venerdì 9 ottobre 2009

"Io do la ricompensa non per il risultato positivo, ma per la pazienza e la fatica sopportata per Me ».


“Scrivi che giorno e notte il Mio sguardo riposa su di lui e che permetto queste contrarietà per aumentare i suoi meriti. Io do la ricompensa non per il risultato positivo, ma per la pazienza e la fatica sopportata per Me ».

Questo sopraesposto è un pensiero tratto dal Diario di Suor Faustina. Gesù dice queste parole a Suor Faustina perchè lei voleva capire perchè un uomo di Chiesa dovesse patire tanto e Gesù la rassicurò dicendo appunto quelle parole che sono parole che valgono per tutti noi che lottiamo in nome di Gesù, i nostri mali. Io so che molti di noi lottano ogni giorno, ogni ora, ogni minuto e ogni secondo della propria giornata, contro le tentazioni più disparate. Molte di esse le ho già esposte perchè più diffuse nel silenzio della giustificazione di comodo. Ma ce ne sono molte altre che noi affrontiamo nel tentativo di migliorare e di modellare la nostra vita sul modello cristiano di Gesù. 

Ho voluto ricopiare qui questo piccolo e breve pensiero perchè so quanto dura è lottare: bene, questo passaggio può essere di grande aiuto per tutti voi perchè ora, se non lo sapevate, sapete che Gesù premia ogni vostro sforzo e ogni singola goccia di sudore versata per Lui. Negli ultimi giorni, ho avuto modo di vedere la sofferenza in molti di voi e mi sono dispiaciuto nel vederli così stremati. Ecco perchè ho deciso di riportare questo breve, ma intenso passaggio: Gesù, attraverso Suor Faustina, ci dice che Egli è pronto a premiare i nostri sforzi, indipendentemente dal risultato, e che dunque anche in caso di caduta, Lui è con noi e ci è vicini nella lotta. 

Io so che molte volte, quando cadiamo nell'oblio del peccato, ci sentiamo terribilmente in colpa e abbiamo timore di non poter più recuperare quello splendido rapporto che avevamo con Gesù prima del fatto peccaminoso. Lo so, perchè l'ho provato anche io e so che è terribile vivere nel terrore che hai superato il limite e che Dio non ti perdonerà più e che quindi tutta la tua vita è inutile perchè non puoi entrare nel Regno di Dio. Tutto questo è perchè noi abbiamo infranto qualcosa e sentiamo di aver disubbidito al Nostro Maestro. 
Ma non è così: Gesù non si allontana mai da noi perchè conosce la nostra fatica, conosce ogni goccia del nostro sudore e non si adira contro di noi: penso che sia opera del maligno quello che proviamo. Infatti, cadendo nel peccato, diamo lui la possibilità di infiltrarsi di nuovo nel nostro cuore e da lì, egli fa tutto per farci credere che è inutile lottare perchè Gesù non ci perdonerà più. D'altronde lui vuole che noi non crediamo più nella salvezza di Gesù e vuole che così ci abbandoniamo all'onda del peccato. E' successo anche con me ed è stato davvero brutto!

Ma ciò che lui ci dice è una bugia immensa: Gesù ha amato persino chi l'ha ucciso e ha perdonato persino chi l'ha flagellato. Pensate davvero che non possa perdonare una vostra debolezza? Gesù ha vinto le vostre debolezze, sulla croce. Il Suo sangue ha lavato ogni colpa ed ora ci ha dato la possibilità di conoscere ancora più da vicino la Sua Misericordia, attraverso il dono della Divina Misericordia. Questo ci deve servire per capire che Gesù c'è sempre vicino sino alla morte e che è sempre pronto e incline al perdono: ma noi, dobbiamo meritarlo. Solo questo. Lui cosa ci ha chiesto? Abbiate fede! E noi dobbiamo avere fede anche nei momenti bui in cui non lo vediamo. Il che significa pregare anche se non proviamo nulla. L'ubbidienza salvifica le anime e Suor Faustina ne è un chiaro esempio: ella ha sempre ubbidito pur nel tormento spirituale. Perchè? Perchè aveva fede in Gesù più della sua stessa vita. Anche lei come voi si sentiva a volte abbandonata, ma mai ha ceduto e ha sempre lottato e tutti noi sappiamo come Gesù l'abbia poi glorificata e resa mezzo di salvezza per molte anime.

Dunque, anche se a volte non riusciamo a resistere alla tentazione e cadiamo, non dobbiamo mollare: dobbiamo continuare a lottare come prima e anche più di prima perchè se prima resistevi 10 giorni, ora resisterai 20 giorni. E ogni volta che ricominci, sentirai sempre di meno la necessità di fare e di compiere peccato. Credetemi perchè è così. Dunque, non disperate, abbiate fiducia in Gesù e vedrete che sarà Lui a esaltarvi e a liberarvi dal peccato. Voi dovete solo dar prova di fede e di forza di volontà. Ma una cosa mi preme sottolineare: non dite mai che è finita e che non sarete perdonati più. Non ditelo perchè io so che Gesù legge nei vostri cuori e se il vostro dolore è sincero Lui vi perdonerà perchè il Suo amore per noi è immenso e noi non siamo nemmeno in grado di comprenderlo. Lui è dalla nostra parte e se Gesù è dalla nostra parte, chi ci potrà fermare? 

