamorth//discernimento.html
    Scusate la severità, ma poco si parla del demonio che tenta per distruggerci.
    Un abbraccio a tutti!
    Ciao

    RispondiElimina
  194. che dire, grazie a questo blog provvidenziale, che ho letto per buona parte (soprattutto negli interventi di Spalo...e di Annalisa) finalmente ho aperto gli occhi del tutto! complimenti! ma ora basta ringraziamenti e passiamo al punto topico del mio post: il mio carattere (che voi chiamereste anima e vorreste che fosse un dono di Dio) fa si che io rispetti qualsiasi persona e qualsiasi opinione (senza tuttavia chieder conto a nessuno di ciò) per cui rispetto anche le vostre opinioni(parlo di Angel e Mik).

    Tuttavia ora sarò un pò scortese, e per ciò chiedo anticipatamente scusa, io non voglio offendere, ma solo essere più pregnante: per me, Angel, e ti parlo da uomo senza fede, e quindi da semplice UOMO, tu sei malato. Ovviamente questa "malattia" non ti procura dolore, anzi ti rinforza, perchè puoi contare su una fede "potentissima".

    cionondimeno, col tuo pensiero, che poi spacci per verità divina, tu e tutti i tuoi amici, terrorizzate (e quindi FATE TERRORISMO PSICOLOGICO) milioni e milioni di semplici esseri umani come me, di adulti ma soprattutto adolescenti, che non credono in Dio, per un motivo o per un altro.

    quindi si, è vero, sono solo opinioni, però accorgetevene di quanto danno fanno!

    la masturbazione E' una cosa naturale, NON è un peccato, e la sensazione di colpa che avvertite dopo, tanto per dirne una, NON è una valida dimostrazione nè dell'esistenza di Dio nè dell'anima. Voi avvertite il senso di colpa solo perchè credete di fare torto a Dio. Questo pensiero può andar bene solo a voi credenti, ma non si può terrorizzare in tale maniera un 14enne in piena tempesta ormonale, che magari crede a Dio ma anche e soprattutto ai suoi ormoni! E suvvia!!

    Io sono capitato qui per caso, perchè non sono credente, ma anchio in fin dei conti provo un senso di colpa ogni volta che ci cado: mi sento una persona meschina e reietta, e sai perchè, signor Angel? perchè invece di trombare (scusate la volgarità, ci stava!) con una bella ragazza (in verità me ne basterebbe una, anche per tutta la vita) sto facendo da me stesso come uno sfigato, è QUESTO quello che penso, ed è questo quello che pensano TUTTI gli uomini con problemi affettivi. In verità io credo di amare una persona sopra ogni cosa, ma spesso non ho modo di vederla per motivi che non sto qui a spiegare. E non me la sento nè di tradirla (tanto è forte il mio amore che l'idea non mi tange nemmeno) nè di diventare un asceta: soluzione? masturbazione! (non eccessiva ovviamente).

    perchè la masturbazione è un piacere effimero che dura poco e ti riporta bruscamente alla realtà senza averti arricchito di nulla. E' vero. Ma non è solo questo. Vogliamo parlare dei FATTI?

    1)se non fosse una cosa NATURALE, non se ne sentirebbe nemmeno il bisogno, soprattutto in età adolescenziale, ma non solo. Ora non vorrete forse dire che la natura è buona per certi aspetti e cattiva per altri? Ma san francesco non lodava TUTTA la natura, che in fin dei conti, è una creazione di Dio? impedendo forzatamente la masturbazione si va contronatura, e solo un folle, un esaltato e un uomo di fede potrebbero arrivare a tanto. Per l'appunto.

    2)masturbandosi si disperde lo stress accumulato, si scarica la tensione rilassando la persona, a beneficio suo e di chiunque gli sia intorno.

    3)diminuisce DI MOLTO il rischio di tumori alla prostata e non ricordo dove altro...ma questo, mi sono reso conto che non vi interessa.

    Se volete vedere la masturbazione come un peccato, pur sapendo che essa è naturale, allora la vostra fede vi ha recato un danno, perchè vi ha accecato: siete repressi, spesso isterici, perennemente frustrati. Distogliete lo sguardo da un mondo che disdegnate, che non vi piace ma che è COSI', perchè è così che Dio l'ha fatto! Ok, Magari tu sei un santo, Angel, e il vostro Signore ti ha miracolato astenendoti dalle passioni NATURALI: ciònondimeno tu rinneghi la Natura, rinneghi il mondo in cui Dio ti ha posto, rinneghi quindi la totale dignità dell'opera di Dio, del Suo progetto.