Ora vi saluto e concludo qui e concludo così come ho iniziato: “Scrivi che giorno e notte il Mio sguardo riposa su di lui e che permetto queste contrarietà per aumentare i suoi meriti. Io do la ricompensa non per il risultato positivo, ma per la pazienza e la fatica sopportata per Me ».

32 commenti:

  1. Grazie Angel per questa riflessione. Proprio qualche minuto fa, ho detto riferendomi alla Madonna: Madonnina mia, perchè queste sofferenze? E ora venendo qui ho trovato la risposta. A volte capita di dimenticarsi del perchè si soffre e sembra quasi che le sofferenze che noi viviamo siano del tutto inutili. Invece non lo sono. E' proprio questo il tormento che mi porto dentro da anni: Ho paura che le mie preghiere non siano fatte abbastanza bene da farmi guadagnare meriti. Invece ora sto capendo, che anche se non le recitassi come si deve, il Signore premia i miei sforzi. Anche Padre Pio diceva che il Signore si accontenta. Dobbiamo ricordarcelo sempre ogni qual volta ritornano i pensieri cattivi che ci domandano perchè stiamo soffrendo. Ma attenzione a non cadere nell'errore di adagiarsi: Ciò infatti non significa pregare meno, perchè si deve pregare quel che si può.

    Preghiamo sempre Maria che aiuti a fare la volontà di Dio.

    Un carissimo saluto Angel e grazie ancora per questo bellissimo post che mi è stato di conforto e ha saputo ben rispondere alla domanda che mi stavo ponendo.

    Un abbraccio fraterno e a presto!

    Mik

    RispondiElimina
  2. Come sempre Mik ti ringrazio, ma tutto quello che è scritto mi è stato ispirato da quella frase pronunciata dal Nostro Signore che mi ha davvero colpito. E come sempre dobbiamo ringraziare Lui e anche Suor Faustina che nella sua ubbidienza ha saputo conservare tutti questi preziosi interventi del Signore nonché le sue sofferenze e patemi e gioie e emozioni.
    Mi fa ovviamente piacere che abbia potuto rispondere alle tue domande così come spero che possa aiutare chi come Annalisa si sente perduto per aver ceduto alla tentazione del peccato. Ancora grazie per la tua presenza costante e a presto! Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. confermo in pieno,oggi ho vissuto questa esperienza e volevo comunicarvela ma sono stata preceduta da Angel con le parole di Gesù a suor Faustina...distrutta dalla vergogna,dal dolore di essere di nuovo caduta,per grazia di Dio sono riuscita a confessarmi in mare di lacrime.la sera cercavo su internet preghiere o altro che mi aiutassero a vincere la tentazione e ho trovato voi.da maggio sino ad oggi ho letto i vs post...piano piano ho trovato la forza di rialzarmi

    RispondiElimina
  4. la notte mi sono messa in ginocchio davanti al Crocefisso ho recitato la coroncina della Divina Misericordia e un'altra del cieco...già la pace scendeva nel mio cuore e la gioia di essere hai piedi del mio Signore mi ha dato la certezza del Suo perdono.stamattina mi sono svegliata con la tentazione forte,ma sono rimasta tranquilla,ho detto Signore sono qui davanti a Te con le mie debolezze Tu mi hai fatto,Tu conosci il mio corpo,Tu hai creato il piacere sessuale ed é per questo che é così bello...ma io non lo voglio sciupare e sporcare...titto il giorno,dico tutto il giorno la pulsione non mi ha abbandonato,ero sola avrei potuto cedere in qualsiasi momento...ma sorridevo e offrivo il mio stato a Gesù,per purificarmi...

    RispondiElimina
  5. credo così di aver preso in contropiede ciò che voleva distruggermi e allontanare da Dio.spero di essere d'aiuto a qualcuno.grazie Mik per i consigli del post come vedi oggi sono riuscita ad inviarli.vi segnalo 2 canti bellissimi che ho trovato su youtube:nel tuo nome e abbracciami Gesù,della Comunità Gesù Risorto.sono veramente belli.un ultimo consiglio,ascoltare Radio Maria molte volte mi ha tirato fuori dal buio e dall'ignoranza del nostro stesso credo.coraggio si riparte...

    RispondiElimina
  6. Cara amica anonima, non ti abbattere, confida sempre nella misericordia di Dio e prega con cuore sincero. Il Signore non abbandona mai i suoi figli, egli è quel padre che sta sulla porta di casa a braccia aperte pronto ad abbracciarci ogni volta che ritorniamo da Lui sinceramente pentiti per i nostri peccati...e ci dà la grazia per superarli...Prega molto lo Spirito Santo perchè ti allontani la tentazione di ricadere....Se ti fa piacere, vieni a visitare il mio blog....
    Un caro saluto!!!

    RispondiElimina
  7. grazie Marina, ma non sono abbattuta,ho concluso dicendo coraggio si riparte proprio per indicare la mia fiducia in Dio e la gioia di rialzarmi.tutto quello che dici é verissimo e ne sto faccendo esperienza e voglio testimoniarlo a chi ancora non l'ha sperimentato.ti amo Gesù dal profondo del mio cuore,grazie perchè mi ami così come sono e nello stesso tempo mi fai diventare sempre più donna, mi trasformi e mi ridai la dignità che avevo perso.un abbraccio fraterno R.M.S

    RispondiElimina
  8. Un abbraccio fraterno anche a te!

    RispondiElimina
  9. Cara anonima, sono contentissimo che tu oggi ci dai la tua personale esperienza. Tu dimostri che le Parole di Gesù sono Verità e che dalla bocca di Gesù non esce mai una sola parola sprecata. Grazie perchè le tue parole possono essere d'aiuto per chi come te lotta ogni giorno contro la tentazione. Gesù ti ha liberata e ti ha esaudita e speriamo che anche gli altri riescano ad ottenere la tua stessa grazia. Un caro saluto e un abbraccio. A presto!

    RispondiElimina
  10. Carissima R.M.S., sono felicissimo di leggere la tua testimonianza, oltre ad essere contento perchè sei riuscita a postare! La tua testimonianza, come dice Angel, è d'aiuto per tutte quelle persone che vivono l'esperienza amaro del peccato carnale. Proprio la scorsa notte, leggendo un libro sulle apparizioni di Fatima (apro una piccola parentesi per ringraziare l'associazione Luci sull'Est per avermelo inviato gratuitamente), ho letto le ultime parole della Beata Giacinta Marto, una dei tre pastorelli di Fatima. Lei nei suoi ultimi momenti di vita, ha profetizzato che il peccato carnale avrebbe condotto molte anime all'inferno e che sarebbero sorte delle mode che avrebbero fatto soffrire Gesù. Queste mode sono sotto ai nostri occhi: L'omosessualità viene pubblicizzata come se fosse una cosa normale e ciò che un tempo era scandalo, oggi viene visto con normalità e purtroppo con desideri malsani. Giacinta ha detto che le mode cambiano ma Gesù è sempre lo stesso. Queste sono davvero bellissime parole che ci ricordano ancora una volta che non dobbiamo cadere nei piaceri carnali, non dobbiamo seguire le mode, perchè Gesù è sempre lo stesso e da noi vuole sempre la purezza dell'anima e del corpo. Tutti noi abbiamo vissuto la terribile esperienza del peccato carnale che quando raggiunge il limite ci si sente soffocati dal di dentro ed è in quei momenti che si comprende che l'anima ha bisogno del suo ossigeno che è la grazia di Dio. Ieri leggendo un pò il televideo, ho letto che la bomba pericolo dell'umanità di cui si parlava nel film sulla guerra fredda di Stanley Kubrick, è stato scoperto che esisteva veramente. In poch parole la Russia aveva pronto un meccanismo di missili pronto a colpire l'intero mondo in caso ci fosse stato un attacco da parte degli U.S.A. Ora vi domanderete perchè parlo di questo. Nelle apparizioni di Fatima la Madonna aveva chiesto la consacrazione della Russia al Suo Cuore Immacolato, altrimenti questa nazione avrebbe sparso i suoi errori per il mondo. Beh, il Papa dopo diversi anni ha consacrato la Russia al Cuore Immacolato di Maria e si è evitato il peggio. Vi dico ciò per ricordarvi che la preghiera placa l'ira di Dio e che il Signore è pronto a perdonare gli uomini se si convertono. Dio è;
    Buono: Perchè ama tutti e vuole salvare tutti.
    Giusto: Perchè non lascia impuniti gli impenitenti.
    Misericordioso: Perchè perdona chiunque si penta con cuore sincero.

    Il Padre nostro è misericordioso sempre se chiediamo perdono con cuore sinceramente contrito.

    Preghiamo la Vergine Santa che ci aiuti a camminare verso Gesù Cristo Suo Figlio e nostro Signore e che converta molti peccatori e guarisca molti infermi.

    Un abbraccio carissima R.M.S., un abbraccio Angel, un abbraccio Marina, un abbraccio a voi tutti.

    Sia lodato Gesù Cristo.