    RispondiElimina
  195. spero che qualche anima persa come lo ero anchio si incappi in queste mie parole, perchè di migliori raramente ne leggerete (lo so, sono molto modesto). "La virtù sta nel mezzo" e niente c'è di più vero. Vi masturbate troppo? male! disperdete troppe energie e vi deconcentrate dal vostro lavoro. Il troppo stroppia! e sono pronto a scommettere che non migliorerà la vostra autostima...vi masturbate troppo poco invece, perchè avete dei complessi di qualsiasi tipo? MALISSIMO! il danno non è la masturbazione in se, il danno sono i pregiudizi che vi hanno inculcato nel cervello (e mi duole ricordare che la Chiesa ha una sua bella parte di colpa, in ciò) che vi fanno sentire male! masturbarsi con moderazione è una cosa naturale e benefica (davvero non ci avete fatto caso? frustrati!) e che per questo, è praticata da TUTTI, nessuna eccezione, e da che mondo è mondo aggiungerei! per cui non sentiatevi soli e non lottate contro i mulini a vento, per carità!

    ciò che rimorde nella coscienza, dicevo, la maggior parte delle volte è un problema di natura meramente affettiva: o sembra di tradire lui/lei o se non si possiede questo lui/lei, ci si sente di essere meschini, perchè abbiamo dentro un vuoto affettivo che la masturbazione, per quanto sia un atto sessuale, non SARA' mai in grado di empire. Ma sono solo collegamenti di tipo cognitivo: la masturbazione non ha nulla a che fare con amore è sentimenti, in quanto bisogno BIOLOGICO.

    soluzione? uscite, frequentate ragazze/i, buttatevi sul lavoro viaggiate, fate esperienze nuove, divertitevi, tenetevi attivi, mente e corpo, e quindi MASTURBATEVI con serenità quando più vi aggrada.

    Di dolore al mondo ce n'è anche troppo per crearsene dell'altro. Mai come in questo caso, sono meglio 100 seghe materiali, piuttosto che una sola, mentale...

    RispondiElimina
  196. Sig. Ventola, lei dice esattamente ciò che io dico in altri post al riguardo della nostra società. La ringrazio perchè così conferma la mia linea ai pensiero e cioè che l'uomo di oggi giustifica l'ingiustificabile, attraverso strumenti medici e psicologici. La malattia che ho io è una delle più belle malattie, anzi la più bella perchè non mi fa sentire né malato né mi fa sentire frustrato o quant'altro e questo semplicemente perchè se lo Spirito è più forte, non si sente il minimo bisogno di masturbarsi. Si sente il bisogno quando si è legati alle passioni del corpo e mi devo ripetere, anzi devo ripetere la frase che Gesù e gli apostoli hanno da sempre pronunciato: Chi segue la carne morirà e chi segue lo Spirito vivrà in eterno. Questa frase spiega benissimo tutto più di mille parole: ciò che lei chiama naturale è la passione dell'uomo verso le donne che sfocia in qualcosa di immorale. Il sesso Dio l'ha donato per creare intimità tra uomo e donna affinché diventino una cosa sola. Lei, cedendo ai suoi istinti (animali perchè l'istinto è animale e non umano) va esattamente contro il Piano di Dio. E sbaglia anche nel dire che la Chiesa inculca il senso di colpa perchè ai giovani non viene detto nulla sulla masturbazione e difatti ho creato questo spazio proprio per questo, perchè ci sono passato io e non trovavo aiuto.
    Il senso di colpa è volontà contro Dio, se lo ricordi, perchè Gesù ne parla anche quando dice che nel fuoco eterno esso sarà la punizione più terribile perchè quel verme non si estinguerà mai e darà tormento alle anime per tutta l'eternità. Forse lei non crede, ma l'inferno esiste e ve ne sono anche le prove di quei messi del Signore che l'hanno potuto vedere e mi creda le loro parole sono sconvolgenti.
    Quindi le sue teorie sono solo frutto della sua mente, mentre la Verità di Gesù la si sente sulla pelle e lo dimostra il fatto che molti sono venuti qui per liberarsi di quella che è a tutti gli effetti una dipendenza.
    E basta con questo rito degli effetti benefici perchè non è per conservare questa vita che siamo nati. Io preferirei morire ora piuttosto che morire per l'eternità nel dolore. poi, da quando ho incontrato Gesù, non potrei più farlo perchè solo chi ha un rapporto con Gesù può capire l'effetto devastante della masturbazione e il fatto che tutto ad un tratto ti fa sentire vuoto e senza più quel calore che sentivi quando eri con Gesù. Per ritrovare quel calore ho dovuto pregare per molto tempo e provare molto male dentro di me, a tal punto da averi pensieri blasfemi. Per non parlare del fatto che quando si compie l'atto si prova una sorta di ribellione a Dio, altra prova che dal maligno proviene l'istinto.
    Le tentazioni sono molte e sono dolorose: altrimenti perchè chiederemmo al Padre di non indurci in tentazione?
    Io consiglio lei, se mi è possibile, a rivedere la sua vita e ciò che fa perchè se non ho capito male lei è già adulto e perciò, mi permetta di dirle che il suo comportamento è ancora più sbagliato perchè gli istinti o gli ormoni si sentono in potenza nella giovane età e non in quella adulta. Ripensi a tutta la sua vita e provi a pensare che forse quel senso di colpa è davvero frutto di Dio e non delle complicate teorie psico-umane. Mi dispiace sapere che l'inganno del demonio è giunto fino a questo punto e che sta trascinando nel fuoco con sé molte anime che se lo sapessero si renderebbero conto della terribile scelta che stanno compiendo. Io le dico di provare almeno a inginocchiarsi una volta e a chiedere lo Spirito di Gesù: vedrà che poi forse capirà così come è accaduto ad esempio al nostro fratello Simone. Io la saluto e se vuole un confronto io sono qui, ma la prego di usare termini meno volgari perchè questo linguaggio è poco consono a questo spazio. La ringrazio e a presto