    RispondiElimina
  11. grazie Mikhael,grazie Angel,questi sono i miracoli...2 giorni fa ero morta,persa,ripiegata su me stessa.erano anni che questo peccato non mi apparteneva più e neanche mi sfiorava l'idea di ricascarci,per questo mi ha distrutto 2 volte,non riuscivo a crederci.nel mio pianto ininterroto,durante la confessione,il confessore mi chiedeva continuamente se questo era il mio problema esistenziale o c'era altro?io non capivo...cosa c'era di più grave che motivasse il mio pianto?poi durante il corso del giorno ho capito...quello...era solo la conseguenza...di che cosa?di tutta una serie di avvenimenti che mi hanno fatto sentire rifiutata,abbandonata,non amata persino dal mio padre spirituale(per un rimprovero,ora capisco meritato..."orgoglio")di conseguenza la mia chiusura verso Dio accuse di ogni genere nei Suoi confronti,concludendo che neanche Lui era capace di amarmi...figuriamoci se quel coso si faceva scappare questa occasione di soffiarmi nelle orecchie che solo io ero capace di amarmi...poi la vergogna,il fallimento.ma il Suo amore é più forte di tutte le nostre miserie e io mi sento tanto amata.a volte mi arrabbiavo perché non Lo vedo,ma questo é molto di più,forse ho provato cosa vuol dire vederLo e toccarLo con gli occhi dell'anima.mi fa tanto bene parlarne.vi abbraccio tutti.R.M.S

    RispondiElimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  13. Carissima R., molte volte occorre sperimentare nella propria vita la presenza di Dio, per comprendere il significato di ciò che accade. Proprio perchè sei caduta nel peccato che tutto ti sembrava ritorcersi contro. Hai sperimentato come e solo il peccato può condurre alla frustrazione, al buio interiore, alla disperazione. Invece quando si è nella grazia, tutto è al suo posto e nel dolore e nella sofferenza, gioiamo, ci rallegriamo. Questo non succede quando siamo nel peccato, perchè il maligno punta a farci vedere la sofferenza come una condanna e non come una grazia che purifica. La gente oggi non comprende quanto è bello ritornare a Dio, perchè continua a peccare e non sperimenta la confessione. Ma se ognuno la sperimentasse, si renderebbe ben presto conto che Dio è presente. Ecco perchè la gente, lontana dalla Chiesa, non può fare nulla, perchè in Chiesa, Gesù è presente e senza di Lui, siamo come dei rami spezzati e senza la Sua linfa che è la grazia, non possiamo produrre frutto. Invece se andassero in Chiesa, se partecipassero ai Sacramenti, la gente camminerebbe insieme a Gesù e con Lui sarebbero tralci attaccati alla vite che ricevendo la linfa, produrrebbero frutto. Dobbiamo sempre ringraziare il Signore per essere cattolici. Ci ha scelti perchè ci vuole salvi e che grandi doni che ci ha fatto! Se solo le anime comprendessero la grandezza sconfinata di questi doni, starebbero a ringraziare il Signore ogni secondo della propria esistenza. E' il non rendersi conto che porta le anime ad ignorare la grandezza dei doni di Dio. E' compito di noi cristiani farlo sapere al mondo intero che Dio è presente e i Suoi doni sono infinitamente più grandi e belli di quelli terreni. Purtroppo invece c'è gente che bestemmia e anzi proprio qualche giorno fa ho ripreso un conoscente perchè bestemmiava e lui mi ha risposto con altrettante bestemmie rivolte al Padre. Il dolore se è grande per noi piccoli uomini, immaginate quanto è grande il dolore di Dio nel sentirsi allontanato, bestemmiato, messo da parte. Il Sacratissimo Cuore di Gesù e il Cuore Immacolato di Maria sono continuamente offesi e flagellati da spine. Ieri leggendo il libro sulle apparizioni di Fatima, ho compreso quanto è importante fare atti di riparazione. Il Signore perdoni noi e tutti gli uomini della terra. Preghiamo perchè il Signore santifichi e salvi tutta l'umanità.

    Un abbraccio carissima R. e auguri per la Pasqua interiore che stai vivendo!

    Un abbraccio a voi tutti.

    Mik

    Sia lodato Gesù Cristo.

    RispondiElimina
  14. Cara R. hai provato il distacco da Dio che avviene quando si spezza quel legame a causa del peccato. Anche io l'ho provato ed è stato orribile: sentirsi vuoti, indesiderati e già condannati senza speranza, ti fa sentire davvero un cadavere che cammina. Io sono arrivato addirrittura a pensare di non meritare di vivere. Ma Gesù mi ha fatto capire che non dobbiamo mai arrenderci e che Lui ci è sempre accanto e ci perdona perchè Lui vede i nostri sforzi e sa che noi lo facciamo per Lui e per Lui soltanto. Ecco perchè mai dobbiamo arrenderci e mai dobbiamosmettere di pregare per noi e per tutti, affinché la Luce di Dio raggiunga anche i nostri vicini. Ancora grazie per la tua testimonianza e ora viv libera in Cristo perchè Lui è con te. Dio ti benedica e benedica anche voi Mik e a Marina.

    PS Mik, dici bene che è importante fare atti di riparazione, ma Suor Faustina diceva che Gesù preferiva l'ubbidienza alla regola. Quello che voleva dire è che Gesù preferisce quando noi ubbidiamo alle leggi di Dio piuttosto che le nostre mortificazioni. Però noi siamo figli disubbidienti e per questo siamo costretti ad operare atti di riparazione. Ancora un caro saluto e a presto.

    RispondiElimina
  15. come é bello incontrare un'altra anima che ama il Signore e la Sua Mamma,specialmente perché sei giovane.credo che questo Gli sia molto gradito e dia soolievo un pò alle sofferenze che riceve all'infinito da sempre.i miei figli sono lontano da Lui,tranne la piccola,hanno più o meno la tua età,vuoi tu pregare per loro?

    RispondiElimina
  16. Allora Angel, dalle tue parole ho capito che non hai compreso bene ciò che intendevo dire. Infatti non mi riferivo alla riparazione dalle offese da noi arrecate, ma alla riparazione dalle offese che il mondo continua a fare a Dio. Perchè ciò che tu hai scritto, va bene per il singolo fedele che deve obbedire a Dio, anzichè peccare e a mortificarsi per i suoi peccati. Ma per quanto riguarda gli obbedienti che soffrono per riparare alle offese arrecate dagli uomini a Dio, sono sicuro che il Signore gradisce. Offrirsi in sacrificio per alleviare le sofferenze di Gesù e di Maria e per la salvezza delle altre anime è anzi cosa assai gradita dal Signore e di questo ne sono sicuro. La Madonna ai pastorelli ha detto che Gesù vuole che si facciano atti di riparazione per alleviare le sofferenze causate dai peccati degli uomini a Sua Madre. Da queste cose dunque si capisce che Gesù ci vuole ubbidienti ma che sappiamo alleviare le Loro (quelle Sue e di Sua Madre) sofferenze.

    Per R.: Pregherò sicuramente per i tuoi figli. Quando si è giovani la vita sembra un macigno insopportabile e hanno bisogno davvero di Gesù in questo momento.

    Un abbraccio a voi tutti.

    Sia lodato Gesù Cristo.

    RispondiElimina
  17. Scusami, Mik non avevo capito. Certamente hai ragione quando dici queste cose che tra l'altro raffigura molti santi come Suor Faustina. E' giustissimo quello che hai detto e quindi ti chiedo scusa per non aver capito.
    Cara R. anche io pregherò per loro: purtroppo i giovani attuali, almeno la maggior parte di essi, non hanno ancora capito Gesù. Il motivo è che si cresce in una società che non da spazio a Gesù e non sa rappresentarlo. Poi ovviamente gli amici fanno il resto. Questa società è una società atea e quindi lontana da Dio: dunque i tuoi figli vengono influenzati dal mondo che li circonda e pur di avere amici, dimenticano le loro origini o tradizioni. Purtroppo sta diventando normale, anche se normale non lo è. Sarebbe bello un mondo dove crescere costantemente con Gesù, ma l'uomo non ha saputo costruirlo questo tipo di mondo ed oggi sta diventando normale seguire le mode, anche se non si capisce o non piace. Tu comunque parla loro di Gesù, non come un genitore, ma come amico. A volte basta toccare le corde giuste, e sperare che lo Spirito Santo faccia il resto. Comunque mi unirò anche io alla preghiera tua sperando che un giorno, così come è avvenuto per me o Mik o altri, Gesù possa toccare il cuore dei tuoi figli. Un caro saluto e a presto.

    RispondiElimina
  18. grazie a tutt'e due per le vs parole.caro Angel purtroppo non solo ho provato il desiderio di non vivere più,ma quando avevo i bambini piccoli,sono andata sino in fondo,solo l'intervento provvidenziale di mio marito mi ha salvato.allora Gesù non faceva parte della mia vita e non posso dire di essere stata un esempio di fede per i miei figli.mi fa piacere sentirvi parlare di Fatima perchè é fondamentale nel mio cammino di fede.quest'inverno ci sono stata ed é stata un'esperienza travolgente per la mia anima.qualche settimana dopo ad un incontro di preghiera nella mia città a Lei dedicatO ho avuto una guarigione fisica,per questo ogni mio tradimento(specialmente l'ultimo)mi distrugge.ho ricevuto tante grazie e come se niente fosse Gli volto le spalle...per quanto doloroso,ne ho guadagnato in umiltà.ora è più difficile parlare con i miei figli perchè,nonostante giovanissimi,hanno la loro famiglia.il mio dolore é che una é sposata solo in comune e l'altro convive e li vedo pochissimo.li affido alla Mamma di tutte le mamme possa Lei riparare ai miei innumerevoli errori e mancanze.non vi nascondo che mi sento un pò in imbarazzo ad aprirvi la mia anima,sto realizzando mentre scrivo che potrei essere vs madre.scusate se prima non ho salutato,ma ho ricevuto una visita all'improvviso.cmq imbarazzo a parte grazie per l'aiuto che mi state dando,anche questo abbassa l'orgoglio e inalza l'umiltà.un abbraccio materno.R.M.S

    RispondiElimina
  19. Carissimo Angel, non c'è bisogno tu chieda scusa, è tutto ok!