    RispondiElimina
  197. Caro fratello anonimo, grazie del tuo link e spero che possa servire per aprire gli occhi di molti. Grazie ancora e non ti preoccupare per la severità delle parole perchè è meglio esser severi oggi che veder perire domani. Un caro saluto anche a te e a presto

    RispondiElimina
  198. La ringrazio vivamente per la sua risposta, e mi scusi anche se ho imbrattato la pagina con tante volgarità. Potrei risponderle con un altro post chilometrico, ed enunciare tutti i punti in cui la sua visione diverge dalla mia e le si oppone, ma così facendo si arriverebbe più ad uno scontro fra tifosi che ad un vero e proprio dialogo. E lo so per certo, perchè non si può dialogare apertamente con qualcuno che crede di avere la verità in pugno, e non mi riferisco a lei, ma agli uomini di chiesa in generale. Volevo quindi scriverle di nuovo solo per manifestare la mia ammirazione verso di lei, che è riuscito, con l'aiuto della sua fede, ad affrancarsi dalla Terra per avere un dialogo più puro con Gesù. Io non credo in ciò che non vedo o che non provo, e non mi trovo nemmeno d'accordo su questa negazione della Vita che la chiesa da sempre perpetua. Ma ammiro la forza di volontà, e la ammiro tanto, indipendentemente dal luogo da cui la si prende. Saluti e ancora complimenti!

    ps: ho vent'anni e sono figlio dei miei genitori. Dio non mi viene nemmeno parente.

    RispondiElimina
  199. Ringrazio io lei per il suo rispetto, ma tuttavia mi dispiace per la sua chiusura alla fede. Ma non tutti abbiamo gli stessi tempi e forse, se lei non chiuderà definitivamente la porta del suo cuore a Gesù, un giorno capirà queste stesse cose che noi diciamo. La vita può essere vissuta in Cristo e credimi non ci sarebbe alcuna violazione o restrizione così pesante. Anzi, la tua vitan cambierebbe radicalmente in meglio così come è accaduto al sottoscritto o a tutti coloro che postano qui. Basta solo cominciare, poi Gesù fa tutto il resto. Comunque la sua deve essere una libera scelta e Dio saprà cosa fare, anche per Lei. Ricordi però che il fatto per il quale non si riesce a dialogare è che Gesù mette in noi una tale sicurezza e certezza che ci piange il cuore nel vedere persone e uomini rifiutare il Suo amore del tutto gratuito. La saluto e anche sei non vuole o non crede, pregherò per lei affinché un giorno, chissà... Un caro saluto e a presto!

    RispondiElimina
  200. Sig. Ventola ho trovato giusto qualcosa che va bene nei suoi riguardi (in relazione al peccato della masturbazione) e in quelli di molti di voi. E' la lettera di San Paolo apostolo ai Romani: Fratelli, io non mi vergogno del Vangelo, perché è potenza di Dio per la salvezza di chiunque crede, del Giudeo, prima, come del Greco. In esso infatti si rivela la giustizia di Dio, da fede a fede, come sta scritto: «Il giusto per fede vivrà».
    Infatti l’ira di Dio si rivela dal cielo contro ogni empietà e ogni ingiustizia di uomini che soffocano la verità nell’ingiustizia, poiché ciò che di Dio si può conoscere è loro manifesto; Dio stesso lo ha manifestato a loro. Infatti le sue perfezioni invisibili, ossia la sua eterna potenza e divinità, vengono contemplate e comprese dalla creazione del mondo attraverso le opere da lui compiute.
    Essi dunque non hanno alcun motivo di scusa perché, pur avendo conosciuto Dio, non lo hanno glorificato né ringraziato come Dio, ma si sono perduti nei loro vani ragionamenti e la loro mente ottusa si è ottenebrata. Mentre si dichiaravano sapienti, sono diventati stolti e hanno scambiato la gloria del Dio incorruttibile con un’immagine e una figura di uomo corruttibile, di uccelli, di quadrupedi e di rettili.
    Perciò Dio li ha abbandonati all'impurità secondo i desideri del loro cuore, tanto da disonorare fra loro i propri corpi, perché hanno scambiato la verità di Dio con la menzogna e hanno adorato e servito le creature anziché il Creatore, che è benedetto nei secoli. Amen.

    RispondiElimina