    E per quanto riguarda ciò che dici sui giovani di oggi, purtroppo mi tocca confermare le tue parole, perchè è davvero così. Io ho l'impressione che i giovani di oggi si sentano tutti dei VIP, protagonisti della vita e lo capisco dal loro modo di atteggiarsi molte volte fin troppo impostato. Sembra che la televisione si sia riversata nelle strade... Qualche settimana fa ho letto su un notiziario online di un incidente mortale, conseguenza di una gara di auto clandestina e subito mi è venuto in mente qualche film come Fast & Furious o i vari videogiochi tipo Need for Speed, dove l'obiettivo del gioco è vincere nelle gare clandestine di automobili. Allora mi è venuto da pensare che questi giovani sono confusi, perchè vivono la vita come in un film o in un videogioco, perchè non sanno più a cosa aggrapparsi. L'anima ha sete di Dio, ma non trovandolo, si attacca ad altre cose. E' come se un pulcino, non trovando la madre, si attacca ad un gatto: Solo che il gatto non è sua madre e lo mangia. Così succede all'anima che non trovando Dio, si attacca a cose pericolosamente mortali.
    Si è figli di Dio, non delle mode. Sì è figli di Dio, non della televisione. Sì è figli di Dio, non della musica. Se non c'è Cristo nella famiglia, è naturale che le famiglie si spacchino a metà e che i figli inveiscono contro i genitori. Purtroppo la società moderna è piena di gente adulta che da il cattivo esempio, anche nei casi che possono sembrare più "normali" o "semplici", come ad esempio un cantante che dice: "Io vivo per la musica", influenza una fetta di ragazzi che iniziano a dire: "Io vivo per la musica" e di conseguenza mettono da parte Dio. O anche le pubblicità di oggi: Non si accontentano di pubblicizzare il prodotto, ma spesso introducono frasi quasi filosofiche: Ecco l'azienda che prende il posto del saggio e influenza la clientela che è vittima ignara o può darsi anche consapevole, di un sistema di seduzione che punta alla sete di trasgressione dell'uomo. Di recente sta andando in onda una pubblicità che recita: "Il rispetto si deve guadagnare" o una cosa del genere. La gente è continuamente bombardata da frasi che seducono l'uomo per farlo diventare come una sorta di dio: Tu uomo devi farti rispettare, tu uomo devi vivere nel lusso, devi stare al di sopra degli altri. Slogan, slogan, slogan. C'è una perdita di identità notevole: Tutti che si vestono e pensano allo stesso modo, non c'è più personalità. Ed ecco che tutti lottano contro tutti. E' una gara continua a chi possiede di più. Ma le vittime di questa società nemmeno si rende conto di tutte queste cose e non si rende conto nemmeno quando sbaglia: Non sa che cosa è il peccato, come può sapere quando lo commette?

    RispondiElimina
  20. Ci si rende conto che si deve conoscere Dio e la Sua Parola per poter comprendere tutto il resto. Tutte queste cose le dico non per puntare il dito, ci mancherebbe, non ne ho l'autorità, come nessun uomo ha autorità per farlo, ma le dico perchè spero che qualcuno si renda conto di tutte queste cose. E' un analizzare la realtà, per ciò che è e sta diventando, nella speranza che le coscienze si sveglino. Non si prende più seriamente la parola di Dio, alcuni dicono: "E va beh dai, che sarà mai, il Signore mi perdonerà" oppure "Sono stanco, non ho voglia di andare a Messa, lavoro tutta la settimana, il Signore mi capirà". E chi non crede dice e fa pure di peggio. La cosa strana che sto notando è che c'è gente in TV che si batte per gli animali, ma nessuno si batte per difendere la gloria di Dio. Che strano eh? Ipocrisia, tonnellate di ipocrisia. Or ora guardando il TG, sto vedendo che i "traders", gli operatori di borsa, lavorano sotto gli effetti degli stupefacenti... Ormai non ho più paura di parlare così apertamente della Verità che è Gesù Cristo, prima di tutto perchè chi dice la verità o vive secondo essa, non ha di che temere, ma anche perchè la realtà decadente è sotto gli occhi di tutti, quindi se dico una cosa vera, ci si rende conto che è così. Ma vorrei spendere qualche parola anche sui funerali delle povere vittime di Messina: Questa mattina, come per i funerali dei soldati vittime di Kabul, i politici non hanno aperto bocca quando si cantava l'inno di gloria del Signore: Santo, Santo, Santo. Tutti con le loro facce fredde a bocca chiusa. Che tristezza, si vergognano anche di cantare le lodi al Signore.

    Scusate se mi sto dilungando troppo, ma sono davvero triste e addolorato nel vedere queste cose.

    Sto notando troppa apparenza e poca sostanza e ciò mi rende triste.

    Vorrei che tutti amassero Dio e avessero rispetto di Lui.

    Il perbenismo e l'ipocrisia sono all'ordine del giorno. All'apparenza sembrano tutti dei paladini, invece sono i peggiori peccatori. Gesù ci ha messo in guardia da queste "pecore che dentro sono lupi rapaci".

    Mi fermo qui.

    Un abbraccio a voi tutti e che il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo ci santifichino e ci salvino.

    Vostro fratello,
    Mik

    RispondiElimina
  21. Cara anonima, comprendo molto bene la tua preoccupazione di madre che desidera vedere i propri figli camminare con Gesù. Anch'io sono mamma di due giovani che ne loro cammino di fede hanno avuto molti alti e bassi. Per la mia esperienza posso dirti che le preghiere che una mamma fa per i propri figli vengono sempre accolte, soprattutto quando si trova in Maria un'alleata perfetta. Io ho sempre pregato molto per i miei tesori più grandi, ho pregato per la loro salute dell'anima e del corpo e sono sempre stata esaudita....Il Signore non mi ha dato gioie nella vita matrimoniale perché sono rimasta vedova molto giovane, ma mi ha molto ricompensata con i figli e gliene sono molto grata. Se tutte le mamme pregassero per i loro figli la nostra gioventù sarebbe molto più sana!
    Un caro saluto fraterno!

    RispondiElimina
  22. é proprio così cara Marina.da quest'ultima mia brutta esperienza,il Signore ha messo nel mio cuore un modo nuovo di pregare.prima potevo anche pregare per i miei figli,ma nel mio cuore c'erano tanti dubbi,del tipo:figuriamoci se sta ascoltando me,oppure la mia preoccupazione era incentrata sui i miei figli e sul mio perbenismo e non sull'Amore di Dio.non so come spiegartelo...Dio era sù e noi giù,staccati,lontani...fammi questo,fammi quello.dopo averLo toccato quasi con mano sento che la mia sofferenza é la Sua,sento di dover chiedere la loro conversione per Amor Suo,Lui ha dato la vita per loro ,non io.non devo chiedere che si sposino in Chiesa per fare bella figura e sentirmi a posto che é tutto in ordine,ma per dare gioia al Signore che anche loro Lo hanno incontrato.finalmente sta entrando nel mio cuore il desiderio di fare tutto per amor Suo e questo mi da veramente tanta,tanta Pace,la Sua....Buona Domenica!R.M.S

    RispondiElimina
  23. Sono contenta di sentire che hai scoperto la vera fede! Puoi stare tranquilla per i tuoi figli ora, La Madonna ti è vicina!
    Buona domenica anche a te!!!

    RispondiElimina
  24. Mik condivido in pieno la tua tesi e penso che tu abbia ragione su tutto.
    Cara anonima, ogni testimonianza di conversione, che sia di ragazzi o che sia di adulti e mamme come nel tuo caso specifico, sono sempre ben accolte. Infatti, molte volte dalle nostre stesse testimonianze altri trovano la forza o trovano quella strada perduta. Non dobbiamo sottovalutare quest'aspetto perchè è giusto che noi mettiamo la nostra esperienza con Dio, al servizio di Dio e quindi delle sue creature. Sono contento delle tue parole e della tua umiltà. Molti hanno da imparare da te, adesso e sono sicura che anche i tuoi figli noteranno il cambiamento e non potranno rimanere sordi al richiamo. Un caro saluto ed una Buona Domenica a te, e a tutti voi!

    RispondiElimina
  25. grazie per le vs parole.caro Angel ho riaperto il blog perchè avevo l'esigenza di comunirti l'effetto che gradualmente,senza rendermene conto,stanno faccendo nella mia anima le parole che Gesù ha detto a Suor Faustina che hai pubblicato qui sopra.le stavo ricopiando per darle ad una mia amica che da sempre soffre per il rapporto con la madre e perchè nonostante le preghiere non cambia nulla.poi davanti ad ogni situazione della mia vita mi risuonavano le parole di Gesù che entravano sempre più profondamente nella mia anima.ho capito il mio errore,io puntavo sull'esito finale e siccome non riuscivo a raggiungerlo mi sentivo fallita,me la prendevo con Dio perchè nonostante gli chiedessi cose buone non mi esaudiva non accettavo la sconfitta("orgoglio")volevo commandare a Dio di mettermi a posto le cose.non ti rendi conto di quanta Pace scende nel mio cuore al suono di queste parole"Io do la mia ricompensa non per il risultato positivo,ma per la pazienza e la fatica sopportata per Me".Dio ti benedica Angel per quello che stai faccendo per Lui,anche a te Mik,a te Marina e tutti coloro che impegnano il proprio tempo e la propria vita per Lui.sia lodato Gesù ora e sempre,il Suo Amore scenda su tutti coloro che ancora non Lo conoscono o che Lo rifiutano.R.M.S

    RispondiElimina
  26. Non ringraziare me, ma l'unico che è degno di essere ringraziato e cioè Nostro Signore. Io non sarei nulla senza di Lui, letteralmente. Comunque mi fa piacere sapere che ci sono persone come te che ricevono aiuto anche dal mio umile lavoro perchè mi spinge a continuare e ad andare avanti.
    Volevo anche dirti che Suor Faustina può esserci davvero di aiuto nel nostro cammino di fede e quindi ti volevo consigliare la lettura del suo diario.
    Mi unisco alla tua lode a Gesù e speriamo davvero che sempre più persone vengano colpite dall'Amore di Gesù. un caro saluto

    RispondiElimina
  27. Che bella la tua testimonianza cara R.! Come dice anche Angel, ogni testimonianza di conversione riempie il cuore di gioia! Inoltre per i tuoi figli non disperare, come dice Marina, il Signore accoglie sempre le preghiere delle madri. Basti pensare alla storia di Santa Monica e di Sant'Agostino; Lei ha pregato molto per la conversione di suo figlio e ora sappiamo quanto è importante Sant'Agostino nella Chiesa Cattolica. Basta solo avere Fede e il Signore esaudisce sempre. Io ho notato che nella mia vita il Signore non mi ha mai esaudito le richieste su cose materiali, ma mi ha sempre esaudito su cose spirituali! Da questa esperienza ho capito che il Signore esaudisce solo su ciò che è veramente buono per l'anima e per la gloria di Dio.

    Buona e santa domenica Angel, Marina, R. e a tutti!

    Sia lodato Gesù Cristo!

    RispondiElimina
  28. più comunico con voi e più mi sembra di toccare Gesù.sai Mik qual'era ultimamente(prima di cadere) mia preghiera più profonda?"ti prego Gesù proteggimi da me stessa e donami tanta umiltà"io non mi sono presa sul serio...Lui si.caro Angel io desidero ringraziare anche te perché hai detto il tuo si senza il quale Dio non avrebbe potuto operare...vedi Sua Madre.certo tutto ha origine da Lui,però guarda quanto ci rispetta,non ti ha obbligato sono sicura che lo fai liberamente,stai usando bene i Suoi doni e per questo ti sono grata accettalo umilmente perché te lo meriti,prendilo come una carezza di Dio per il tuo lavoro.a presto R.M.S

    RispondiElimina
  29. Va bene, accetto il tuo ringraziamento come carezza di Dio perchè non so resistere alla tua umiltà. Mi riempie il cuore di gioia vedere che è possibile esser così umili. Sai ti dico questo perchè l'umiltà è una delle cose più difficili, ma una virtù santa: pensiamo a Gesù che nonostante il suo esser divino, si è umiliato fino al nascere in una mangiatoia e fino a condurre una vita umile in tutto e per tutto. Ancora grazie per il tuo esempio e a presto

    RispondiElimina
  30. :-))bravo Angel... credo che siamo riusciti a strappare un sorriso a Dio,come un papà che guarda i suoi bambini giocare assieme sereni,senza litigare,basta poco per darGli gioia.buona settimana a tutti

    RispondiElimina
  31. Vedi R.? Confermi appieno ciò che ho detto oggi sul fatto che il Signore esaudisce sempre le cose spirituali!

    Comunque carissimi, vorrei testimoniarvi una cosa che mi è successa poche ore fa:
    Accidentalmente mi sono chiuso le dita della mano nella portiera di una macchina. Stavo pensando chissà cosa mi sarebbe potuto succedere ma incredibilmente ho avvertito solo un leggerissimo dolore e tutto quello che mi ritrovo è solo un pò di rossore, niente più: Nessun dolore dopo, nessuna goccia di sangue, nessun graffio, ma solo dei normalissimi segni rossi!! La prima cosa che mi è venuta in mente è stata: "La Madonna mi ha miracolato!". Volevo rendere questa testimonianza come ringraziamento a Maria e per farvi rendere conto che la mamma celeste non ci abbandona!

    Grazie Gesù e grazie Maria Santissima!

    Sia lodato Gesù Cristo!!

    RispondiElimina
  32. Cara anonima, leggo solo ora il tuo intervento. Sappi che tutti in questa vita possiamo cascare, il cammino col Signore per noi non è facile, proprio perchè avendo davanti a noi il velo del peccato, quando andiamo sbattiamo sempre contro qualcosa e cadiamo. Ma c'è la mamma, c'è il papà e pure il fratellino che vengono in nostro soccorso. Soltanto l'orgoglio ce li fa allontanare, se invece dopo essere caduti, ci rendiamo conto con la sofferenza che abbiamo sbagliato, siamo sulla via buona, perciò andiamo subito a confessarci. Il Signore però ci dice che dobbiamo vivere nella gioia, altrimenti che ci sta a fare lo Spirito Santo? Chiedila davanti a Lui, chiedigli la Sapienza che siede accanto al trono di Dio, chiedi semplicità di cuore in modo che non si inorgoglisca e lavora per Lui, se gia lo fai invece, offri i tuoi sacrifici, le le tue pene, i tuoi dolori interiori ed esteriori e le tue preghiere a Gesù per la salvezza dei peccatori, per i giovani che vivono in un mondo che non è per niente bello. Vedo cara anonima gli atei che su internet pubblicizzano l'ateismo, asserendo che Dio non c'è, perchè se veramente ci fosse daremmo le prove della sua esistenza, e lo mettono al pari di budda, crishna e altro. Preghiamo x questo, mi unisco alle tue preghiere e tu conta sulle mie per una tua pace interiore e per la tua felicità. Un sorriso, e buon cammino nel Signore.

    RispondiElimina